Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 24 Settembre 2014 al 30 Novembre 2014

Romaeuropa Festival 2014

Linfa vitale. Come quella che scorre in città con la proposta del festival tra danza, teatro, nuovo circo, arte, musica e Digital Life. Riduzioni con Incontragiovani

Si apre il 24 settembre la 29a edizione del Romaeuropa Festival: 52 appuntamenti per 118 recite da 19 paesi diversi, 20 in prima italiana, 5 in prima assoluta, e 10 installazioni sonore in mostra a Digital Life, alla sua quinta edizione negli spazi de La Pelanda. Tanti gli artisti che attraverseranno i due mesi di programmazione nei 14 spazi associati al Festival, trasformando Roma in un grande spazio per la creazione contemporanea.
Tra le rassegne: il focus sulla danza emergente italiana e internazionale con DNA a cura di Anna Lea Antolini e Afropolitan, finestra sui nuovi linguaggi musicali che da circa un decennio caratterizzano il rinascimento africano in collaborazione con Afrodisia.

Programma

  • 24 - 25 - 26 settembre, ore 21.00 | Auditorium Conciliazione
    Akram Khan + Israel Galván Torobaka
    Per la prima volta queste due figure di punta della danza internazionale collaborano: una sfida teatrale che punta a esplorare nuovi territori della coreografia con spirito anarchico. Entrambi coreografi-danzatori, sono eredi di antiche e illustri tradizioni apprese fin da giovanissimi, il kathak per Khan e il flamenco per Galván.
  • 25 - 26 settembre, ore 20.00 - 26 settembre, ore 22.00 | Villa Medici
    Letizia Renzini Il Ballo delle Ingrate
    L’opera di Claudio Monteverdi trova con Letizia Renzini una decifrazione dell’universo femminile. Uno spettacolo fortemente contemporaneo, una composizione multimediale con le coreografie di Marina Giovannini, i testi originali di Theodora Delavault e l’installazione luminosa di Manuela Menici, l’esecuzione musicale curata da Sabina Meyer.
  • 26 settembre, ore 21.00 - 27 settembre, ore 19.00 - 28 settembre, ore 17.00 | Teatro Argentina
    Andrea Baracco + Biancofango + Roberta Zanardo e Luca Brinchi Hamlet
    Un Amleto contemporaneo come ancora non l’avete mai visto. Baracco rimaneggia la drammaturgia con Francesca Macrì (Biancofango) in uno sforzo che vuole scrostare le sedimentazioni, restituire la complessità dell’opera. Dieci i personaggi che prenderanno vita dentro la scenografia multidimensionale curata da Zanardo e Brinchi (Santasangre).
    CONTEST >>> Scopri come vincere i biglietti per lo spettacolo nella pagina contest
  • 30 settembre - 1 ottobre ore 21.00 | Teatro Argentina
    Hofesh Shechter Sun
    Un potente spettacolo di danza del coreografo anglo-israeliano, che si ispira alla danza popolare mediorientale o nordeuropea per reinterpretarla in chiave contemporanea. Caratteristica di Shechter è la capacità di indagare aspetti oscuri dell’agire umano: in Sun a tenere la scena è il potere, e le sue logiche crudeli, violente, ma anche grottesche.
  • 4 ottobre, ore 19 - 5  ottobre, ore 17 | Teatro Argentina
    Virgilio Sieni Dolce Vita
    Pochi coreografi hanno saputo trarre ispirazione da testi scritti come Sieni che in questo spettacolo si confronta con quella serie di episodi che formano la passione di Cristo. Annuncio, Crocifissione, Deposizione, Pietà, Resurrezione sono i titoli dei cinque quadri che andranno a formare il polittico, un tracciato attraverso «il dolore e la bellezza, la pietà e la leggerezza».
    CONTEST >>> Scopri come vincere i biglietti per lo spettacolo nella pagina contest
  • 9 - 10 - 11 ottobre, ore 21.00 - 12 ottobre, ore 17.00 | Teatro Eliseo
    ricci/forte Darling
    Il nuovo spettacolo di Gianni Forte e Stefano Ricci trae spunto dall’Orestea che diventa punto di osservazione e trampolino di lancio per aggredire la realtà. Obiettivo è il tempo della crisi che attraversiamo, con l’inconsapevolezza e la degenerazione autodistruttiva, le impossibili speranze, la falsa morale e, paradosso estremo, quel bisogno di etica di cui parlava Arendt.
