Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 7 Febbraio 2018 al 27 Febbraio 2018

I libri del mese - febbraio 2018

Saggi di cinema, arte, storia, sociologia, raffinati percorsi letterari e romanzi dai mille volti: questo e molto altro tra i libri presentati a Roma

  • 7 febbraio 2018, ore 19.00 - 21.45 | Libreria Assaggi
    La pura superficie di Guido Mazzoni (Donzelli)
    Il libro intreccia voci e temi diversi. In primo piano l’esistenza di una persona qualsiasi nelle città del mondo occidentale, che sperimenta il vuoto, la solitudine, l’estraneità a se stesso e gli altri. Poi ci sono gli individui che l’io incontra o osserva da lontano e che rendono visibile la complessità dei destini personali. Tutto intorno, c’è il piano dei destini generali, i grandi eventi collettivi che condizionano le singole vite: la rievocazione dei conflitti anni ‘70, il G8 di Genova, l’11 settembre visto in tv, i video dell’Isis. Alternando versi e prosa, si parte dalle superfici - finestrini di treni e aerei, schermi dei media, facce - per ricercare la profondità e restituire un’immagine di cosa significhi essere vivi all’inizio del XXI secolo.
    L’autore ne parla con Andrea Cortellessa, Gianluigi Simonetti e Gilda Policastro.
  • 8 febbraio 2018, ore 18.00 - 20.00 | Museo Civico di Zoologia
    Diario di bordo del viaggio del Beagle di Charles Darwin, a cura di Guido Chiesura (Robin edizioni)
    In occasione del Darwin Day 2018, presentazione della prima traduzione in italiano del Diario originale del naturalista inglese, edita nel 1933. The Beagle Diary 1831-1836, diario quasi quotidiano dal 24 ottobre 1831 al 7 novembre 1836, scritto prima nel porto di Devonport, poi a bordo e durante gli sbarchi, è il testo che per la sua immediatezza meglio si presta alla valutazione e al godimento delle avventure e delle riflessioni di Darwin. Le tappe del viaggio, le esperienze e le impressioni sono registrate in ordine cronologico, a differenza del Journal in cui Darwin racconta spesso con un criterio geografico o tematico. Leggere il ben noto Viaggio di un naturalista è come ascoltare un racconto di Darwin, leggere questo Diario è come viaggiare con lui.
    Oltre al curatore, sarà presente Barbara Continenza, storica della Scienza all’Università Tor Vergata.
  • 8 febbraio 2018, ore 17.30 | Casa della Memoria e della Storia
    Donne di Roma di Michela Ponzani (Rizzoli)
    Nel parco archeologico dell’Appia Antica è conservata una lapide in onore di Annia Regilla, assassinata nel 160 d.C., quasi certamente suo marito, Erode Attico. Inizia da uno dei primi “femminicidi” della storia il viaggio tra le vite delle donne di Roma. Romane per nascita o per adozione, protagoniste del loro destino, più spesso vittime di padri, mariti e fratelli. Cornelia e Lucrezia, Beatrice Cenci, Lucrezia Borgia e Francesca Bussa de’ Leoni, passata alla storia come santa Francesca Romana, donne partigiane e protagoniste dell’emancipazione. Attraverso i secoli tra vicoli, piazze, chiese, palazzi, salotti, bordelli e carceri, la città eterna racconta le storie, i sentimenti, le tragedie delle sue donne.
  • 9 febbraio 2018, ore 19.00 | Libreria Fahrenheit 451
    Caccia funebre di Massimo Canevacci (Aracne)
    Caccia funebre narra la crisi dell’università attraverso un delitto. Il genere giallo si intreccia a quello saggistico in forme narrative innovative. Il contesto immaginario ruota intorno alla facoltà di Scienze della Comunicazione di Roma. Qui avviene il primo delitto: un professore di antropologia viene assassinato brutalmente per mezzo della pagina 221 di un libro infilata in bocca. Mentre il commissario Clavicola dirige le indagini, altri studenti, tutti legati all’esperienza con la cultura Bororo in Brasile, vengono violentemente assassinati. Chi è che uccide professori e alunni in nome di un potere accademico immodificabile? Questo l’enigma da risolvere.
