Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 10 Aprile 2018 al 28 Aprile 2018

I libri del mese - aprile 2018

Thriller psicologico, poliziesco, noir sempre più strumenti di indagine del reale. E, accanto ai romanzi, una selezione di saggi e poesie nelle presentazioni a Roma

  • 10 aprile 2018, ore 17.30 | Casa della Memoria e della Storia
    Pioniere e rivoluzionarie. Donne anarchiche in Spagna (1931-1975) di Eulàlia Vega (Ed. Zero in Condotta)
    Il saggio restituisce visibilità alle donne libertarie che vissero in Spagna durante la Repubblica, la Guerra civile e il Franchismo. Grazie all’uso delle fonti orali si è potuto recuperare la memoria di queste protagoniste. Furono pioniere perché si ribellarono al ruolo subordinato che le donne spagnole avevano nella sfera pubblica e privata. Furono rivoluzionarie perché vollero abolire le ingiustizie del regime capitalista e autoritario per avviare la costruzione di un sistema egualitario sul piano economico, sociale e di genere.
    Intervengono l’autrice, docente di Storia contemporanea all’Università di Lleida e di Trieste, e Alessandro Portelli, presidente del Circolo Gianni Bosio. Letture di Fiorella Leone.
  • 11 aprile 2018, ore 20.00 | Libreria Altroquando
    L'arte dell'attesa di Andrea Köhle (add editore)
    Quanto è lungo il tempo delle nostre vite impiegato ad aspettare. Aspettare le cose più diverse: un amore, una telefonata, una nascita, una risposta, ma anche l’esito di un esame, un pullman che non arriva… Molta parte della nostra vita altro non è che una lunga attesa di qualcosa che è alle porte, e proprio quell’attesa è la parte più ricca del nostro vivere. Con l'aiuto dei maggiori scrittori e filosofi di tutti i tempi (da Barthes a Nabokov, da Camus a Handke) Andrea Köhler attraversa il tempo con la grazia della scrittura e della letteratura per condurre il lettore in una dimensione che non sappiamo vedere, ma in cui siamo perennemente immersi, facendoci capire che il tempo di chi aspetta è un tempo da coltivare con cura.
    Il libro è stato tradotto in italiano grazie al contributo del Goethe-Institut. A dialogare con l’autrice lo scrittore Paolo Di Paolo.
  • 12 aprile 2018, ore 18.00 | Istituto Balassi - Accademia d’Ungheria in Roma
    La Sinfonia di Kurt Pahlen (3° edizione 2017, Ei Editori)
    Per gli amanti della musica d'arte il termine sinfonia è probabilmente quello più ricorrente. Ebbene, questo termine così usato ha una sua origine, un suo sviluppo. È di questo che racconta il libro, esempio di divulgazione priva di qualsiasi banalizzazione. L'autore ripercorre la storia di questa espressione musicale attraverso le personalità e i momenti rappresentativi che ne hanno segnato il viaggio verso le sue forme più compiute, fino all'età moderna. Dai precursori alla nascita della partitura, dalle forme iniziali a Mozart, fino a Britten, l'autore dischiude tutto l'orizzonte dalla più classica delle architetture musicali. Saggio introduttivo di Cecilia Campa.
    Conversazione sulle possibili riletture del testo con Cecilia Campa, Johann Herczog e Luigi Maiello.
  • 13 aprile 2018, ore 19.00 | Libreria I Trapezisti
    Atlante delle meraviglie di Danilo Soscia (Minimum fax)
    C'era una volta la Wunderkammer, la camera dei prodigi: collezione di oggetti rari e squisiti, meraviglie della tecnica, orrori sublimi della natura e della storia. Danilo Soscia riprende questo immaginario e raccoglie sessanta parabole esemplari, memorie infedeli, miti e fantasmi, inventando una sulfurea e personalissima Spoon River e narrando con uno stile potente e originale le inquietudini e le ossessioni che da sempre attanagliano il cuore e la mente degli uomini. L'Atlante è dunque molti libri insieme: può essere letto dall'inizio alla fine come un catalogo fantastico delle passioni e delle avventure umane oppure può essere percorso seguendo a piacere la fitta trama di temi e luoghi che lo sottende.