  • 10 ottobre, ore 21.00 - 11 ottobre, ore 19.00 | Teatro Argentina
    Angélica Liddel Tandy
    Debutto atteso per lo 'spirito anarchico' e punk del teatro iberico, con il suo nuovo spettacolo ispirato a un racconto di Sherwood Anderson. Una solitaria bambina dopo aver udito la profezia di un bizzarro straniero, adotta il nome Tinda che diventa il simbolo della mancanza e del bisogno di amore, della disillusione e della melanconia.
  • 14 - 15 ottobre, ore 21.00 | Teatro Argentina
    Alain Platel Coup fatal
    Melodia barocca, musica e danza africana, teatro contemporaneo per un’ode ai sapeurs, i dandy congolesi. La potenza emotiva del regista, coreografo e drammaturgo incontra il musicista e cantante congolese Kakudji, un controtenore autodidatta, e coinvolge 13 musicisti di Kinshasa per reinterpretare i classici del barocco, compresi Händel e Gluck, con gli arrangiamenti in chiave di afro-pop, rock e jazz di Cassol e la direzione di Rodriguez Vandama.
  • 15 ottobre, ore 21.00 | Teatro Eliseo
    Benjamin Britten - Jamie Mc Dermott + Conor Mitchell + Mark Ravenhill Cabaret Songs
    Conor Mitchell riprende quelle Cabaret songs di Benjamin Britten, uno dei maggiori compositori del Novecento,  su testi del poeta Wystan Auden, per costruirci sopra uno spettacolo affidato a un interprete esplosivo come Jamie McDermott, leader degli Irrepressibles.
  • 15 ottobre, ore 21.00 | Teatro Eliseo
    Irrepressibles in concerto Nude: Viscera
    Sul palco i 5 elementi della band in un miscuglio esplosivo di glam, burlesque, dark, new romantic e rock decadente presentano Viscera, il primo di tre EP tratti dall’ultimo album Nude.
  • 17 - 18 ottobre | La Pelanda
    Le luci della centrale elettrica Cronache Emiliane
    Punta di diamante di una nuova generazione di cantautori italiani Vasco Brondi, ferrarese, classe 1984, con Le Luci rimette in scena appositamente per il festival Cronache Emiliane: un viaggio in Emilia, un territorio geografico, musicale, culturale e politico sospeso tra la terra e la luna. Le immagini scattate dal maestro Luigi Ghirri, musiche originali, cover stravolte e testi di Gianni Celati, Roberto Roversi, Pier Vittorio Tondelli e Cesare Zavattini.
    CONTEST >>> Scopri come vincere i biglietti per lo spettacolo nella pagina contest
  • 18 ottobre, ore 19.00 - 19 ottobre, ore 17.00 | Teatro Argentina
    Motus King Arthur
    La dramatic opera proposta da Motus in un gioco raffinato di specchi esalta le tensioni ricercate fra parola e canto, create dal testo di John Dryden e dalla musica di Henry Purcell. Ispirato alla guerra tra britanni e sassoni più che alle leggende di Camelot, King Arthur è infatti una semi-opera, un ibrido e finemente elaborato dove si alternano teatro musicale e parlato.
    CONTEST >>> Scopri come vincere i biglietti per lo spettacolo nella pagina contest
  • 18 - 19 ottobre, ore 21.00 | Teatro Eliseo
    Frederick Gravel Usually Beauty Fails
    Un potente omaggio coreografico e musicale all’universo della bellezza, tra seduzione, vulnerabilità e ironia. Rappresentante della scena di Montréal, con la sua compagnia di danzatori e musicisti, Gravel mescola generi e stili. Il suo linguaggio è fatto di intensità fisica, virtuosismo grezzo, in una colonna sonora rock-pop con potenti venature elettroniche.
  • 24 - 25  ottobre, ore 21.00 | La Pelanda
    Adrien M / Claire B Hakanai
    In giapponese Hakanaï significa fragile, impermanente, incorporeo: lo spettacolo si muove appunto sulla frontiera evanescente tra sogno tecnologico e realtà fisica. Esemplare incontro del nuovo circo con la danza, l’arte contemporanea, la tecnologia informatica quello tra Adrien Mondot, artista multidisciplinare e programmatore, e Claire Bardainne, artista, scenografa e designer.
  • 29 - 30 - 31 ottobre - 1 novembre, ore 21.00 - 2 novembre, ore 17.00 | Teatro Brancaccio
    Dada Masilo Carmen
