Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
I libri del mese magggio 2014 Un amore partigiano

I libri del mese - maggio 2014

Storie della resistenza o del primo dopoguerra che sono ferite ancora aperte e la crisi di oggi, tra disagio e precarietà, nei libri presentati in città

  • 7 maggio, ore 17.30 | Campidoglio, Sala del Carroccio
    Condannato a vita. Storia di ipocondria e precariato di Vincenzo Carbone (Fuorilinea)
    Manifesto letterario dei “giovani vecchi della generazione precaria”, il romanzo narra le vicende di Lorenzo, malato immaginario dei nostri giorni, il cui terrore per i virus e i batteri è un sentimento inafferrabile e spietato. Tra ironia e grottesco, il racconto si dipana sullo sfondo dell’attuale crisi. In questa era ipertecnologica e globalizzata, Lorenzo ci conduce nel flusso del suo personale universo, costellato di manie compulsive e fobie ossessive. E ci aiuta a capire cosa sia il malessere della generazione dei 20/30enni, inesorabilmente chiamati alla prova della vita.
    Con l'autore intervengono Fabrizio Panecaldo, Antonello Ciccaglione, Monica Vacca, Massimo Ruggeri, Franco Esposito Soekardi. Modera Stefania Santi. Letture di Alessandra Della Guardia.
  • 12 maggio, ore 19.00 | Alpacha Distro, circolo ARCI Forte Fanfulla
    Thelonious Monk. Storia di un genio americano di Robin D. G. Kelley (minimum fax)
    La figura di Thelonious Monk è tra le più apprezzate dagli studiosi e dagli appassionati di jazz. Eppure spesso ne è stato offerto un ritratto parziale, se non distorto: quello di un genio eccentrico, di un uomo mentalmente disturbato, di un musicista primitivo e naïf. Questa biografia riporta nella giusta prospettiva critica la vita e la musica del grande pianista e compositore. E fa scoprire un musicista consapevole della propria arte. Un individuo che, malgrado gli eccessi, era attento alla realtà sociale e nella musica vedeva la possibilità di un mondo migliore.
    Release Party per l'uscita del CD del duo MonkTronik Setola di Maiale.
  • 12 maggio, ore 18.00 | Feltrinelli Colonna
    Un amore partigiano di Mirella Serri (Longanesi)
    28 aprile 1945, nei dintorni del lago di Como. Un destino comune unisce due giovani donne, Gianna e Clara. La bella ventiduenne che ha ancora sul corpo i segni delle torture dei nazifascisti e la bruna amante di Mussolini. Per entrambe c'è una sentenza di morte. Il libro ripercorre le ultime ore di Claretta e le traversie di due partigiani, Gianna e Neri, che dopo aver contribuito alla cattura della Petacci e del capo del fascismo finirono giustiziati dai loro stessi compagni. La ricostruzione getta una nuova luce sulla Petacci e sul duplice omicidio, rimasto impunito. Perché l'amore fino alla morte non fu quello di Clara per il Duce, ma quello, all'ombra della Resistenza, della partigiana Gianna sulle tracce degli assassini del capitano Neri.
    Intervengono Maria Latella e Pierluigi Battista.
  • 13 maggio, ore 18.30 | Libreria Arion Monti
    Per fortuna c'erano i pinoli di Margherita De Bac (Newton Compton)
    Domitilla ha ventiquattro anni e una bellezza malinconica e sfuggente. Vive a Roma con la sua famiglia ed ha pochi amici. Un giorno conosce Lucia, brillante avvocato quarantenne. Anche se sembra aver perso la speranza di provare gioia o felicità, Domitilla si apre a quella donna dai modi gentili e accoglienti. E lentamente fa emergere la sua storia dolorosa e nascosta: lo strazio dell’anoressia e l'incapacità di uscirne fuori.
    Con l'autrice intervengono Gabriel Levi, Direttore Istituto Neuropsichiatria Infantile Università La Sapienza e l'attrice Stefania Barca. Coordina Livia Azzariti.
  • 14 maggio | ore 18.00 | Libreria Feltrinelli Colonna
