Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 4 Marzo 2017 al 31 Marzo 2017

I libri del mese - marzo 2017

Romanzi, biografie e incontri tra arte e cultura, cinema, web serie e immagine nell’era digitale, storie di donne e donne nella storia tra le proposte dei libri presentati in città

  • 4 marzo 2017, ore 18.00 Libreria Mangiaparole
    17 marzo 2017, ore 18.00 | Libreria Coreander
    Il cortile di pietra di Francesco Formaggi (Neri Pozza)
    Nell’Italia rurale del dopoguerra, Pietro, un bambino di sei anni, vive in miseria con i suoi genitori. Un giorno viene condotto in collegio, un luogo lugubre e decisamente poco accogliente tra fame, freddo e severe punizioni. Per sopravvivere, Pietro stringe amicizia con Mario, un ragazzino dal corpo minuto e con uno spirito ribelle che lo ha portato più volte a tentare la fuga. Mario non si è mai arreso, fino al giorno in cui una punizione più dura lo ha fatto cadere malato. Pietro allora capisce che dovrà scoprire il coraggio se vuole salvare l’amico e ritrovare la libertà. Il romanzo, attraverso lo sguardo curioso di un bambino, parla di soprusi e resistenze, di segreti inconfessabili e dell’amicizia fra bambini che non hanno perso la voglia di vivere.
    Sarà presente l’autore
  • dal 7 al 24 marzo 2017 Animatime | La Galleria Nazionale
    Animatime è lo spazio di dialogo e ricerca che nasce dall’intreccio delle voci narranti, dal potere evocativo della parola, grazie al contributo di grandi personalità della cultura contemporanea che vi prendono parte:
    - 7 marzo, ore 18.00-19.30 Mela Zeta di Ginevra Bompiani (nottetempo)
    Mela zeta è, sul computer, la composizione di tasti che permette di annullare l’ultima azione e tornare indietro di un passo. Fino all’origine che ha portato al momento cruciale in cui ci si trova ora, di fronte alla grande onda che forse ci sommergerà. E non vorremmo tutti tornare al di qua del punto di non ritorno? È digitando questi tasti che l’autrice ripercorre alcuni incontri che l’hanno formata e composta. Elsa Morante, Gilles Deleuze, Giorgio Manganelli, José Bergamín, Anna Maria Ortese, Ingeborg Bachmann e altri personaggi sono avvicinati e perduti come si perdono le occasioni, che forse sono più nostre quando ci sembra di averle mancate. Conversano con l’autrice Annarosa Buttarelli e Vittorio Lingiardi
    - 11 marzo (orario da definire) L’arte non è faccenda di persone per bene di Lea Vergine (Rizzoli)
    Il dolore, la lacerazione sembrano le note dominanti della vita di Lea Vergine. Che in queste pagine si racconta con il piglio dell’intellettuale di razza e le fragilità di una donna che non ha mai messo da parte la vita. Dall’infanzia napoletana, divisa tra due famiglie, al rapporto esclusivo con un padre andato via troppo presto. E poi la vita adulta, la scelta di un mestiere anticonformista, gli anni romani, le gallerie, le avanguardie e la politica, l’amicizia con Cioran e Manganelli. Fino all’approdo a Milano, tra i protagonisti della grande stagione degli anni Sessanta (Gillo Dorfles, Arturo Schwarz, Silvana Ottieri, Camilla Cederna ecc.). Un racconto senza cedimenti, né verso i mostri sacri dell’arte né verso se stessa. Così l’arte diventa una scuola di rigore, ma anche una malattia sublime. Conversano con l’autrice Andrea Viliani e Chiara Gatti.
    - 24 marzo (orario da definire) Virginia Woolf. Il tempo nell’immagine. Lectio magistralis di Liliana Rampello.
  • 8 marzo 2017, ore 18.30 | Libreria Punto Einaudi, Via Sant'Alfonso, 3
    Hollywood sul Tevere di Giuseppe Sansonna (Minimun fax)
    Dietro i film che trasformarono una nazione uscita a pezzi dalla guerra in centro propulsivo dell’immaginario mondiale si celano incredibili vicende di vita, tra squallore e magnificenza. La grazia demoniaca di Tina Aumont, Alighiero Noschese reclutato dalla P2, la bravura patologica di Gian Maria Volonté, Gualtiero Jacopetti e l’Fbi, il titanico Salvo Randone ridotto in miseria, Tognazzi che offre la propria visceralità alle eresie di Marco Ferreri… esistenze trasversali, che somigliano a sceneggiature non ancora girate. Mentre l’immaginifico Fellini condivideva il teatro 5 di Cinecittà con l’iconoclasta Carmelo Bene, ed Elio Petri conquistava l’Oscar. Il libro racconta la vitalità e la bellezza, l’abiezione e la follia di un mondo forse perduto per sempre.