    Svelare chi è lei, la gitana: ecco la Carmen che la danzatrice e coreografa africana ha ricreato assieme a 12 ballerini partendo dall’opera di Bizet. Figura di punta della scena coreografica del Sudafrica, Masilo è celebre per l’energia e la vitalità che riesce a trasmettere fondendo la danza contemporanea, quella tradizionale africana e il balletto classico. Per non farsi mancare nulla con Carmen ha aggiunto la malia del flamenco.
  • 30 ottobre | La Pelanda
    Afropolitan Baloji
    Storie di partenze e ritorni, giovani metropolitani nati in Africa e cresciuti nel mondo. Ad aprire Afropolitan è Baloji, artista belga/congolese. Con due album all’attivo e un'importante collaborazione con Damon Albarn, Baloji si afferma con un mix potentissimo tra afro-funk, hip hop, folk e musica etnica.
  • 31 ottobre | La Pelanda
    Afropolitan SwamiMillion aka LV vs. Fawda Trio Road to Essaouira
    Un viaggio musicale tra l’Inghilterra e l’Italia verso il Marocco (in parte finanziato dal crowdfunding) intrapreso per registrare un album collettivo. Dentro ci sono SwamiMillion, ovvero gli eroi del dubstep londinese Si Willams e Will Horroks (LV), e i Fawda Trio, gruppo sperimentale bolognese creato da Fabrizio Puglisi, Red-A-Zine e Danilo Mineo. Il loro live è il risultato di questo viaggio, un work in progress per tracciare tutti i punti di contatto tra l’elettronica odierna e la musica africana.
    CONTEST >>> Scopri come vincere i biglietti per lo spettacolo nella pagina contest
  • 1 novembre | La Pelanda
    Afropolitan OY
    Energia, freschezza e gioiosa audacia: OY è il duo formato dalla vocalist svizzero-ghanese Joy Frempong e dal batterista e produttore Lleluja-Ha. Frempong mescola elettronica e suoni recuperati nella sua terra di origine con la sua voce che narra storie, leggende, racconti dell’infanzia, frammenti umoristici e improvvisazioni.
  • 4 - 23 novembre | Teatro dell'Orologio
    Daniele Timpano + Elvira Frosini Zombitudine
    “Zombitudine non è uno spettacolo horror ma uno spettacolo sull’orrore di questo nostro tempo, su questa condizione di semi-vita che ci sentiamo addosso. (…) L’unico Risorgimento possibile per il nostro paese e per i suoi abitanti è un Risorgimento Zombi. Zombi di tutto il mondo unitevi!”
  • 4 novembre, ore 18.00 | Opificio Romaeuropa
    DNA Appunti Coreografici
    Tre coreografe italiane Annamaria Ajmone, Caterina Basso e il duo Valentina Buldrini/Martina La Ragione mostrano al pubblico, in uno spazio non convenzionale, i loro appunti coreografici. Presentano, ognuna in 15 minuti, differenti modalità di scrittura coreografica e personalissimi percorsi creativi. 
  • 4 novembre, ore 21.00 | Teatro Vascello
    DNA Sharon Fridman ¿Hasta Dónde? + Caida Libre
    Fridman apre la quinta edizione di DNA con lo spettacolo vincitore dell’Alicia Alonso ICC’12 Latin American Prize e la nuova creazione che porta in scena, insieme ai suoi sei danzatori, un gruppo di quindici interpreti locali. Nel primo due personalità s’interrogano sul concetto di distanza. In Caìda Libre la sua ricerca si sposta sul concetto di sopravvivenza.
  • 5 novembre, ore 19.00 | Piccolo Eliseo
    DNA Claudia Catarzi Intorno al fatto di cadere
    Già straordinaria interprete di diverse compagnie internazionali, fonda il suo lavoro su una profonda capacità di ascolto e concentrazione. Qui esplora quel momento di confine tra veglia e sonno, tra conscio ed incoscio.
    DNA Arno Schuitemaker The fifteen project
    Punto di partenza del lavoro coreografico è da un lato la relazione che si instaura tra corpo, spazio e tempo, dall’altro quella che si formula tra performer, spettatore e coreografo.
    DNA Itamar Serussi Ferrum
    Il coreografo olandese, d’origine israeliana, presenta un duo in 5 parti ispirato al poema Seventh Dance di Hezy Leskly (1952 – 1994), che rielabora in un gioco raffinato di puro movimento.
  • 6 novembre, ore 15.30 | Opificio Romaeuropa
    DNA talk_Il web salverà la Video Danza?
    La Fondazione Romaeuropa in sinergia con il Cro.me e Coorpi continua il suo ciclo di talk dedicati agli archivi coreutici e alle tematiche che ne derivano: condivisione, promozione e fruizione in piena era digitale, diritto d’autore e “Web regulation”. Ingresso libero