    Con l’autore partecipano Massimo Ilardi, Antonella Passani, Decio Murè, Flavio De Giovanni, Enrico Pozzi, Sheila Ribeiro.
  • 9 febbraio 2018, ore 18.30 | Libreria Coreander
    Il Corpo di Giorgio Montefoschi (Mondadori)
    Giovanni è un uomo di sessant'anni, felicemente sposato con Serena, la fedele compagna di una vita. Ma un improvviso attacco cardiaco mina profondamente le sicurezze dell'uomo. La nuova consapevolezza della sua caducità lo spinge verso Ilaria, compagna del fratello più giovane, con la quale inizia una relazione proibita... In una Roma borghese, complice e distratta, Giorgio Montefoschi racconta una vicenda semplice e al tempo stesso devastante, in cui desideri ed egoismi si fanno strada nella quotidianità, per brindare alla vita con un dolcissimo e disperato calice di passione.
  • 10 febbraio 2018, ore 19.00 | Libreria Arcadia
    Cronache infedeli di Flavio Fusi (Voland)
    Un viaggio di trent'anni attraverso i cambiamenti di un mondo in tumulto. Da Sarajevo assediata a Berlino liberata dal muro, da New York inginocchiata davanti alle Twin Towers a Mosca che maledice il proprio passato, il cronista - Flavio Fusi - raccoglie e racconta, cercando di mettere ordine nel caos. Di notte vengono a trovarlo gli spettri benevoli dei compagni che ha incontrato lungo i sentieri dell'Africa, nei villaggi massacrati dell'America Latina e dei Balcani, nelle province dell'Impero sovietico. Non è un giudice, ma solo un complice. Un libro di memorie, sogni e ricordi. Una storia vera, autentica e infedele.
  • 11 febbraio 2018, ore 18.30 | Libreria Griot
    Il tesoro degli ashanti di Francesca Giommi (Aras edizioni)
    In un pomeriggio di fine luglio, Isabel parte dall’aeroporto di Bologna per il tanto sognato viaggio di laurea: destinazione Ghana, Africa occidentale. L’avventura che la attende ridefinirà le confuse idee accumulate durante gli anni di studio sul continente africano e i suoi abitanti, facendole attraversare l’intero paese in un turbinio di suoni e colori, sapori e odori. Nel giorno dell’Emancipazione, tra l’euforia generale dei festeggiamenti, Isabel ritrova John, compagno americano dei tempi del college, sorridente e statuario nel suo abito ashanti tradizionale, che la condurrà in una serie di indimenticabili incontri ed esperienze, risvegliando sopite emozioni...
    Insieme all’autrice partecipa la giornalista Chiara Ricci.
  • 12 febbraio 2018, 18:00 | We GIL
    La mafia dopo le stragi di Attilio Bolzoni (Melampo)
    Totò Riina è scivolato nella tomba con tutti i suoi segreti e la mafia delle stragi non c'è più. È finita un'epoca. Sono passati più di 25 anni dalle uccisioni di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino, ma oggi sappiamo tutto e niente. Le mafie hanno preso altre forme, sono élite criminali che puntano ad accorciare le distanze fra mondo legale e illegale. Sono diventate apparentemente sempre meno aggressive e sempre più collusive. E si nascondono. A volte non le riconosciamo più. “Io non so più come fotografare la mafia perché non riesco a vederla”, dice Letizia Battaglia, la grande fotografa che con i suoi scatti l'ha fatta conoscere fuori dai confini italiani.
    Con l’autore saranno presenti Luca Tescaroli, magistrato della Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, Francesco Forgione, laboratorio antimafia Università la Sapienza di Roma e Gianpiero Cioffredi, Presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e Legalità della Regione Lazio.
  • 14 febbraio 2018, ore 18.00 | Galleria Nazionale d'Arte Moderna
    Franco Angeli. Gli anni '60 a cura di Luca Massimo Barbero (Marsilio)
    Franco Angeli (Roma, 1935-1988) è stato uno dei grandi protagonisti della stagione artistica dell’Italia del secondo dopoguerra. Spesso etichettato come “pop” si svela invece, attraverso nuovi documenti e studi, un artista dal percorso sorprendente e inedito. Dagli esordi negli anni ‘50, in quel laboratorio romano ancora poco noto dove si sono incrociate le nuove generazioni e i maestri dell’arte italiana, vengono ricostruite le corrispondenze stilistiche, artistiche e di relazioni di Angeli con i suoi amici e sodali fino agli anni ‘60 quando, con il raggiungimento di un’immagine esistenziale e carica di impegno polemico e provocatorio, la sua opera si sviluppa in un percorso versatile, in dialogo con il contesto internazionale.
