Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 8 Gennaio 2017 al 31 Gennaio 2017

I libri del mese - gennaio 2017

Romanzi di formazione e di passaggio all’età adulta, riflessioni sui libri e satira sugli intellettuali, Parigi misteriosa e Roma assediata, storia dei nostri giorni e indagini archeologiche: questo e altro nelle presentazioni in città

  • 8 gennaio 2017, ore 18.00 | Cinema Apollo 11
    Politeama di Gianni Amelio (Mondadori)
    Nel Sud degli anni Cinquanta, Luigino vive un'infanzia di stenti e rabbia: la madre in manicomio, il padre mai conosciuto. Luigino ha un sogno: cantare alla radio e magari in televisione. Cresce resistendo a ogni disavventura e la sua voce diventa sempre più morbida e flessuosa, come quella delle dive di Sanremo. Il pubblico lo applaude e lo sbeffeggia, lo esalta e lo umilia, senza scalfirne l'innocenza. Arrivato a Roma, si ritrova in mezzo a un'umanità sull'orlo di un precipizio. Finché incontra Elide, cameriera sola come lui, che gli farà riassaporare la dolcezza degli affetti e lo strazio dell'abbandono, trascinando la sua vita a un esito imprevedibile. Struggente romanzo di formazione che svela un sentimento d'incrollabile fiducia nella diversità, nella lucida follia che aiuta a sopravvivere.
    L'autore presenta il suo libro.
  • 12 gennaio 2017, dalle ore 18.30 alle 20.00 | Libreria Teatro Tlon
    Quel nome è amore di Luigi La rosa (Ad est dell'equatore)
    Tornare a Parigi per restituire un libro al proprietario, bello e giovane, intravisto in metrò. Questo il pretesto che dà avvio al viaggio del narratore. Il programma si stravolge però per alcuni incontri inaspettati. Da Raymond Radiguet, amante di Jean Cocteau morto precocemente, a Renée Vivien, poetessa metafisica approdata in Francia per sfuggire al conformismo, a Carlos Casagemas, intimo amico di Picasso finito tragicamente per un amore impossibile. E poi l’incontro con Simone Thiroux, musa e amante di Modigliani. Due le figure che chiudono il cerchio delle apparizioni: la scrittrice americana Djuna Barnes e Frédéric Bazille, artista di talento falciato dalla guerra franco-prussiana del 1870. Sei ritratti che si lasciano dietro un mondo di meraviglia e di bellezza e compongono una guida dei luoghi d’arte di Parigi.
    Partecipa l’autore con Barbara Martusciello e Isabella Moroni. Ingresso libero, ma consigliata la prenotazione.
  • 12 gennaio 2017, ore 18.00 | Casa delle Letterature
    Il vestito dei libri di Jhumpa Lahiri (Guanda)
    Come si vestono i libri? Per la vincitrice del Premio Pulitzer Jhumpa Lahiri il processo della scrittura è un sogno e la copertina del libro rappresenta il risveglio. È una sorta di traduzione ulteriore delle parole in un nuovo linguaggio, quello visivo. Rappresenta il testo, ma non è parte di esso. Come una traduzione può essere fedele o tradire. In questa personalissima riflessione, la scrittrice esplora il percorso creativo che sta dietro alle copertine dei libri, sia come autrice che come lettrice. Sondando le relazioni tra testo e immagine, autore e designer, arte e mercato, ragiona sul ruolo di questa particolarissima uniforme. Le copertine per lei hanno sempre significato molto e, a volte, sono diventate “parte di lei”.
    Con l’autrice partecipano Luigi Brioschi, Marco Belpoliti, Melania Mazzucco e Maria Ida Gaeta.