    Sarà presente l’autore.
  • 13 aprile 2018, ore 18.00 | Sede AISM Roma, Via Cavour 179/A
    Sedotta e sclerata di Ileana Speziale (Bordeaux Edizioni)
    La protagonista del libro è Emily, è una ventenne impegnata a godere della giovinezza e a trovare il giusto equilibrio tra amore, passione e amicizia. Il mondo sembra però crollarle addosso quando un giorno le viene diagnosticata una “strana” patologia. Ma Emily, spinta dall’affetto di amici e genitori, non ci sta. È l’inizio di una battaglia che la porterà a scoprire quanto sia fondamentale vivere con passione ogni attimo e a capire che nulla potrà mai cambiare la sua vita.
    La presentazione del libro sarà moderata da Eleonora Boni, blogger di Giovanioltrelasm.it. Al termine della presentazione sarà offerto un aperitivo. Parte dei proventi del libro sono a beneficio dei progetti del Gruppo Young della Sezione Provinciale di Roma di AISM, Associazione Italiana Sclerosi Multipla.
  • 16 aprile 2018, ore 20.30 | Centro Insieme per Fare di Roma, Via Pelagosa, 3
    L'arte del pianoforte di Heinrich Neuhaus (Sellerio)
    Heinrich Neuhaus (Genrich Gustavovič Nejgauz, 1888 - 1964) è nato a Elisavetgrad (Ucraina) in una famiglia di insegnanti di pianoforte di origine tedesca e polacca. Dal 1922 fino alla morte ha insegnato al Conservatorio di Mosca, creando una propria scuola che ha prodotto centinaia di pianisti, interpreti e didatti che hanno ereditato dal Maestro la sua vasta cultura europea, lo spirito di libera creatività ed un altissimo livello professionale artistico, non solo dal punto di vista virtuosistico, ma anche espressivo.
    Valerij Voskobojnikov presenta il libro. Durante l'incontro sarà proiettato materiale inedito.
  • 18 aprile 2018, ore 18.30 | Libreria Nuova Europa
    Sara al tramonto di Maurizio De Giovanni (Rizzoli)
    Il dono di Sara è l’invisibilità, il talento di rubare i segreti delle persone. Capelli grigi, di una bellezza trattenuta solo dall’anonimato in cui si è chiusa, per amore ha lasciato tutto, ma non si è mai pentita. Poliziotta in pensione, ha lavorato in un’unità legata ai Servizi. E adesso che Viola, la compagna del figlio morto, la sta per rendere nonna, una vecchia collega la spinge a indagare su un omicidio già risolto. Così Sara torna in azione, in compagnia di Davide Pardo, uno sbirro stropicciato, e con il contributo inatteso di Viola. Un personaggio memorabile, quello di Sara, che dal suo archivio nascosto in una Napoli periferica e lunare ci trascina in fondo al nostro cuore, anche quando è nero.
  • 20 aprile 2018, ore 19.00 | Libreria Tuba
    Le assaggiatrici di Rosella Postorino (Feltrinelli)
    Rosa Sauer è affamata. Con lei ci sono altre nove donne. È l’autunno del ’43 e, quando le SS ordinano “Mangiate”, è la fame ad avere la meglio. Subito dopo, però, prevale la paura: le assaggiatrici devono fare da cavie per essere certi che il cibo da servire al Führer non sia avvelenato. Fra le giovani donne s’intrecciano alleanze e rivalità sotterranee. Ispirandosi alla storia vera di Margot Wölk (assaggiatrice di Hitler nella caserma di Krausendorf), l’autrice racconta la vicenda di una donna in trappola, fragile di fronte alla violenza della Storia, forte dei desideri della giovinezza. Si addentra nell’ambiguità delle relazioni umane, per chiedersi che cosa significhi essere e rimanere umani. In bilico sul crinale della collusione con il Male, per l’istinto spesso antieroico di sopravvivere.