  • 6 novembre, ore 21.00 | Teatro Vascello
    DNA Louise Vanneste Black Milk
    Vera rivelazione del milieu belga degli ultimi anni. In Black Milk (Premio della Critica della Comunità francese in Belgio 2013), Vannaste s’interroga sul “qui ed ora” e sulla de-personalizzazione dell’azione esplorando con intensità ed originalità corpo, luci, suono e spazio.
  • 7 novembre, ore 19.00 | Carrozzerie N.O.T
    DNA Laboratori Chiara Frigo/ Silvia Gribaudi
    Chiara Frigo con Ballroom e Silvia Gribaudi con Over 60 propongono due laboratori e un evento/spettacolo conclusivo con il coinvolgimento di interpreti amatori di diverse fasce d’età.
  • 7 novembre, ore 21.00 | Piccolo Eliseo
    DNA Manfredi Perego Improvisations Abstract View n.10
    Una performance istantanea del vincitore del Premio Equilibrio 2014 nella sua forma poetica preferita, quella dell’Haiku: suoni di luce / aria vibra / temporaneo luogo.
    DNA Daniele Ninarello Rock Rose Wow
    Un’indagine che porta in scena uno stato di paura che si trasforma in coraggio, proprio come quella forza che scaturisce dall’assunzione del fiore di Bach, Rock Rose.
  • 7 novembre, ore 22.00 | Warehouse Rome
    Ben Frost in concerto
    La nuova elettronica ha trovato in Ben Frost uno dei suoi interpreti più sensibili e celebrati. Con Aurora presenta la sua ultima avventura nel suono, tra percussioni, guerre e Africa.
    CONTEST >>> Scopri come vincere i biglietti per lo spettacolo nella pagina contest
  • 8 novembre, ore 17.00 | La Pelanda
    DNA_Memory Adriana Borriello Tacita Muta
    Tacita Muta, un’antica dea infera romana, celebrata come dea del Silenzio, è la figura emblema, punto di partenza, del lavoro presentato da Adriana Borriello, coreografa e pedagoga di fama internazionale.
  • 8 novembre, ore 19.00 | La Pelanda
    DNA_Memory Virgilio Sieni Indigene
    Nel 2011 Virgilio Sieni da vita al progetto Cerbiatti del nostro futuro allo scopo di creare e sviluppare un repertorio di danza contemporanea destinato e interpretato da giovanissimi danzatori tra i 10 e i 15 anni. Nel 2013 nasce il progetto Butterfly Corner, un organismo stabile con quattro giovanissime danzatrici. Indigene è la seconda coreografia realizzata da Sieni per loro.
  • 8 novembre, ore 19.00 - 9 novembre,  ore 17.00 | Istituto Svizzero
    Omaggio a Giacinto Scelsi Integrale dell’opera per pianoforte 1952-1956
    Il sensitivo, l’esoterico, l’inafferrabile Giacinto Scelsi aveva trovato nel pianoforte il laboratorio per sviluppare il suo linguaggio più innovativo: il concerto di Fabrizio Ottaviucci presenta le opere scritte per questo strumento tra il 1952 e il 1956, tra cui in prima assoluta un importante inedito rinvenuto solo di recente.
  • 8 novembre, ore 21.00 | Teatro Vascello
    Giulio D’Anna O O O O O O O O
    Il brillante coreografo italo-olandese presenta la versione italiana (con la compagnia Fattoria Vittadini) del progetto vincitore dell’azione Anticorpi XL CollaborAction. Il materiale presentato è generato dal Curriculum Vitae dei performers e da dati statistici italiani. Agli interpreti è chiesto di articolare verbalmente e fisicamente memorie ed esperienze d’intimità ferita.
  • 9 novembre, ore 17.30 | Opificio Romaeuropa
    DNA_Memory Noé Soulier Mouvement sur mouvement
    Soulier, tra i coreografi emergenti più interessanti del momento, in questa lecture performance investiga da un lato la possibilità di creazione di un discorso sul movimento e, dall’altro, le possibilità del movimento stesso di generare discorso.
  • 9 novembre | Piccolo Eliseo
    DNA_Memory Raffaella Giordano Fiordalisi
    La Giordano, insieme ad altri danzatori, è legata alla figura di Carolyn Carlson e alla nascita del primo collettivo italiano, Sosta Palmizi. Nel 1995 crea il suo secondo solo Fiordalisi. Lontano da ogni necessità narrativa, è una visione immersa in un flusso ininterrotto di energia dove il corpo è interiorità ed esteriorità.