    Guardati dalla mia fame di Milena Agus e Luciana Castellina (nottetempo)
    Un efferato delitto raccontato da due voci contrapposte che entrano nella pelle della vittima o dell’aggressore. Nella Puglia del dopoguerra, terra dove si incontrano reduci, transfughi, tedeschi e alleati, in occasione di un comizio di Giuseppe Di Vittorio, avviene un linciaggio. Milena Agus e Luciana Castellina entrano nei fatti, ciascuna con la propria passione e la propria ragione. Agus nel palazzo, tra le vittime, con la sua smagliante immaginazione. Castellina nella piazza, per ricostruire le circostanze che trasformarono una folla di poveri braccianti e le loro donne in feroci assassini.
    Con le autrici intervengono Ginevra Bompiani e Alfredo Reichlin.
  • 14 maggio, ore 20.30 | Circolo degli Artisti
    Pantera di Stefano Benni (Feltrinelli). Illustrazioni di Luca Ralli
    L’Accademia dei Tre Principi è una sala da biliardo. È un sotterraneo, un antro favoloso, dove incrociano le stecche giocatori leggendari come il Puzzone, Elvis, Tremal-Naik, la Mummia, il Professore e Tamarindo. Si svuotano portacenere e si tiene il conto delle battaglie. In quel mondo di soli maschi un giorno fa il suo ingresso Pantera, snella, flessuosa, pallida. E la leggenda varca i confini. Quando i migliori cadono, come in un poema cavalleresco i campioni cominciano ad arrivare da lontano...
  • 16 maggio, ore 18.00 | Punto Einaudi Bisagno
    L'estraneo di Tommaso Giagni (Einaudi)
    Un ragazzo di oggi, allevato dalla Roma bene ma partorito dalla borgata. Quando la città “delle Rovine” lo rigetta come un corpo estraneo, lui decide di immergersi nell'estrema periferia. Ma se è proprio questa la Roma che suo padre gli ha inscritto nel Dna, quella da cui voleva affrancarlo col suo impiego da portinaio in centro, non è detto che osservare la città da questa nuova angolazione ribalti la prospettiva. E salvi dal fallimento. Con una lingua contaminata e piena d'invenzione l'autore indaga il rapporto mai risolto tra centro e periferie degli anni Zero, disadorne e vivissime. Rivela lo spaesamento di un uomo senza appartenenza.
    Interviene Gioacchino De Chirico.
  • 16 maggio, ore 18.00 | Libreria IBS
    In piedi sui pedali di Enrico Brizzi (Mondadori)
    È la storia di una passione e di un'iniziazione. In equilibrio su una sella il protagonista compie le sue prime esplorazioni, dal cortile di casa alla scoperta della città. L'Italia dei secondi anni Settanta era ancora una "repubblica di ciclisti", dove non si poteva che crescere in bicicletta. Le gare contro gli autobus nella prima adolescenza, i rendez vous con le ragazze negli anni del liceo, i viaggi cicloturistici e le uscite in mountain bike: i piccoli stupori regalati da una vita a pedali e l'epica del grande ciclismo si intrecciano in un racconto, sorridente e profondo, sull'intramontabile passione degli italiani per la bicicletta.
  • 21 maggio, ore 18.00 | Sala Valdese
    Il paese del sole di Angelo Mastrandrea (Ediesse)
    Lungo le strade della Pomezia Valley si affollano i Tom Joad della Grande Crisi, sulla via Pontina pedalano centinaia di Garabombo col turbante, ogni notte nella “piazza degli schiavi” di Villa Literno si ripete un mercato di braccia umane analogo a quello descritto da Corrado Alvaro negli anni Cinquanta, nella città delle ecoballe di Giugliano è rimasto un solo abitante e alla stazione di Sicignano si arriva come nel vecchio West. Tra deserti industriali e fabbriche recuperate, paesini terremotati e new towns, roghi tossici e insospettati focolai di resistenza, un reportage narrativo nell’Italia del Sud al tempo della Grande Depressione.
    L’autore ne parla con Stefano Fassina e Gian Mario Gillio. Sarà presente il fotografo Andrea Sabbadini.

Ultimo aggiornamento 13/05/2014