Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 11 Gennaio 2018 al 31 Gennaio 2018

I libri del mese - gennaio 2018

Il teatro di Pirandello e il cabaret berlinese, romanzi, racconti, graphic novel. E poi Roma: le sue borgate, le donne che hanno fatto la storia, il suo mito e la sua rovina nei libri presentati in città

  • 11 gennaio 2018, ore 12:05 | Libreria L'altra città, Via Pavia 106
    Pirandello. L'impossibile finale di Beatrice Alfonzetti (Marsilio)
    Guardare al teatro di Pirandello, dalla prospettiva critica del finale, riserva molte sorprese. L’invenzione dell’epilogo a fine Ottocento può rinviare alla fin de siècle, mentre la mancata conclusione dei Sei personaggi in cerca d’autore a una drammaturgia circolare. Fra enigmi, parabole, sogni e misteri, molti suoi finali acquistano il significato di emblemi di un’epoca. Ma il libro rintraccia altri finali, impossibili o mancati, in un dialogo ideale con lo scrittore: è un vero peccato, signor Pirandello, che Lei ci abbia lasciati orfani di due finali veramente epocali, ma noi li abbiamo “scoperti” e posti accanto agli altri, l’epilogo, l’enigma, il finale circolare...
    Sarà presente l’autrice.
  • 12 gennaio 2018, ore 17.30 | Biblioteca Nelson Mandela
    La nostra Africa ßàà lóñ Afrĭkà Poesie di Ndjock Ngana (VIS)
    Ndjock Ngana è nato in Camerun nel 1952 e nel 1973 ha lasciato il suo paese per trasferirsi in Italia. Ha seguito la strada dell’impegno politico, sociale, culturale per la conservazione delle culture africane. Il libro di poesie è nato nell’ambito del progetto Print Your Future, che punta a sviluppare competenze tecnico-professionali dei lavoratori etiopi nel settore delle arti grafiche. L’opera è un ponte tra culture diverse: lo scrittore è camerunense, le poesie sono state scritte in italiano e il volume è il primo prodotto della tipografia di Mekanissa in Etiopia. Inoltre le poesie hanno ispirato un pittore etiope che ne ha curato tutte le illustrazioni.
    Con l’autore partecipano Emanuela Chiang di VIS - Volontariato Internazionale per lo Sviluppo, Oliviero Bettinelli, Caritas. Presenta Massimiliano Fiorucci, Università degli Studi Roma Tre.
  • 12 gennaio 2018, ore 17.00 | Biblioteca di storia moderna e contemporanea
    Borgate romane, storia e forma urbana di Milena Farina, Luciano Villani (Libria)
    Nate in territori di frontiera tra la città e la campagna, le borgate realizzate dall’Istituto Case Popolari dalla seconda metà degli anni ’30 hanno una loro distinta identità e sono tra i luoghi più affascinanti e vitali della periferia romana. Seppur afflitte da problemi e prigioniere di antichi pregiudizi, appaiono come isole dalle risorse inaspettate nella marea urbanizzata della capitale. La bassa densità, gli spazi aperti e il rapporto misurato con il costruito sono i caratteri distintivi delle borgate “ufficiali”, risultato di una sperimentazione sulla città in grado di riallacciarsi alla tradizione italiana come alle ricerche più avanzate del tempo. Il volume, con materiale documentario, ricostruisce la storia delle borgate dal fascismo al dopoguerra.
    Intervengono Luca Arcangeli, Francesco Bartolini. Coordina Marco De Niccolò. Saranno presenti gli autori.
  • 13 gennaio 2018, ore 12.00 | Libreria Nuova Europa I Granai
    Il mio cane del Klondike di Romana Petri (Neri Pozza)
    Lei è una giovane insegnante precaria, lui un cane abbandonato. Osac, il cane, è riverso a terra contro il marciapiede, più morto che vivo. Lei lo nota, si ferma e decide di prenderlo con sé. Ma Osac non è un cane come gli altri. Ingombrante, scontroso e selvatico, sembra arrivare direttamente dal selvaggio Klondike. È uno di quei cani indomabili e fuggiaschi, che faticano a lasciarsi addomesticare. Il terrore dell’abbandono si è riversato nei suoi occhi. Un animale primitivo che non riesce ad accettare interferenze nel rapporto esclusivo che instaura con la sua salvatrice, amata in modo morboso. Fino a quando una gravidanza inaspettata stravolgerà nuovamente la sua vita.
    Con l'autrice interviene Paolo Di Paolo.
  • 19 gennaio 2018, ore 17.00 | Casa della Memoria e della Storia
    Roma al femminile. Storie di donne nella toponomastica romana di Nadia Ciani (Ediesse)
    Il libro racconta la vita di quaranta donne, cui sono dedicate altrettante strade di Roma, scelte per la loro rilevanza nella storia italiana dal Settecento fino ai giorni nostri, dai primi fermenti del processo unitario fino agli anni Novanta del XX secolo. Donne che hanno operato in molteplici campi: scienziate, cantanti, attrici, imprenditrici, scrittrici, giornaliste, politiche, sindacaliste, donne del Risorgimento e della Resistenza, donne con un destino segnato perché di religione ebraica. Ogni ritratto è preceduto da una breve descrizione del luogo (strada e quartiere) in cui si trova la targa dedicatoria. Ogni capitolo è inquadrato storicamente con un excursus introduttivo dei fatti e del clima politico-culturale dell’epoca.
