Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Romaeuropa Festival 2011

Dal 7 Ottobre 2011 al 30 Novembre 2011

Romaeuropa Festival 2011

Agevolazioni e sconti con Incontragiovani per la 26a edizione del festival sui linguaggi contemporanei

Try the Impossibile è il titolo scelto quest’anno dal festival che, insieme ad autori e artisti coinvolti in questa nuova edizione, invita a 'provare l’impossibile' nel percorso di spettacoli e visioni che tentano di ridefinire il senso del nostro tempo.

39 appuntamenti con 150 artisti provenienti da 20 paesi nelle 5 sezioni proposte: Scene, DNA-danza nazionale autoriale, Corpi resistenti, Suoni e Digitalife 2, una piattaforma su arte, talks, suoni, industrie, che troverà nella EX GIL il suo cuore pulsante.

Scene - Sezione dedicata a danza e teatro
Sarà Saburo Teshigawara a inaugurare il 26° Romaeuropa Festival, con Obsession, duo di raffinata bellezza coreografica sul tema della pulsione erotica, ispirato al cortometraggio Un chien andalou di Luis Buñuel.
Tanti gli artisti internazionalmente riconosciuti e acclamati in programma: Peter Brook, con una sua peculiare elaborazione de Il flauto magico; Lloyd Newson con i suoi pluripremiati DV8 Physical Theater; Hofesh Shechter, con la sua ultima coreografia Political Mother; l’artista più incendiario delle scene d’oltralpe, Jan Fabre, che si confronta con Prometeo; Romeo Castellucci con Il Velo Nero del Pastore; l'icona della danza statunitense, Trisha Brown al MAXXI con gli Early Works, una selezione dei suoi primi lavori, e al Teatro Olimpico con quattro dei suoi classici e una nuova creazione.
Dagli artisti di fama intenazionale alle nuove generazioni: i Muta Imago, che con Dispiace tracciano un’avventura dai tratti epici nel vortice dell’uomo contemporaneo, e il collettivo teatrale Ricci|Forte che presenta per la prima volta sulla scena il ciclo integrale Wunderkammer Soap.

DNA - Danza Nazionale Autoriale | 28 - 30 ottobre, Teatro Palladium e Opificio Telecom Italia
Seconda edizione per il progetto della Fondazione Romaeuropa sulla coreografia creativa italiana, che ne attraversa le varie componenti in collaborazione con alcuni dei Network italiani più interessanti. Protagonisti di questa sezione sono Francesca Foscarini con Cantando sulle ossa, Daniele Albanese con AnnotTazioni, Francesca Pennini con il work in progress *(Titolo Futuribile) e Michele Di Stefano con Instruction Series III: Orang Orang, delle vere e proprie istruzioni per una performance che i danzatori ricevono via mail e devono poi interpretare a loro modo sul palcoscenico.
Ogni serata, insieme agli spettacoli, ci sarà un incontro del pubblico con autori, interpreti, organizzatori e critici.

Corpi Resistenti
Con Corpi resistenti – presentati nell’ambito di France Danse - arrivano sulla scena romana una serie di danzatori e coreografi del vicino Oriente e dell’Africa del Nord. Dall’iracheno Muhanad Rasheed all’egiziano Mahmoud Rabiey, detto Vito; dalla Tunisia Radhouane El Meddeb e il debutto via Skype di Selma e Sofiane Ouissi, ancora costretti a lavorare in due paesi diversi, Francia, lei, e Tunisia, lui. Dall’Algeria Nacera Belaza e Fares Fettane, fino a giungere in Marocco, con il Grouppe acrobatique de Tanger e lo spettacolo Chouf Ouchouf di Zimmermann & de Perrot.
Tutti gli artisti, assieme a operatori e critici, saranno protagonisti di un incontro con il pubblico dove parleranno del loro modo di fare arte e di rapportarsi alle loro origini culturali.

Suoni
La sezione dedicata all’universo musicale del Festival si apre al rock sperimentale e contemporaneo, alla musica classica e alle contaminazioni tra musica e poesia.
Tanti i progetti interessanti: la reinterpretazione dell'album emblema del rock sperimentale, Machine Music di Lou Reed, dell’ensemble Zeitkratzer; musiche urbane e ritmi funky, pop, disco e rock ‘n roll in Metropolis proposto dall’ensemble Sentieri Selvaggi; Sandglasses, concerto multimediale creato da Juste Janulyte_ con Luca Scarzella; l'inedito incontro tra musica e poesia proposto dai Brodsky Concerts con l'attore Dirk Roofthooft; l’Orchestra di Santa Cecilia con Antonio Pappano in una serata dedicata a Faust; il debutto a Romaeuropa di Yuval Avital, un compositore che si caratterizza per un originale incrocio di stili e culture musicali. Da non perdere il Bach: Streetwiew. L’Arte della Fuga di Mario Brunello, con l’elettronica eseguita dal vivo e curata dal geniale Theo Teardo, e il Nasdaq Match 0.2 di Uri Caine e Fabio Cifariello Ciardi, un duetto tra un pianoforte e l'andanmento della borsa.
Le proposte dal mondo dell'elettronica risuonano anche quest’anno nella rassegna Sensoralia al Brancaleone, nei 4 appuntamenti con Laurent Garnier, Speedy J, Kode 9 e Dj Hell. Al Circolo degli Artisti, per la rassegna Sconfini, ci saranno live di Architecture in Helsinki, Anna Calvi e Agnes Obel.
The Irrepressibles chiudono la 26a edizione del Festival presentando dal vivo il nuovo album, Nude, con il loro stile flamboyante, decadente, ironico fino al burlesque.

Vai al Calendario del Festival

CONVENZIONE INCONTRAGIOVANI: ritirando il coupon presso tutti gli Spazi Incontragiovani, i giovani al di sotto dei 35 anni avrano una riduzione del 35% sui biglietti per gli spettacoli (eslcusi gli spettacoli di: Peter Brook, DV8, Saburo Teshigawara)

Informazioni

Fondazione Romaeuropa - Opificio Romaeuropa

Indirizzo: Via dei Magazzini Generali, 20/A - 00154 ROMA (RM)

Telefono: 06.45553050

Fax: 06.45553005

Email: romaeuropa@romaeuropa.net

Sito web: http://romaeuropa.net

Organizzato da

Una produzione Fondazione Romaeuropa in collaborazione con Telecom Italia
Diretto da Fabrizio Grifasi con Monique Veaute alla presidenza
Con il sostegno di Ministero per i Beni e Attività Culturali, Comune di Roma, Regione Lazio, Provincia di Roma, Camera di Commercio, Fondazione Roma e Università Roma Tre
Con l’alto Patronato del Presidente della Repubblica
Con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero degli Affari Esteri

Tariffe

Biglietti: Intero da 40 a 15 euro. Con Incontragiovani riduzione del 35%

Parole chiave

teatro musica classica concerti elettronica convenzione incontragiovani rock danza contemporanea Romaeuropa festival

Ultimo aggiornamento 21/11/2011