  • 12 gennaio, dalle ore 18.30 alle 20.00 | Libreria Fahrenheit
    Il romanzo dei tui di Bertolt Brecht, traduzione e cura di Marco Federici Solari (L'orma editore)
    È in una Cina immaginaria che Brecht decise di trasporre narrativamente i tempi oscuri in cui si trovò a vivere. Rimasto frammentario, il libro è una satira feroce degli intellettuali che affittano al migliore offerente il proprio ingegno: i “tui”. Dal mare dell’imbecillità umana emerge un arcipelago di aneddoti, storielle, parabole e corrosivi esercizi di umorismo che mettono alla berlina i grandi ideologi dell’Occidente e forniscono una diagnosi spiazzante dell’ascesa di Hitler. Un geniale e comico breviario sul cattivo uso dell’intelletto, tra apologhi memorabili, trattati stravaganti e racconti arguti. Un tesoro di caustica comicità proposto per la prima volta al pubblico italiano.
    Intervengono Marco Federici Solari ed Edda Gaber, che darà voce e corpo alle parole del grande scrittore tedesco.
  • 19 gennaio 2017, ore 17.00 | Senato
    Il libro dell’incontro, a cura di Guido Bertagna, Adolfo Ceretti e Claudia Mazzucato (Il Saggiatore)
    Un libro che vuole cambiare la storia d’Italia. L’incontro di cui parla - fra vittime e responsabili della lotta armata degli Anni ‘70 - si propone un radicale cambio di paradigma storico: non si potrà più guardare agli anni di piombo con gli stessi occhi. Un gruppo di vittime, familiari di vittime e responsabili della lotta armata ha iniziato a incontrarsi con assiduità per cercare, con l’aiuto del padre gesuita Guido Bertagna, del criminologo Adolfo Ceretti e della giurista Claudia Mazzucato, una via alla ricomposizione di quella frattura che non smette di dolere. Una via che, ispirandosi all’esempio del Sud Africa post-apartheid, fa propria la lezione della giustizia riparativa, nella certezza che il fare giustizia non possa risolversi solo nell’applicazione di una pena. Il libro racconta questa esperienza, accostando la riflessione metodologica alle voci dei protagonisti.
    Partecipano i curatori del volume, il Ministro della Giustizia Andrea Orlando e il senatore Luigi Manconi, con un intervento del presidente del Senato Pietro Grasso.
  • 19 gennaio, dalle ore 18.00 alle ore 21.00 | Moby Dick biblioteca hub culturale
    Mr. President - Da George Washington a Donald Trump, testi di Fernando Masullo, illustrazioni di Andrea Bozzo, prefazione di Mario Calabresi (Casa Sirio)
    Illustrazioni e narrazione per ripercorrere in Mr. President la storia di tutti i 45 presidenti degli Stati Uniti per un libro che viene lanciato e presentato per la prima volta a Moby Dick. Il libro fa conoscere generali con il vizio del duello e accaniti giocatori di biliardo, geometri sdentati e fumatori incalliti, sarti bevitori e playboy di lungo corso. Ci sono poi attori hollywoodiani, picchiatori duri come il cobalto, giocatori d’azzardo e qualche figlio d’arte che non guasta mai.
    Agli interventi di Mario Calabresi, direttore di Repubblica, e Daniele Fiorentino, docente di Storia degli Stati Uniti a Roma Tre, faranno seguito gli autori. Modera l’incontro Gioacchino De Chirico.
  • 20 gennaio 2017, ore 17.30 - 19.30 | FUIS - Federazione Unitaria Italiana Scrittori, Piazza Augusto Imperatore, 4
    Luce su Villa Adriana di Aldo Mancini (Aracne editrice)
    Oggi con il termine villa si intende una casa signorile circondata da un ampio giardino. Nell’antica Roma il significato era duplice: sia villa rustica che villa urbana, una destinata ai lavori agricoli e l’altra riservata al riposo ed allo svago dell’aristocrazia, lontano dalla città, in località di preferenza amene. Villa Adriana - al centro del volume - appartiene a entrambe le tipologie: produttiva, come sede del governo dello stato, e residenziale, come domus dell’imperatore e della sua famiglia. Era quindi una villa speciale che rappresentava l’Impero attraverso un complesso organismo edilizio a scala urbana, definibile a ragione, per dimensioni, funzioni e per fasto, la città imperiale di Adriano.