    Partecipano Anna Foa, Simona Lunadei, Fiorenza Taricone. Coordina Emiliano Sbaraglia Sarà presente l’autrice.
  • 20 gennaio 2018, ore 19.30 - 20-30 | Libreria Assaggi
    L'ospite d'onore di Joy Williams (Black Coffee)
    Poco nota in Italia, Joy Williams è riconosciuta come una delle maestre del racconto americano accanto a scrittori come Raymond Carver, John Cheever, Grace Paley e Anne Beattie, considerata come la legittima erede di Flannery O’Connor. In questa antologia sono riuniti gran parte dei racconti, alcuni inediti, composti nell’arco di quasi cinquant’anni. Le sue storie, come parabole, ruotano intorno a un momento di trasformazione che spesso ha luogo al di fuori della pagina scritta e di cui intravediamo soltanto un barlume: il mistero improvvisamente ribolle in superficie, per un istante, e poi torna a inabissarsi. Il suo mondo è pervaso di un orrore esistenziale che tuttavia trova redenzione in lampi di feroce umorismo.
    Conduce Marta Ciccolari Micaldi, ospite d'onore Nadia Terranova.
  • 24 gennaio 2018, ore 19.30 | Libreria Giufà
    The Rust Kingdom di Spugna (Hollow Press edizioni)
    In una landa desolata infestata da vermi e barbari deformi, da un buco nel terreno emerge uno spadaccino senza nome. Pur di raggiungere la sua meta, farà a pezzi qualunque cosa ostacoli il suo cammino, qualunque cosa. Una storia di carne, sangue, polvere, lame e ruggine. Spugna è fumettista e illustratore. Nel novembre 2014 esce il suo volume d'esordio come autore completo, Una Brutta Storia, per l'editore Grrrz Comic Art Books, con cui vince il Premio Boscarato come Autore rivelazione 2015. Il graphic novel The Rust Kingdom segna l'inizio della sua collaborazione con Hollow Press.
    Con l'autore sarà presente Ratigher, direttore editoriale Coconino Press.
  • 25 gennaio 2018, ore 18.00 | Biblioteca Moby Dick
    Roma di Vittorio Giacopini (il Saggiatore).
    Colli, fiumi, piazze gremite. Lezzo di benzina e sudore. È Roma, latrina del mondo, sommersa dai gorgoglii delle fogne e dalle piogge acidule di aprile. I centurioni che difendono un Colosseo fatiscente fumano e hanno tatuaggi tribali. Il Tevere rigetta le sue acque sui marciapiedi. I turisti invadono le strade con il loro afrore barbaro e si ritraggono in bermuda davanti ai Fori... Roma è il più spregevole dei paradisi, e deve sprofondare. Il piano di Lucio Lunfardi, ex giornalista e ora abominevole sobillatore, è chiaro: Roma va annegata nelle sue stesse acque, fino a farne una cloaca a cielo aperto, un liquame immortale. Giacopini forgia il nuovo mito della città eterna al culmine della sua rovina.
  • 26 gennaio 2018, ore 18.00 | Biblioteca Europea
    Ridere rende liberi. Comici nei campi nazisti di Antonella Ottai (Quodlibet)
    Il libro nasce da una ricerca condotta sulle sorti di alcuni comici ai quali si deve, negli anni Trenta, la grandezza leggendaria del cabaret e dello spettacolo leggero mitteleuropeo, in particolare di quello berlinese. In gran parte ebrei, come ebreo era il colore del loro umorismo, la sorte di questi artisti è segnata dall’avvento di Hitler al potere. Espulsi dai set e dai palcoscenici sui quali avevano primeggiato, le loro performance si replicano in situazioni sempre più dure: i ghetti, la deportazione, lo sterminio. Un’occasione per interrogarsi sulla forza d’urto del riso, per riflettere sul senso del comico nel cuore del dolore, quando sono gli aguzzini a contendere ai perseguitati “l’ultima risata”.
    In occasione della giornata della memoria Paola Quarenghi dialoga con l'autrice. Modera Giandonato Caggiano. Letture sceniche tratte dallo spettacolo Grotesk! Ridere rende liberi di Bruno Maccallini e Antonella Ottai, interpretate da Bruno Maccallini. Accompagnamento musicale di Pino Cangialosi.
  • 31 gennaio 2018, ore 18.00 | Palazzo Barberini
    Tre donne. Una storia d’amore e disamore di Dacia Maraini (Rizzoli)
    Ogni donna è unica e irripetibile. Lo sono anche Gesuina, Maria e Lori, nonna, madre e figlia forzate dalle circostanze a convivere in una casa stregata dall’assenza prolungata di un uomo. Tanto Gesuina è aperta e in ascolto del mondo quanto Maria vorrebbe fuggire la realtà, gli occhi persi tra le carte di traduttrice e i sentimenti rarefatti rivolti a un altrove lontano. Il ponte tra questi due universi è Lori, sedici anni fatti di confusione e rivolta, che del cuore conosce solo il ritmo istintivo dell’adolescenza. Ma il fragile equilibrio è destinato a incrinarsi quando un uomo irrompe nelle loro vite e ristabilirne uno nuovo significherà abbandonarsi alla forma più pura di passione, quella per la libertà. Un romanzo-manifesto sulla libertà di amare in ogni età della vita.
    Interviene l’autrice. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Ultimo aggiornamento 22/01/2018