    Sarà presente l’autrice
  • 20 aprile 2018, ore 11.00 | Luiss, Aula Toti, Viale Romania 32
    La maestra e la camorrista di Federico Fubini (Mondadori)
    Tre forze silenziose dominano oggi la società italiana: la ricchezza patrimoniale di una parte, le nascite sempre più rare (e l’emigrazione dei giovani), la fragilità culturale. La loro combinazione deciderà del nostro futuro. In Italia i discendenti di chi in passato ha costruito grandi fortune sono ancora al vertice, mentre i pronipoti delle classi popolari sono sempre sui gradini più bassi. Fubini ha condotto dei test, su bambini e ragazzi, per individuare gli ostacoli che impediscono loro di migliorare la propria condizione. Per dare una risposta all’immobilismo della società è necessario che la scuola porti il suo aiuto molto presto e con efficacia, perché è nei primi anni di vita che si può cambiare mentalità e perché un asilo d’infanzia “rende più di un bond”.
    Introduzione Lorenzo De Sio. Ne parlano con l'autore Giovanni Lo Storto e Andrea Prencipe. Partecipazione all'evento con registrazione.
  • 26 aprile 2018, ore 18.30 | Instituto Cervantes, Sala Dalì
    Vigilia di restare di Juan Vicente Piqueras (Multimedia)
    “Nelle sue poesie i miei occhi hanno raccolto schegge di luce che mi hanno portato lungo rotte e sentieri così carichi di nuvole misteriose e avvolgenti da farmi capire che Juan Vicente Piqueras è poeta alto.” (Tonino Guerra). Juan Vicente Piqueras è un caso singolare nella poesia spagnola contemporanea. Estraneo a mode, etichette e correnti letterarie, lontano da tutto e da tutti, Piqueras è una delle voci più originali del panorama poetico spagnolo. Lasciata la Spagna, ha vissuto in Francia, Italia, Grecia e Algeria. Ha lavorato come attore, sceneggiatore, annunciatore, doppiatore, traduttore e insegnante di spagnolo. Si è dedicato alla poesia e alla diffusione della lingua e della cultura spagnola e ispanoamericana. Ora viene presentata la sua antologia poetica bilingue tradotta da Raffaella Marzano.
    Interviene Marco Lodoli.
  • 27 aprile 2018, ore 18.00 | Biblioteca Penazzato
    Stanca Morta e Papir di Elena De Vecchi (Robin edizioni)
    Sullo sfondo del confine orientale storie antiche si intrecciano a nuovi inquietanti misteri. I poliziotti italiani e sloveni condividono ipotesi, impressioni, informazioni e fette di torta. L’ispettore Kaucich di Gorizia, Devetak capo dell’anticrimine di Nova Gorica, il sovrintendente Casertano, l’assistente Zingerle sono i protagonisti dei due romanzi gialli di Elena De Vecchi: Stanca Morta, in cui la vicenda della scomparsa di Emma Torriani si intreccia alle flebili tracce di Caterina, un’antenata dal misterioso destino, e Papir, nel quale lo scenario delittuoso è dominato dai tre santi di una pala d’altare, mentre una sconosciuta invia sconcertanti messaggi proprio quando riemergono dal passato le lettere del fante austroungarico Isidoro…
    Con l'autrice interviene Maria Pia Monteduro.
  • 28 aprile 2018, ore 17.00 | Pro Loco di Roma Capitale, Via Giorgio Scalia, 10/B
    La scelta del buio di Piergiorgio Pulixi (e/o)
    Il commissario Vito Strega, reintegrato dalla commissione disciplinare, è rientrato in servizio operativo. Deve fare luce sul suicidio di un ispettore della Omicidi, ma nota da subito delle incongruenze. Conosceva la vittima, avevano condotto un'indagine insieme, anni prima. Non crede che il collega si sia suicidato e inizia a indagare alle spalle dei superiori. Presto scoprirà di averci visto giusto e si troverà a fronteggiare l’incubo più grande per qualsiasi poliziotto. Vito Strega è un investigatore che ha fatto dello studio e della lotta al Male la sua ragione di vita. Un uomo geniale, ma dall'animo spezzato. Pulixi torna con una nuova storia che spazia dal thriller psicologico al poliziesco più nero.
    Intervengono Simona Teodori e Luana Troncanetti.
http://www.zeroincondotta.org/libri/ev_pioniere.html

Ultimo aggiornamento 10/04/2018