    Con l'autore interviene Federico Gironi.
  • 9 marzo 2017, ore 18.00 | Moby Dick biblioteca hub culturale
    Global: tribù, confini, leader, reti, ecosistemi di Roberto Panzarani (Palinsesto)
    Viviamo in un mondo interconnesso e sempre più piccolo. Ce lo ricordano tutti i devices che utilizziamo. Processi di innovazione non più incrementali, ma disruptives, costringono in più ad un aggiornamento continuo su tutto. Cambiamenti che impiegavano anni ad arrivare nella nostra realtà oggi in pochi mesi o giorni mutano la nostra vita quotidiana e professionale, senza che riusciamo sempre a capire quello che accade. Il libro racconta la globalizzazione da questo punto di vista, storie significative di come il mondo attuale riesce a creare, al di là della tecnologia o con l’innovazione d’uso di quest’ultima, esperienze organizzative, sociali, di business, di cittadinanza attiva, di social innovation che danno un colore diverso alla globalizzazione e ci aiutano a comprenderla.
    Sarà presente l'autore. Presenta Gioacchino De Chirico. Intervengono Gianfranco Cattai, Gianni Palumbo, Alfonso Molina, Pierluigi Ascani.
  • 10 marzo 2017, ore 16.30 | Biblioteca Statale Antonio Baldini
    La bellezza dell'acqua di Alberto Bellavia, Adriana Iacono, Rosalia Maria Lo Bue (edizione Leima)
    Un romanzo collettivo, in cui il racconto e il vissuto hanno confini labili. Alberto, Adriana e Lia partecipano a un corso di scrittura. L’insegnante Betta racconta loro dell’omicidio del commissario Tandoj, un agguato in piena regola durante il quale ha perso la vita anche il giovane Ninni Damanti. I tre sono chiamati a osservare quei delitti da una nuova prospettiva e finiranno per tracciare tre personaggi così reali da sembrare veri, fin quando la scrittura non diventa catartica e chiarificatrice anche per loro stessi. Qualcuno, però, a loro insaputa, muove i fili di tutta la storia e guida i loro passi. Chi sarà? E per quali ragioni li avrà spinti a scrivere?
    Saranno presenti gli autori. Modera l’incontro Roberta Bruno, letture di Agnese Torre. Al termine, un piccolo rinfresco.
  • 13 marzo 2017, alle ore 17.00 | Biblioteca di storia moderna e contemporanea
    Il lavoro delle donne nelle città dell’Europa moderna di Anna Bellavitis (Viella)
    Artigiane, commercianti, balie e prostitute, ma anche mercantesse, artiste, giornaliste e capitane d’industria, le donne ebbero un ruolo fondamentale nell’evoluzione economica della società europea, nonostante i molti limiti che leggi e tradizioni imposero alla loro libertà di azione. Il libro offre una ricca panoramica delle attività economiche delle donne nelle case e nelle botteghe, sulle strade e nei mercati, nei conventi e negli ospedali, inserendole nei grandi mutamenti che caratterizzarono l’età moderna, dalla globalizzazione all’industrializzazione, dalle riforme religiose alla rivoluzione dei consumi, dall’Italia alla Scandinavia, dalla Spagna alla Polonia.
    Intervengono Angela Groppi, Luca Molà. Coordina Angiolina Arru. Sarà presente l’autrice
  • 14 marzo 2017, ore 18.00 | Libreria Feltrinelli - Galleria Sordi
    Delitto con inganno di Franco Matteucci (Newton Compton)
    L’ispettore Santoni indaga su un evento drammatico accaduto una quindicina di anni prima a Valdiluce. Assistito dal fedele Kristal Beretta, dovrà ripercorrere anche la sua storia privata, dato che all’epoca era un adolescente innamorato proprio di Clara Meynet, la giovane scomparsa in circostanze mai chiarite. Una serie di coincidenze convincono l’ispettore ad avventurarsi nelle viscere del monte Sassone, luogo ameno e minaccioso, attraversato da tunnel, gallerie e cunicoli che nascondono spaventosi misteri. La selvaggia e potente natura dei luoghi, protettrice di un macabro segreto, testimonia che la verità è rimasta sepolta sotto una fitta coltre di neve, ghiaccio e paura…
    Intervengono Guido Barlozzetti e Andrea Di Consoli.
