Mappa  [ Espandi ]

Zoom inZoom outVisualizzazione mappaVisualizzazione fotografica

MLAC

Piazzale Aldo Moro, 5 - ROMA (RM)

Calcola percorso

Inserire l'indirizzo di partenza

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 23 Novembre 2018 al 20 Dicembre 2018

La Fototeca di Adolfo Venturi alla Sapienza

MLAC - Piazzale Aldo Moro, 5 - ROMA (RM)

Prima esposizione dedicata alle fotografie raccolte da Adolfo Venturi, che nel 1901 ricoprì alla Sapienza la prima cattedra di Storia dell’arte in Italia. Ingresso gratuito

Il Museo Laboratorio d'Arte Contemporanea ospita, dal 23 novembre al 20 dicembre 2018, la mostra La Fototeca di Adolfo Venturi alla Sapienza, a cura di Ilaria Schiaffini Maria Onori.

È questa la prima esposizione dedicata alle fotografie raccolte per esigenze di didattica e di ricerca da Adolfo Venturi, che nel 1901 ricoprì alla Sapienza la prima cattedra di Storia dell’arte in Italia e fondò la Scuola di Perfezionamento in Storia dell’arte.
Sono presentate 46 stampe di grande formato provenienti dalla parte più antica del fondo: realizzate in buona parte con la pregiata tecnica al carbone e databili tra la fine dell’Ottocento e gli anni Venti del Novecento, riproducono opere soprattutto di pittura, ma anche di scultura e architettura rinascimentale. Si tratta della prima rivalutazione di un fondo unico tra le fototeche universitarie italiane di storia dell’arte per antichità e consistenza (circa 65.000 stampe fotografiche e 35.000 diapositive in vetro). 
Le stampe furono commissionate da Venturi ai principali studi fotografici dell’epoca: domina la ditta alsaziana Braun, egemone sul mercato europeo dalla fine degli anni Sessanta dell’Ottocento, affiancata da Anderson, Alinari, Angerer, Moscioni, Vasari e altri. Le fotografie, conservate nell’Archivio Storico Fotografico dell’ex Dipartimento di Storia dell’arte e Spettacolo, recentemente confluito nel nuovo Dipartimento SARAS (Dipartimento di Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo), sono affiancate da una sezione documentaria con materiali d’archivio (ricevute di pagamento, taccuini, dispense, libretti delle lezioni, materiale didattico, edizioni fotografiche e di storia dell’arte) prestati dalla Biblioteca “Adolfo Venturi” dell’Istituto Superiore Centrale per il Restauro e da alcuni archivi e biblioteche del nostro Ateneo (Archivio Storico Sapienza, Archivio Lionello Venturi, Biblioteca Universitaria Alessandrina, Biblioteca Giulio Carlo Argan).

Lo studio della fotografia di riproduzione ha consentito di ripercorrere il contributo dato da Venturi alla storia dell’arte, tanto più efficace e ramificato in relazione all’autorevolezza conquistata su tre fronti congiunti: come studioso al centro dei più aggiornati dibattiti internazionali sin dagli anni Ottanta dell’Ottocento, come funzionario di riferimento nel Ministero della Pubblica Istruzione per le questioni del catalogo e dei musei nazionali, come primo professore universitario di storia dell’arte. Nel concepire unitariamente la tutela del patrimonio, la ricerca scientifica e la formazione, Venturi identificò nel medium di recente invenzione un formidabile strumento di esattezza documentaria e verifica comparativa, che lo portò a sperimentare pionieristicamente l’uso massiccio della fotografia nella didattica e nell’editoria illustrata di settore.

Ultimo aggiornamento 15/11/2018