Per saperne di più

Vedi anche

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 28 Dicembre 2020 al 31 Dicembre 2020

ProntoPoesia!

Il primo call center di poesie e canzoni al telefono per sentirsi vicini e chiedersi con la poesia Ciao, come stai?

ProntoPoesia! è il primo call center poetico: basta digitare il numero 06.40060606 per trovare dall'altra parte della cornetta un grande artista a dedicare una poesia o una canzone. Un progetto culturale e sociale nato da un’idea della cantautrice e provocatrice culturale Giulia Ananìa, in collaborazione con l'associazione culturale Muovileidee e con il contributo del Municipio Roma VIII.

In un periodo particolarmente delicato a causa della pandemia e nel cuore delle festività natalizie verrà attivato dal 28 al 31 dicembre un servizio di assistenza telefonica poetica. Grandi figure di spicco della scena culturale italiana tra attori, scrittori e musicisti regaleranno a chi ne ha bisogno delle letture poetiche. A chi sta vivendo questa pandemia con più difficoltà la solitudine verrà donato un atto semplice e gentile che fa bene a chi lo riceve e restituisce agli artisti il loro valore civile. I versi poetici sono letti in diretta telefonica per trasmettere calore e accoglienza, per rendere vivo, reale ed “a due” lo scambio tra artista e chi sarà dall’altra parte del telefono. 

  • 28 e 30 dicembre dalle 14.00 alle 18.00
  • 29 e 31 dicembre dalle 9.00 alle 14.00

Gli artisti che aderiscono all’iniziativa (in ordine alfabetico): Amir, Giulia Ananìa, Michela Andreozzi, Michele Botrugno, Matilda De Angelis, Erri De Luca, Piero di Blasio, Paolo di Paolo, Donatella di Pierantonio, Emanuela Fanelli, Morgana Giovannetti, Milena Mancini, Lavinia Mancusi, Vinicio Marchioni, Martufello, Luisa Merloni, Francesca Romana Miceni Picardi, Paola Minaccioni, Francesco Montanari, Laura Nardi, Piotta, Tiziano Scrocca, Emilio Stella, Susanna Stivali, Max Vado, Josafat Vagni, Emilia Verginelli, Margherita Vicario, Ariele Vincenti.

ProntoPoesia! si ispira alle Favole al telefono di Gianni Rodari, quelle che l’immaginario ragionier Bianchi raccontava ogni sera alle nove in punto alla sua bambina lontana e che ci racconteremo in questi tempi difficili per non spezzare mai il filo che ci lega. Avendo ottenuto l'adesione volontaria di tantissimi artisti il progetto proseguirà anche nei primi giorni di gennaio, in giorni e orari da definire.

Per restare aggiornati sul progetto basta seguire le pagine Facebook e Instagram.

Ultimo aggiornamento 28/12/2020