    Interviene Paolo Micalizzi, Università degli Studi Roma Tre. Sarà presente l’autore
  • 20 gennaio 2017, ore 17.00 | Sala Mostre e Convegni Gangemi editore di Roma, via Giulia 142
    Quel magico suono. Alla conversazione sul tema partecipano:
    - Bruno Battisti D’Amario, concertista e compositore, docente presso il Conservatorio S.Cecilia, autore del libro I Tarocchi. Meditazioni e musica (Gangemi)
    - Alexandra Rendhell, scrittrice, antropologa ed esoterista, autrice del libro Magia e mistero della vita e della morte (Gangemi)
    Con interventi musicali di Silvia Battisti D’Amario (viola) e Virginia Battisti D’Amario (chitarra): il duo eseguirà musiche del Maestro Bruno Battisti D’Amario.
  • 24 gennaio 2017, ore 18.30 - 19.30 | Libreria Assaggi
    Piccole variazioni sulla scienza di Ignazio Licata (Edizioni Dedalo)
    La scienza è il tema principale della nostra cultura. Giornali e festival le dedicano uno spazio crescente, anche in relazione a fatti e comportamenti del quotidiano. Il rischio però è dimenticare che la scienza è una pratica cognitiva, non una piramide di verità accumulate una volta per tutte. Educare alla scienza significa evitare cristallizzazioni ideologiche e semplificazioni. I saggi del libro si muovono fra fisica teorica, biologia e intelligenza artificiale: l’eredità di Turing, la figura di Majorana, la scala di Planck, il bosone di Higgs, i sistemi viventi, gli agenti economici, passando per i rapporti tra scienza, letteratura e arte. Come piccole variazioni musicali. Una critica dello scientismo, da parte di un epistemologo, per evitare che la semplificazione della scienza-spettacolo ne riduca la complessità.
  • 27 gennaio, ore 18.00 | la Feltrinelli - Galleria Alberto Sordi
    Città a mano armata di Massimo Lugli e Antonio Del Greco (Newton Compton)
    Chi non ha mai provato il desiderio di conoscere come funziona un’indagine, di seguirne lo svolgimento su strada e negli uffici dei commissariati di polizia o dei reparti speciali? Il libro, scritto a quattro mani da un noto scrittore e giornalista di “nera” e da un esponente di spicco della sezione Omicidi della squadra mobile di Roma, racconta dall’interno inchieste sui fenomeni criminali romani e non, dalle sanguinose scorribande di Mastini agli atroci delitti della Banda della Magliana, dalle tante truffe alle guerre tra gang per il controllo del territorio. E lo fa attraverso una narrazione in prima persona, proiettando il lettore nel backstage di un ufficio di polizia, in un arco temporale che va dai primi Anni ‘80 ai giorni nostri.
    Con gli autori intervengono Nicola Cavaliere, Yari Selvetella. Presenta l'incontro Roberta Lanfranchi
  • 31 gennaio, ore 18.00 | la Feltrinelli - Galleria Alberto Sordi
    Scoop di Enrico Franceschini (Feltrinelli)
    Spedito in un paese del Centro America dilaniato dalla guerra civile, il giovane cronista Andrea Muratori è in preda all’eccitazione e allo sgomento: è la sua grande occasione o non sarà all’altezza del compito? Una volta ai Tropici, fra veterani della categoria che passano le giornate ai bordi della piscina di un albergo di lusso, preoccupati di fare la cresta alla nota spese, spassarsela e spararle più grosse della concorrenza, il suo amore per il giornalismo vacilla. Ma la commedia diventa un dramma autentico: e allora il giovane reporter riconoscerà in quei cialtroni dei suoi colleghi e nella loro apparentemente sconclusionata professione qualcosa di eroico. Un romanzo sulla carta stampata prima della rivoluzione digitale e sul rito di passaggio dalla giovinezza all’età adulta.
    Insieme all’autore partecipano Massimo Giannini e Omero Ciai.

Ultimo aggiornamento 11/01/2017