Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 4 Febbraio 2017 al 28 Febbraio 2017

I libri del mese - febbraio 2017

Narrazioni tra finzione e realtà per attraversare il mistero del passato e le incognite del presente, graphic novel, ricette del cuore e itinerari poetici nei libri presentati in città

  • 4 febbraio, ore 20.30 | Libreria Assaggi
    Acido Fenico di Giancarlo de Cataldo, Steve Della Casa e Giordano Saviotti (Einaudi)
    Da un testo teatrale di Giancarlo De Cataldo una graphic novel in piena atmosfera noir, fulminea e suggestiva. Con i fumetti del giovane illustratore e disegnatore Giordano Saviotti al suo esordio editoriale e gli story board del critico cinematografico e sceneggiatore Steve Della Casa. Odore di mare e di violenza. Odore di paura e di speranza. Odore di sartiame e di disperazione.
    Con gli autori intervengono Marco Giusti e Marino Sinibaldi.
  • 7 febbraio, ore 18.30 | Institut français - Centre Saint-Louis, Médiathéque
    Un caffè con Robespierre di Adriana Assini (Scrittura & Scritture)
    Parigi 1793. Attraverso il confronto di una coppia, uno scorcio di Rivoluzione, carico di promesse e di eccessi, di glorie e di spine. Sventola il tricolore della Repubblica, i Caffè brulicano di gente e di idee, le piazze si trasformano a volte in luoghi di supplizio. E cade anche la testa di Marie-Antoinette. Un tempo al servizio della corte di Versailles, l’irrequieta Manon, rinomata modista, e suo marito Bertrand, cuoco raffinato, vengono travolti dal nuovo corso della Storia, ritrovandosi sempre più estranei l’una all’altro: lui ancorato al passato, fedele all’Ancien Régime; lei soggiogata dal credo giacobino, attratta dal mondo più libero ed equo predicato da Robespierre, che abita a due passi dalla sua casa. L’amore tra Manon e Bertrand corre sul filo di una corda, rischiando di finire nella polvere.
    Presentazione del libro in lingua italiana alla presenza dell’autrice.
  • 7 febbraio, ore 18.00 | la Feltrinelli Galleria Sordi
    Cedi la strada agli alberi di Franco Arminio (Chiare Lettere)
    Il volume raccoglie parte della produzione in versi dell’autore. Ma non è un’antologia, è un’opera antica e nuova, raffinata e popolare, un intreccio di passioni intime e passioni civili. C’è un omaggio al paesaggio e ai paesi raccontati nei libri in prosa. E una serie di poesie amorose in cui spicca un acuto senso del corpo femminile. Dopo i testi intensi dedicati agli affetti familiari, le conclusioni sono affidate a riflessioni sulla poesia al tempo della Rete. I versi, lavorati con puntiglio e cura, arrivano ad una veste semplice, diretta, senza aloni e commerci col mistero. La scrittura poetica è una serena obiezione alle astrazioni e al gioco linguistico, una forma di attenzione a quello che c’è fuori.
    Interviene Claudio Damiani.
  • 8 febbraio, ore 17.00 | Biblioteca Nazionale Centrale di Roma
    La terza notte di Valpurga di Karl Kraus, a cura di Paola Sorge (Edizioni Clichy)
    Tra maggio e settembre del 1933, pochi mesi dopo l'ascesa al potere di Hitler, Karl Kraus - brillante scrittore e giornalista ebreo austriaco - scrisse la prima, la più profonda e la più esaustiva analisi del nazismo che mai sia stata scritta, una “colata di lava incandescente” che - come scrive Paola Sorge nella sua introduzione al volume - “scende con violenza via via più forte a bruciare un mondo inconcepibilmente disumano” e dà corpo a queste pagine vibranti e tormentate. L'opera per ovvi motivi venne stampata solo nel 1952, ma se fosse stata divulgata nel 1933, quando era stata scritta, se fosse arrivata all'opinione pubblica mondiale, avrebbe forse potuto cambiare il corso della storia?
  • 8 febbraio, ore 18.00 | la Feltrinelli Marconi
    Fatina Sed. Biografia di una vita in più di Fabiana Di Segni e Anna Segre (Elliot)
    È la storia di Fatina Sed, arrestata a Roma a tredici anni, deportata nel campo di sterminio di Auschwitz e sopravvissuta alla Shoah. Una storia scritta su un quaderno trovato dopo 50 anni da sua nipote Fabiana Di Segni, che ha ricostruito tramite il racconto la parte mancante della vita di sua nonna e la sofferenza sua, delle zie e della madre. Un dolore che si è tramandato nelle generazioni successive e che ci mostra, con estrema verità e crudezza, Auschwitz come trauma personale, familiare e collettivo. Una testimonianza che aiuta a tener viva la memoria, al riparo dalla semplificazione o dall’oblio.