  • 9 novembre, ore 21.00 | Teatro Vascello
    DNA Jefta Van Dinther + Thiago Granato This is concrete
    Il coreografo e danzatore svedese ha tracciato un percorso autoriale straordinario per un emergente. Qui presenta un progetto nato nel 2012 dalla collaborazione con il coreografo e danzatore brasiliano Thiago Granato. Due uomini scivolano in una atmosfera da clubbing dove sette casse acustiche vibrano ritmando un lento avanzamento coreografico.
  • 12 - 13 - 14 - 15 novembre, ore 21.00 - 16 novembre, ore 17.00 | Teatro Eliseo
    Giorgio Barberio Corsetti Gospodin
    “È eroicamente testardo, sperimenta il mondo con il suo poetico e tragico rifiuto dell’unico elemento che fa girare il mondo, il denaro”. Così Corsetti descrive il protagonista della sua nuova regia teatrale, interpretato da Claudio Santamaria. Gospodin, tratto dal testo di Philipp Löhle, è una tragicommedia del rifiuto dove i linguaggi del corpo interagiscono con la tecnologia (graphic animation, video mapping e chroma key).
  • 15 novembre, ore 21.00 | Villa Medici
    Lucia Ronchetti + Ermanno Cavazzoni + Ready Made Ensemble Anatra al sal
    C’è ironia, sventatezza della parodia, lo sguardo leggero al passato e la follia della musica contemporanea in Anatra al sal di Ronchetti su testo di Cavazzoni, un brano che gli autori definiscono commedia harmonica, rifacendosi a quel piacere tutto rinascimentale per un teatro conviviale e fatto di suoni. Presentato in una nuova versione eseguito dal Ready Made Ensemble, questo brano ha imposto Ronchetti come una delle voci più autorevoli della sua generazione.
  • 15 - 16 novembre, ore 21.00 | Teatro Vascello
    Anagoor Virgilio Brucia
    Poesia e potere, bellezza e violenza, memoria e consenso: la compagnia Anagoor affronta questi temi in una prospettiva spiazzante, individuando alcune incrinature nel pregiudizio sulla figura di Publio Virgilio Marone, poeta al servizio dell’ideologia imperiale: punto d’attacco tre libri proprio dell’Eneide, quelli che Virgilio lesse ad Augusto.
  • spettacolo rinviato al 2015 | Teatro Valle
    Emma Dante Operetta Burlesca
    «Questa storia parla di Pietro, un ragazzo della provincia meridionale, nato femmina ai piedi del Vesuvio, parla in falsetto, ha un corpo sbagliato e un animo passionale, influenzato dal vulcano». C’è tutta Emma Dante nelle prime righe delle sue note di regia. C’è l’attenzione al Sud, alle diversità e alla marginalità, come le tre cose corrispondessero: il sud è diversità e marginalità.
  • 20 - 22 novembre, ore 21.00 e 23 novembre, ore 17.00 | Teatro Vascello
    Stéphane Ricordel + Olivier Meyrou Acrobates
    Lo spettacolo pensato da Ricrodel e Meyrou come omaggio a Champion, grande trapezista e loro maestro scomparso nel 2011. Il volteggio, il salto mortale, la caduta, la presa aerea, l’atterraggio in equilibrio si trasformano nel racconto dell’inesorabile scorrere del tempo, un viaggio di due persone attraverso entusiasmo e melanconia, con due superlativi interpreti Alexandre Fournier e Matias Pilet.
    CONTEST >>> Scopri come vincere i biglietti per lo spettacolo nella pagina contest
  • 21 novembre, ore 21.00 | La Pelanda
    Alessandra Cristiani + Ars Ludi + Michelangelo Lupone Feedback e risonanze
    Danza, meta-elettronica e video: la coreografa e danzatrice Alessandra Cristiani e il compositore e creatore di strumenti Michelangelo Lupone danno vita a tre opere per Feed-drum - all’apparenza un tamburo ma in grado attraverso una calcolata rigenerazione del suono di emettere suoni durevoli, tenuti e modulati.
  • 22 novembre, ore 21.00 | La Pelanda
    Tempo Reale + David Moss Many More Voices
    La voce si fa teatro: un gioco sonoro dove convergono la musica di ogni tempo, dal rock al pop fino alla classica e alla contemporanea, che si aggiungono alle vibrazioni del mondo che ci circonda. Una performance poetica, sarcastica, surrealista.
  • 27 - 28 - 29 novembre, ore 21.00 e 30 novembre, ore 17.00 | Teatro Brancaccio
    Aurélien Bory Plexus
    Uno spettacolo magico che il regista e drammaturgo dedica all’universo e al corpo di Kaori Ito, danzatrice, coreografa e giovane musa ispiratrice di una intera generazione di coreografi. Uno spettacolo fatto di illusionismo e visioni, grazie a semplici elementi scenografici, dove spicca una foresta di fili e corde visibili e invisibili, un uso sapiente e ammaliziato delle luci, così come l’assenza di video e tecnologia digitale.
    CONTEST >>> Scopri come vincere i biglietti per lo spettacolo nella pagina contest
  • 30 novembre, ore 21.00 | La Pelanda
    Closing party Addictive Tv + Frank Sent Us Orchestra of samples
    Addictive Tv, il duo formato da Graham Daniels e Mark Vidler impostosi all’attenzione internazionale per la capacità di elaborare e far suonare in tempo reale immagini e video, presenta l'ultimo progetto: un viaggio intorno al mondo, durato quattro anni, per registrare improvvisazioni di 100 musicisti dal Sud America all’Africa attraversando l’Europa. Un archivio utilizzato per costruire un’orchestra virtuale che nel live coinvolge la band romana Frank Sent Us.