  • 21 febbraio 2018 ore 17.00 | Biblioteca Guglielmo Marconi
    Il tempo interiore. L’arte della visione di Andrej Tarkovskij di Filippo Schillaci (Lindau)
    Per Andrej Tarkovskij, cui è dedicato il saggio, fare cinema non consiste nel raccontare “piccole storie recitate e filmate”. I suoi film si distinguono invece per un uso accentuato delle specificità del cinema, concepito come un’arte più vicina alla musica e alla poesia che alla letteratura. Le sue opere ci immergono in un narrare in cui la rappresentazione della cosiddetta azione, ovvero della parte immanente della vita, si è ineffabilmente rarefatta. La diegesi lascia il posto a meditazioni che si fanno pura immagine, immerse nel silenzio e nel tempo. Un altro tempo. E affinché ciò accada tutto deve fermarsi.
    Interviene l'autore
  • 22 febbraio 2018, ore 18.00 | La Feltrinelli Galleria Alberto Sordi
    Se ricordi il mio nome di Carla Vistarini (Corbaccio)
    È possibile che un trentenne ricco sfondato, su una spiaggia caraibica, invece di rallegrarsi per la propria sorte muoia di nostalgia per una famiglia, che non è neppure la sua, e per una bambina un po’ buffa? Sì, se si chiama Smilzo e ha trascorso i mesi più belli della sua vita cercando di aiutare quella bambina e la sua ricchissima madre, vittime di un mostruoso piano criminoso in una Roma caotica e implacabile. Ma ora che tutto è finito e che si trova a scontare i suoi peccati fiscali in un paradiso naturale, gli riesce solo di pensare a loro e a una serie di personaggi bislacchi e straordinari che ha conosciuto. Ma la bambina non l'ha dimenticato, ha bisogno di lui. E Smilzo sta già correndo verso di lei…
    Con l’autrice dialogano Enrica Bonaccorti ed Enrico Vaime.
  • 24 febbraio 2018, dalle ore 12.00 alle 14.00 | Libreria La nuova Europa
    Follia maggiore
    di Alessandro Robecchi (Sellerio)
    Umberto Serrani è un elegante, anziano, ricco signore. Quando apprende della morte di Giulia – un amore totale di venticinque anni prima, un rimpianto mai sopito – decide di agire. Vuole sapere di quella morte assurda, di quella donna amata nella lontananza e della figlia Sonia, promettente soprano. Assolda per questo una coppia di strani investigatori, Carlo Monterossi e Oscar Falcone, mentre sull’omicidio lavorano anche Ghezzi e Carella, sovrintendenti di polizia. I quattro, indipendentemente gli uni dagli altri, dragheranno le acque fetide che hanno inghiottito Giulia, con il sottofondo delle arie d’opera in cui la giovane Sonia si esercita per realizzare il suo sogno.
  • 27 febbraio 2018, ore 16.30 | Biblioteca Europea
    Generazione Isis di Olivier Roy (Feltrinelli)
    Dopo gli attentati terroristici che hanno colpito Parigi, Bruxelles e Londra ci si chiede per quale motivo dei giovani nati e cresciuti in Europa finiscano per scegliere la violenza del Califfato. Il sociologo Olivier Roy indaga le loro abitudini, scopre che non sanno quasi nulla del Corano e frequentano raramente le moschee. E dimostra che la loro ostilità non affonda le radici nello scontro di religione, ma in un’esigenza di rottura contro la cultura dei genitori e la società in cui sono nati, quella occidentale. Non è l’integralismo islamico la prima causa di questo terrorismo, ma un disagio tutto giovanile, un’esigenza folle e violenta che porta questi ragazzi al nichilismo più radicale.
    Sarà presente l’autore.

Ultimo aggiornamento 06/02/2018