    Intervengono Edda Billi, Valeria Viganò e Giovanna Nuvoletti.
  • 9 febbraio, ore 18.00 | Libreria Koob
    La malinconia dei Crusich di Gianfranco Calligarich (Bompiani)
    La luna sull'acqua, la notte e uno sguardo di malinconia sul mondo, la nostalgia per qualcosa che forse è perduto o forse non si raggiungerà mai. È il bagaglio di Luigi Crusich, partito da Trieste per approdare a Corfù dove mette al mondo sei figli. Il primogenito, Agostino, sarà destinato alla luce dell'Africa e poi alla Milano fervente della ricostruzione; toccherà al figlio GinoCrusich (tutto attaccato) cercare un altro sguardo sul mondo attraverso la fotografia, percorrere il Sud d'Italia e poi quello dell'America. Infine l'eredità della malinconia toccherà a Uberto Crusich, veterinario sul Lago Maggiore. I Crusich sono la famiglia e gli antenati dell'autore, e non si sa quanto sia la realtà a superare la fantasia o quanto la verità sia stata deformata poeticamente in questa saga lunga oltre un secolo, a partire dal 1901.
    L’autore presenta il suo romanzo.
  • 9 febbraio, ore 18.00 | la Feltrinelli V.E. Orlando
    Vita da commessa di Laura Tanfani (Becco giallo)
    L'eterno indeciso. Quello che non saluta. Quello che casomai ripasso. Quello con la mamma che decide per lui. Il bambino che appoggia le mani sulla vetrina appena pulita. I weekend che non sono mai liberi, i saldi e i black friday, i pacchettini regalo. Il famigerato cliente dell'ultimo minuto… Il libro è il racconto di chi, stando dietro il bancone di un negozio, vive tra richieste assurde, grammaticalmente sbagliate, psicologicamente disarmanti. Scanzonato, ironico e totalmente autobiografico: Laura Tanfani è la giovane commessa di un grande negozio di abbigliamento.
  • 10 febbraio, ore 18.00 | Bibliocaffè Letterario
    Ricette per ricominciare. Quaranta autori in cucina per la ricostruzione del Centro Italia, AA.VV. (Ali&no Editrice)
    Dopo il sisma del 30 ottobre 2016 la geografia di Umbria e Marche è stata modificata per sempre. Chiamati a raccolta, quaranta scrittori e giornalisti di tutta Italia hanno donato una ricetta con un frammento di memoria autobiografica legata a quel cibo. È nato così un meraviglioso viaggio nell’intimità e nel calore che solo il cibo del “cuore” sa trasmettere, alla scoperta di ricettari di famiglia, piatti regionali o arcaici, profumi che evocano storie e che ritornano come per magia a curare, solo per pochi attimi, le ferite. Anche quelle dell’anima.
    Il ricavato dalla vendita del libro contribuisce alla ricostruzione culturale (scuole, biblioteche e centri sociali) del Centro Italia ferito dal terremoto. Presentazione del libro e degustazione di ricette suggerite dagli autori.
  • 11 febbraio, ore 18.30 | Libreria Griot
    Non dirle che non è così di Raffaella Greco Tonegutti (Blonk edizioni).
    Due figlie e due padri ai confini del vecchio mondo e al centro della Storia. Amina e Ljuba camminano sul crinale della Storia, con i loro lunghi capelli sciolti nel vento della Goulette di Tunisi, in piena Primavera. Involontarie paladine di una rivolta che le ha travolte senza interrogarle, scoprono l’amore, la lotta contro le ingiustizie sociali, la libertà, l’appartenenza. Una storia di frontiere: emotive, storiche, geografiche. Un intreccio di storie dentro la Storia, un ritratto visionario dei confini dell’Europa impressi negli sguardi di due giovani che si scoprono donne nel breve corso della Primavera 2011.
    Insieme all’autrice parteciperanno Ingy Mubiayi e Simona Marchetti.
  • 15 febbraio, ore 18.00 | Sala Convegni della Società Dante Alighieri di Roma, Palazzo Firenze - Piazza di Firenze, 27
    Il manoscritto di Dante di Claudio Coletta (Sellerio)
    A Parigi in un lussuoso appartamento del Marais è stato rinvenuto il cadavere di Clothilde Dumoulin, milionaria, donna d’affari, e collezionista di opere d’arte. Nario Domenicucci, ispettore dell’Europol incaricato delle indagini, insegue una traccia di sangue e di secoli per districare un complicato labirinto di delitti e misteri. Fino a imbattersi in due fogli bruciacchiati, unico autografo esistente della Divina Commedia di Dante, avventurosamente finiti nelle mani di un nobile francese e custoditi segretamente nel suo castello per settecento anni.
    L’autore presenta il libro e ne discute con Alessandro Masi.