RIDUZIONI INCONTRAGIOVANI >>>
I giovani fino a 35 anni di età possono ritirare presso gli Spazi Incontragiovani il coupon valido per ottenere biglietti ridotti del 20% circa per gli spettacoli del Romaeuropa Festival 2014 e biglietto ridotto (5 euro anzichè 7) per la mostra DigitaLife.

Maggiori informazioni sul sito romaeuropa.net

Visualizzazione del tipo di contenuto "appuntamenti":   Romaeuropa Festival 2013   attualmente pubblicato, ultima modifica effettuata da s.cinquegrana il 24/09/2013 - 14:18

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share

Romaeuropa Festival 2013

Dal 25 Settembre 2013 al 24 Novembre 2013

Romaeuropa Festival 2013

The art reacts, con l’arte si può reagire, è la proposta e l’augurio alla città del Festival che torna a proporre eventi di danza, teatro, musica, incontri e mostre. Riduzioni con Incontragiovani

XXVIII edizione con 41 appuntamenti in 76 giorni di spettacolo, di cui 16 in prima italiana, e 27 opere nella mostra Digital Life 4. Dal 25 settembre Romaeuropa porta nel suo festival, per oltre due mesi su 12 palcoscenici, 67 protagonisti della scena contemporanea internazionale e il loro sguardo sull’uomo del nostro tempo proponendo forme ed espressioni molto diverse tra loro. I nomi altisonanti di artisti internazionali si affiancano alle più riuscite prove delle nuove leve della drammaturgia italiana e alle giovani promesse della danza che viene da altri continenti, grazie anche al discorso sulla coreografia portato avanti con la rassegna Dna. Dalla danza alla musica con il Focus dedicato all’Africa, gli appuntamenti di elettronica Sensoralia al Brancaleone e Viva! con le sue proposte di musica nuova.

Calendario

  • 25, 26 settembre ore 20.30 | Auditorium Conciliazione
    Emanuel Gat The Goldlandbergs
  • 28 settembre ore 23 | Brancaleone
    Sensoralia_NEA
  • 2, 3 ottobre ore 20.30 | Auditorium Conciliazione
    Sasha Waltz Continu
  • 4, 5 ottobre ore 20.45 - 6 ottobre ore 17 | Teatro Eliseo
    Rachid Ouramdane Sfumato
  • 5 ottobre ore 23 | Brancaleone
    Sensoralia_Kutso
  • 6 ottobre ore 19 | Accademia di Francia-Villa Medici
    Carlo Boccadoro Natürliche Dauern di K. Stockhausen
  • dal 10 ottobre al 01 dicembre | MACRO
    dal 10 ottobre al 10 novembre | MAXXI
    mostra Digital Life 2013 Liquid Landscapes
  • 11 ottobre ore 20.30 | Palladium
    Sebastian Rivas / Antoine Gindt / Esteban Buch Aliados
  • 12 ottobre ore 20.45 - 13 ore 17 | Teatro Eliseo
    Antonio Latella / Schauspielhaus Die Wohlgesinnten
  • 16, 17 ottobre ore 20 | Teatro Eliseo
    Jan Fabre / Troubleyn The power of theatrical madness
  • dal 16 ottobre a gennaio 2014 | MAXXI
    mostra Jan Fabre Stigmata. Azioni e performances 1976 - 2013