  • 15 marzo 2017, ore 19.00 | Libri&Bar Pallotta, Piazzale Ponte Milvio, 23
    A ciascuno i suoi santi di Franco Bernini (Chiarelettere)
    Enrica è una ragazza imprevedibile. Senza certezze e senza paura. Ma ha un punto debole: tiene troppo al numero dei suoi follower. Bruno Brunori è un volto di punta della televisione, ma il suo destino è legato all’Auditel. Gli ascolti crollano e quando Bruno capisce che perderà il lavoro, decide di manipolare i dati. Con la complicità di Pietro, e poi di Enrica, riesce a mettere le mani sui segretissimi elenchi delle famiglie campione che con le loro scelte determinano il successo. E comincia un viaggio attraverso l’Italia, a contatto con il ventre del paese. Un racconto on the road, con uno sguardo ironico, amaro, sempre sorprendente in cui si scopre che nulla - né in televisione né sul web - è come appare.
  • 17 marzo 2017, ore 19.00| Libreria I trapezisti, via Laura Mantegazza, 37
    Prima di perderti di Tommaso Giagni (Einaudi)
    Giuseppe si è ucciso gettandosi dal balcone. C'era da aspettarselo da un frustrato, uno che, dopo le utopie giovanili, si era adagiato a vivere all'ombra del suo ambiente, pur di goderne i privilegi. Così la pensa Fausto, il figlio. Un trentenne di successo, che disprezza lo stile di vita della famiglia. Fausto decide di disperdere le ceneri del padre alla periferia di Roma, ma quando versa il contenuto dell'urna se lo ritrova davanti, come il fantasma dell'Amleto. Giuseppe non vuole vendetta, è lì per una sfida con il figlio. È l'ultima occasione che i due hanno per parlarsi davvero, per dirsi tutto ciò che pensano l'uno dell'altro. Con durezza e lealtà. E con amore.
    Sarà presente l’autore.
  • 17 marzo 2017, ore 18.30 | MAXXI
    Il mistero delle cose di Massimo Recalcati (Feltrinelli)
    Massimo Recalcati riprende la sua riflessione sull’arte alla luce della psicoanalisi, muovendosi in direzione contraria rispetto al conformismo intellettuale che oggi vorrebbe sancire la morte irreversibile della pittura. Piuttosto, l’autore ci ricorda la grande scommessa che la ispira: dare un’immagine all’inesprimibile, offrire un volto all’assoluto. Questo il compito della grande arte e il filo rosso che unisce i nove artisti italiani - Morandi, Burri, Vedova, Congdon, Celiberti, Kounellis, Parmiggiani, Papetti e Frangi - di cui Recalcati propone un ritratto ricco di suggestioni.
    L’autore presenta il libro. Partecipa Giovanna Melandri.
  • 23 marzo 2017, ore 19.30 - 20.30 | Libreria Assaggi
    L'industria delle Immagini di Luca Balestrieri (Luiss University Press)
    La costruzione della civiltà delle immagini è stata una delle imprese del ‘900 e la sua re-invenzione digitale è la frontiera di questi anni. Il libro introduce alla storia e al funzionamento dell’industria che produce e distribuisce immagini: cinema, televisione, Internet. Un affascinante viaggio dagli studios di Hollywood fino a YouTube e a Netflix, passando per la diffusione del piccolo schermo e dell’home video, la nascita delle grandi imprese cinematografiche non occidentali: una macchina produttiva integrata che fin dalle origini ha avuto vocazione globale e ha trasformato il modo in cui viviamo, ci scambiamo informazioni, ci divertiamo, immaginiamo noi stessi e gli altri.
    Per il ciclo Black Mirror: Piccole introduzioni sul futuro, una conversazione con Luca Balestrieri, Stefano Carli e Marino Sinibaldi.
  • 31 marzo 2017, ore 18.00 | Libreria Feltrinelli Viale Libia
    Scrivere il corto e la web-serie di Roberto Moliterni (Dino Audino)
    Quali sono le storie vincenti da raccontare in pochi minuti? Come si costruiscono le scene? E che parole dare a personaggi interpretati spesso da non professionisti? “Potere alle storie” sembrano dirci oggi cinema e serie tv di tutto il mondo. Un’affermazione ancora più vera per cortometraggi e web-serie. La loro forza non sta nei mezzi tecnici, nell’esperienza delle maestranze o nella notorietà degli attori, ma nelle storie. Che hanno una propria specificità, diversa da quella del cinema tradizionale e legata al formato breve, ma anche alla modalità di produzione. Un’occasione per inventare, sperimentare, rappresentare con le immagini spicchi di mondo anche marginali.
    L'autore incontra l'attore e regista Paolo Sassanelli per analizzare le strutture narrative di corti e web-serie.

Ultimo aggiornamento 03/03/2017