Per saperne di più

Mappa  [ Espandi ]

Zoom inZoom outVisualizzazione mappaVisualizzazione fotografica

Accademia di Ungheria

Via Giulia, 1 - ROMA (RM)

Calcola percorso

Inserire l'indirizzo di partenza

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

21 Marzo 2017
dalle 19.30

Giornata Mondiale della Poesia 2017

Accademia di Ungheria - Via Giulia, 1 - ROMA (RM)

In occasione della giornata istituita dall'UNESCO, una serata poetica in cui rappresentanti della nuova poesia europea leggono i propri versi. Ingresso gratuito

EUNIC (European Union National Institutes for Culture – Istituti di Cultura Nazionali dell’Unione Europea) celebra anche quest'anno la Giornata Mondiale della Poesia, invitando poeti di diversi Paesi europei ad un incontro dedicato alla poesia contemporanea europea. Istituita dall'UNESCO, la Giornata è dedicata all'espressione poetica per il suo ruolo privilegiato della promozione del dialogo interculturale, della comunicazione e della pace. 
In occasione della giornata i poeti di undici Paesi europei leggono le proprie liriche in lingua originale. Sullo sfondo verrà proiettata la traduzione del testo in italiano, creando in tal modo una sorta di caleidoscopico panorama di poesie europee. La serata prevede un accompagnamento musicale e la moderazione sarà a cura di Maria Ida Gaeta. Gli interventi musicali sono a cura di Rafael Arias Fernandez (chitarra).

L'Istituto Cervantes ha invitato la poetessa Menchu Gutiérrez, autrice di diversi libri di poesia, di narrativa ed è anche tradutrice di importanti autori come Y. A. Poe, J. Austen, A. Brontë, J. Brodsky el W.H. Auden.

Per l'Istituto Svizzero l'ospite sarà Michael Fehr. Ha pubblicato Kurz vor der Erlösung (2013), Simeliberg (2015) e Glanz und Schatten (2017). È cofondatore di Babelsprech per la promozione della giovane poesia internazionale e fino al 2015 ha fatto parte della direzione del progetto. Dal 2013 inoltre è membro della giuria del premio letterario Treibhaus. Dal 2015 al 2016 è stato parte del collettivo di autori al teatro di Lucerna. Da alcune delle sue storie Michael Fehr ha tratto delle musiche insieme al chitarrista e compositore Manuel Troller ed è inoltre la voce nell’album musicale Bruxelles del pianista e compositore Simon Ho.

Il poeta ungherese invitato è János Áfra. Appena trentenne Áfra ha già conquistato una grossa fetta di pubblico con la sua prima raccolta di poesie, Glaukóma (2012), vincitrice del premio Makói Medáliák e del Gérecz Attila. Két Akarat (Due volontà, 2015) è la sua seconda raccolta: cinquanta poesie divise in sei capitoli che girano intorno alla questione chiave del titolo: le due volontà di una relazione (amorosa), che finiscono per creare incomprensioni, delusioni, separazione. Áfra scrive poesie dall’età di undici anni. Studia pittura e poi Lingua e Letteratura ungherese all’Università di Debrecen, dove frequenta anche lezioni alla Facoltà di Filosofia. Conseguito un dottorato di ricerca in Letteratura, oggi è membro del Circolo ”Attila József” e lavora come redattore della rivista letteraria ”Alföld”.

Daniela Danz rappresenta la Germania. Scrittrice e storica dell’arte, è nata nel 1976 a Eisenach. Ha studiato Germanistica e Storia dell’arte a Tubinga, Praga, Berlino, Lipsia e Halle. Ha al suo attivo un dottorato di ricerca, la direzione del Museo Schillerhaus a Rudolstadt, e un incarico di docenza all’Università di Hildesheim. Riconoscimenti: borsa di studio del Deutscher Literaturfonds e.V. (2013), Premio Rainer Malkowski (2014), borsa di studio dell’Accademia Tedesca Roma Villa Massimo Casa Baldi (2016), borsa di studio a Londra del Deutscher Literaturfonds e.V (2017). Pubblicazioni: Lange Fluchten, romanzo (2016); V, poesie (2014); Pontus, poesie (2009); Türmer, romanzo (2006); Serimunt, poesie (2004). 

Sarà Michael Hammerschmid a rappresentare l’Austria. Nato a Salisburgo nel 1972, vive a Vienna dove è curatore di due festival internazionali austriaci di poesia e docente di Stilistica all’Università delle Arti applicate di Vienna. Ha pubblicato le raccolte die drachen die lachen (Edition Krill, 2013) e Nester. Gedichte (Klever Verlag, 2014) e ricevuto il premio Reinhard-Priessnitz (2009) e il Heimrad-Bäcker-Förderpreis (2015).

Poeta ospite per la Polonia sarà Janusz Kotański, storico, poeta, pubblicista, autore di sceneggiature dei documentari. Si occupa di storia della Chiesa del XX secolo e dei confini orientali della Polonia. Ha pubblicato 5 volumi di poesie. L’ultimo, intitolato “Voce” (Głos), è apparso nel 2014. Le sue poesie sono state tradotte in spagnolo e in olandese. Da giugno 2016 è a Roma dove svolge l’incarico dell’Ambasciatore della Repubblica di Polonia presso la Santa Sede e presso l’Ordine di Malta.

Per la Romania testimone a Denisa Comănescu, poetessa della Generazione ‘80, è autrice di cinque volumi di poesia: Izgonirea din paradis/ Cacciata dal Paradiso (Premio per Debutto dell'Unione Scrittori della Romania); Cutitul de argint/ Il Coltello d’argento; Barca pe valuri/ La barca sulle onde; Urma de foc/ Traccia di fuoco, con una postfazione di Mircea Ivanescu (Premio del Festival Internazionale della Poesia di Oradea 1999, Premio di Poesia della rivista Tomis, 1999); Acum biografia de-atunci/ Ora la biografia d’allora

I restanti poeti scelti sono: Georgi Gospodinov (Bulgaria), Claudio Damiani (Italia), Dana Podracká (Slovenia).

Informazioni

Accademia di Ungheria - Palazzo Falconieri

Indirizzo: Via Giulia, 1 - 00186 ROMA (RM)

Telefono: 06.6889671

Fax: 06.68805292

Email: accadung@tin.it

Sito web: http://roma.balassi-intezet.hu/it/

Parole chiave

poesia cultura low cost gratis a Roma poeti accademia di ungheria giornata mondiale della poesia 2017

Ultimo aggiornamento 20/03/2017