  • 17 e 18 ottobre ore 20.30 | Palladium
    Marlene Kuntz La poesia della scienza
  • 19 e 20 ottobre ore 20.30 | Palladium
    Diego Buongiorno The bush
  • 19 ottobre ore 23 | Brancaleone
    Sensoralia_Ninos Du Brasil feat. Nico Vascellari
  • 20 ottobre ore 16
    Jan Fabre / Troubleyn This is theatre like it was to be..
  • 23 ottobre ore 19 | Opificio Telecom Italia
    Dna_Nicola Galli Beyond / Claudia Catarzi Sul Punto / Anna Basti Moto Perpetuo
  • 23 ottobre ore 21 | Palladium
    Dna_Alessandro Sciarroni Untitled_I will be there when..
  • 24 ottobre ore 18 | Carrozzerie N.O.T.
    Dna_Simona Bertozzi / Enrico Pitozzi Orphans e..
  • 24, 25 ottobre ore 21 - 26 ore 19 - 27 ore 17 | Teatro Argentina
    Thomas Ostermeier Hedda Gabler
  • 25 ottobre ore 19 | Opificio Telecom Italia
    Dna_Danza in un minuto
  • 25 ottobre ore 21 | Palladium
    Dna_Tabea Martin Duet for two dancers
  • 26 ottobre ore 19 | Opificio Telecom Italia
    Dna_Giorgia Nardin All dressed up with nowhere to go
  • 26 ottobre ore 21| Palladium
    Dna_Chiara Frigo / Emmanuel Jouthe When we were old
  • 30 ottobre ore 19 | Opificio Telecom Italia
    Dna_Cani Good Vibrations
  • 30 ottobre ore 21| Palladium
    Dna_La Veronal Siena
  • 30, 31 ottobre e 1 novembre ore 21 | Teatro Argentina
    Romeo Castellucci The four seasons restaurant
  • 6, 7, 8 novembre  ore 21 - 9 novembre ore 19, 10 ore 17 | Teatro Argentina
    Dada Masilo Dada Masilo’s Swan lake
  • 7, 8 novembre ore 19 | Opificio Telecom Italia
    Luciano Berio / Devis Venturelli In my end is my music
  • 7, 8, 9, 10 novembre ore 20.30 | Palladium
    Antonio Tagliarini / Daria Deflorian Ce ne andiamo..
  • 12, 13 novembre ore 20.30 | Palladium
    Panaibra Gabriel Canda Time and space: The marrabenta..
  • 13, 14, 15, 16, 17 novembre ore 21 | Teatro Quarticciolo
    Muta Imago Pictures of Gihan
  • 14 novembre ore 20.30 | Palladium
    Dj Khalab / Baba Sissoko - Bombino
  • 15 novembre ore 19 | Opificio Telecom Italia
    Viva!_Rella the Woodcutter
  • 15 novembre ore 20.30 -16 ore 18 | Teatro Vascello
    Guy Cassiers Orlando
  • 15 novembre ore 23 | Brancaleone
    Sensoralia_Diamond version feat. Alva Noto + Byetone
  • 16 novembre ore 19 | Opificio Telecom Italia
    Viva!_Marghareth Kammarer
  • 16 novembre ore 20.30 - 17 ore 17 | Palladium
    Qudus Onikeku Qaddish
  • 21, 22 novembre ore 20.30 - 23 ore 18 | Teatro Vascello
    Santasangre Harawi
  • 22 novembre ore 19 | Opificio Telecom Italia
    Viva!_Francesco Guerri / Carla Bozulich
  • 23 novembre ore 20.30 - 24 ore 17 | Palladium
    Yasmeen Godder See her change
  • 23 novembre ore 22 | Brancaleone
    Viva!_Carla Bozulich Evangelista

