Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 25 Marzo 2017 al 17 Giugno 2017
dalle ore 10.30

Parliamone tra noi: bellezza e arte nel Municipio XV

Biblioteca Galline Bianche - VIA DELLE GALLINE BIANCHE, 105 - ROMA (RM)

Ciclo di incontri gratuiti, curati da esperti del settore, incentrato sui beni archeologici del XV Municipio

Parliamone tra noi: bellezza e arte nel Municipio XV è un ciclo di incontri organizzato dall’associazione Liberipassi sotto il coordinamento dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Il ciclo è incentrato sui beni archeologici del XV Municipio al fine di promuovere il territorio del municipio e coinvolgere attivamente la cittadinanza, ponendosi come mezzo di conoscenza della sua storia e strumento utile di apprendimento e formazione.

Gli interventi sono curati da esperti di settore e analizzeranno il territorio sotto molteplici punti di vista, dall’inquadramento storico topografico dell’area all’individuazione di sistemi per la gestione informatica delle informazioni ricavate dallo studio archeologico, dall’analisi di aree archeologiche alla loro contestualizzazione nel moderno territorio.

Calendario

  • 25 marzo | Il XV Municipio nell’età antica – un territorio da raccontare
    Saluto di C. Ferraro Pelle (Sovrintendenza Capitolina – Dirigente U.O. Monumenti di Roma: scavi, restauri. Siti Unesco)
    Intervento F.M. Cifarelli (Sovrintendenza Capitolina, funzionario responsabile XV Municipio)
    Il territorio dell’attuale XV Municipio costituisce una porzione di estremo interesse del suburbio settentrionale di Roma. Compresa fra il corso del Tevere a Est e la via Cassia a ovest, l’area è ricchissima di importanti testimonianze archeologiche e di altrettanto importanti temi storici. Verrà presentata una panoramica su questo importantissimo territorio, ancora sostanzialmente non studiato nelle sue linee generali e nei suoi temi storici.
  • 22 aprile | Archeologia e digitale: gestione informatica dei dati archeologici per la tutela e valorizzazione del XV Municipio
    M. Bartoli (independent researcher)  
    Partendo da una panoramica sulle opportunità che l’utilizzo di tecnologie nell’ambito dei Beni Culturali può apportare alla valorizzazione, promozione e comunicazione del territorio preso in esame, si intende presentare i risultati parziali prodotti dopo un’attenta valutazione critica relativa ai metodi di classificazione e catalogazione del materiale raccolto ritenuti più idonei per la loro più immediata fruizione, ma anche per il loro riuso in contesti scientifico-culturali diversi.
  • 6 maggio | Dentro l’Acquedotto Traiano-Paolo: un capolavoro di ingegneria romana, infrastruttura della città moderna 
    F.M. Cifarelli (Sovrintendenza Capitolina), M. Marcelli (Sovrintendenza Capitolina), T. O’Nneill (The Aqueduct Hunters – University of Leicester)
    L’acquedotto Traiano-Paolo, ossia l’Acqua Paola, ancora funzionante, raccoglie varie sorgenti nelle colline boschive a nord-ovest del lago di Bracciano, percorre grossomodo la circonferenza del lago fino ad Anguillara Sabazia dove devia verso Roma sfociando nel fontanone del Gianicolo. L’intero acquedotto entrò in funzione nel 1612, quando Paolo V Borghese ripristinò alcuni dei condotti di epoca romana costruiti per volere dell’imperatore Traiano al fine di rifornire di acqua potabile la XIV regione transtiberina. Verranno presentate le ultime esplorazioni nello speco e il programma di studio e valorizzazione messo a punto dalla Sovrintendenza Capitolina con ACEA – ATO2.
  • 20 maggio | Il Mausoleo di Marco Nonio Macrino
    D. Rossi (Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Roma, responsabile scientifico dello scavo del mausoleo di Macrino)
    Durante l’incontro verrà descritto e analizzato il mausoleo di Marco Nonio Macrino, rinvenuto durante una campagna di scavo iniziata nel 2008 nell'area funeraria di via Vitorchiano presso un'ex area industriale collocata fra la moderna via Flaminia (km 8,500) e il corso del fiume Tevere. Questa monumentale tomba a tempio appartiene al senatore di origine bresciana Marco Nonio Macrino e fu a lui dedicata da uno dei tre figli: l'attribuzione è stata possibile grazie all'iscrizione dedicatoria posta nel frontone e ritrovata in crollo. 
  • 17 giugno | La Villa di Lucio Vero presso Villa Manzoni 
    E. Caserta (independent researcher)
    Tra il 2005 e il 2009, in occasione dei lavori di ristrutturazione della moderna villa Manzoni adibita ora ad Ambasciata della Repubblica del Kazakhstan, la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma ha eseguito sondaggi archeologici nel sito dove le fonti e gli studiosi collocano la villa dell’imperatore Lucio Vero. Le indagini hanno portato in luce strutture e ambienti che coprono un arco cronologico compreso tra la fine del II sec. a.C. e la fine del III sec./ inizi IV sec. d.C.. Verranno presentati i risultati e le novità derivanti dalle ultime indagini effettuate nell’area.

Dettagli su Sovraintendenzaroma.it. Info e prenotazioni: associazione culturale Liberipassi tel. 320.3336570 email liberipassi1@gmail.com

Ultimo aggiornamento 10/04/2017