  • 16 febbraio, ore 18.30 | Libreria Nuova Europa
    Zoé la principessa che incantò Bakunin di Lorenza Foschini (Mondadori)
    Annoiata dalla vita di corte, la principessa Zoé Obolenskaja, donna colta e di gran fascino, ricchissima ma di idee radicali, lascia San Pietroburgo alla volta dell'Italia. Nel 1866, a Napoli, conosce Michail Bakunin, il nobile ribelle ricercato dalle polizie europee. Conquistata dalle sue idee, la principessa gli mette a disposizione il proprio patrimonio e viene elevata al rango di rivoluzionaria. Nel paradiso ischitano Bakunin mette a punto il pensiero anarchico e Zoé incontra l'amore. Ma la sua vicenda fa scandalo. Zoé Obolenskaja ha ispirato Anna Karenina di Tolstoj, Sotto gli occhi dell'Occidente di Conrad e La principessa Casamassima di James, poi su di lei è caduto l'oblio. Ora, grazie a ricerche di archivio, se ne ricostruisce la figura in una biografia avvincente e drammatica.
    Sarà presente l'autrice,
  • 16 febbraio, ore 18.00 | Biblioteca del Senato
    Né Centauro né Chimera di Antonio Armellini, Gerardo Mombelli (Marsilio)
    L’Europa è chiamata ad affrontare le sfide della crisi economica e di una globalizzazione contrastata, mentre la vittoria di Trump segna il ritorno della primazia delle sovranità nazionali. L’Unione ha assunto connotazioni spesso contraddittorie, tra ipotesi federali e idee di integrazione limitata alla circolazione di beni e servizi. Per recuperare, deve riconoscersi plurale, formalizzando l’esistenza di due entità: un’Europa più politica e sovranazionale e una intergovernativa circoscritta al mercato. Questa la teoria degli autori che non vedono alternativa, se si vuole ridurre il disordine mondiale, restituendo all’Ue l’ambizione di contare.
  • 23 febbraio 2017, ore 17.00 | Casa della Memoria e della Storia
    I poeti incontrano la Costituzione a cura di Carla Guidi e Massimo De Simoni (Ediesse editore)
    Chi meglio del poeta-scrittore può avere facoltà di descrivere un avvenimento così importante della nostra memoria collettiva e della storia della nostra democrazia come la nascita della Costituzione? Nasce così l’idea di costruire un percorso a più voci che rilegga la nostra Carta fondamentale con gli occhi della letteratura, affrontato da generazioni che hanno avuto con essa rapporti indiretti ma forti, sostenuti dall’orgoglio e dall’identità partecipativa trasmessa loro dall’esperienza e dai ricordi dei padri o addirittura dei nonni.
    Con i curatori interviene Marco Palladini scrittore, poeta ed attore. Modera Italo Pattarini, FIAP Roma-Lazio.
  • 27 febbraio, ore 18.30 | Palazzo Santa Chiara
    L’imbecillità è una cosa seria di Maurizio Ferraris (il Mulino)
    A lungo l'umanità si è considerata perfetta, attribuendo le proprie défaillances all'alienazione della tecnica o ad entità malvage come il Capitale e l'Europa. Ma il problema era un altro: l'imbecillità, dentro e fuori di noi. Una cosa seria, a cui sinora non si è dato che uno sguardo distratto, come fosse una cosa per pochi e, soprattutto, per altri. Non è così e, appena ce ne accorgiamo, i conti tornano nell'economia, nella società e nella storia. Da qui l'irresistibile riflessione del filosofo su questa imbarazzante caratteristica dell'umano. E ce n'è per tutti: titani del pensiero, giganti della letteratura, protagonisti della storia. È solo dal sentirci tutti lambiti dall'imbecillità che ha origine il progresso dell’umanità ossia la sua fuga senza fine dall'imbecillità.
    L’autore discute del suo volume con Enrico Cisnetto, nell’ambito di Roma InConTra.
  • 28 febbraio 2017, dalle ore 17.30 alle ore 19.00 | Casa delle Letterature
    La rondine sul termosifone di Edithe Bruk (La Nave di Teseo)
    Testimone dell’orrore della Shoah, cui ha dato voce nelle sue opere tradotte e premiate in tutto il mondo, Edith Bruck torna con un memoir tenero e struggente, in cui la grande storia e le sue tragedie si affacciano come sfondo al racconto intimo dell’amore e della dedizione per suo marito, il poeta Nelo Risi, scomparso nel 2015. Edith Bruck ha scelto di stargli accanto sino alla fine, trascorrendo accanto a lui gli anni della progressiva malattia che lo ha allontanato dal mondo, dai suoi ricordi, dagli affetti, dal lavoro. Una storia in cui il senso di una condivisione profonda viene restituito nella sua verità, unico filtro attraverso cui si può ancora parlare della bellezza dell’amore.
    Partecipano Lucio Villari e Paolo Di Paolo. Letture di Pamela Villoresi.

Ultimo aggiornamento 28/02/2017