 

RIDUZIONI INCONTRAGIOVANI >>>
I giovani fino a 35 anni di età possono ritirare presso gli Spazi Incontragiovani il coupon valido per ottenere biglietti ridotti del 30% (ad eccezione delle poltronissime) per gli spettacoli del Romaeuropa Festival 2013 e biglietto ridotto per la mostra DigitaLife 4.

Informazioni

Fondazione Romaeuropa - Opificio Romaeuropa

Indirizzo: Via dei Magazzini Generali, 20/A - 00154 ROMA (RM)

Telefono: 06.45553050

Fax: 06.45553005

Email: romaeuropa@romaeuropa.net

Sito web: http://romaeuropa.net

Tariffe

Biglietti intero da 35 a 15 euro - ridotto da 30 a 10 euro. Pass 5 Spettacoli (4 spettacoli a scelta + 1 a scelta tra DNA, Suoni Contemporanei, Scena italiana) intero 100,00 euro - Pass 10 Spettacoli (7 spettacoli a scelta + 1 movimento + 1 suono + 1 parola) intero 150,00 euro - Pass DNA (9 spettacoli di danza) 60 euro - Pass 25 Spettacoli (Tutti gli spettacoli del Romaeuropa Festival 2014) intero 250,00 euro.

Parole chiave

teatro musica arte danza contemporanea contest incontragiovani Villa Medici Auditorium Conciliazione Giorgio Barberio Corsetti Digital Life la pelanda teatro vascello lanificio 159 Teatro Argentina emma dante Piccolo Eliseo Teatro dell’Orologio riduzioni con Incontragiovani Teatro Eliseo Virgilio Sieni Carrozzerie n.o.t le luci della centrale elettrica nuovo circo Romaeuropa Festival 2014 ricci/forte Frederick Gravel Akram Khan Israel Galván Hofesh Shechter Angélica Liddell Acrobates Dada Masilo Alain Platel Letizia Renzini Motus DNA Afropolitan Teatro Brancaccio Opificio Romaeuropa Istituto Svizzero

Ultimo aggiornamento 24/11/2014