Per saperne di più

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 10 Novembre 2020 al 15 Gennaio 2021

Quadriennale 2020 FUORI online

Offerta digital di podcast, video, visite guidate, performance, playlist musicali, gallerie fotografiche, rubriche di approfondimento e anche un virtual tour: FUORI prosegue online

Con una diversificata offerta digital, fatta di podcast, video, visite guidate, performance, playlist musicali, gallerie fotografiche, rubriche di approfondimento, la Quadriennale d’arte 2020 FUORI prosegue online, sul sito internet www.quadriennale2020.com, sui canali social e youtube.
Il palinsesto comprende appuntamenti fissi durante la settimana e rubriche che si alterneranno con maggiore fluidità.
Si parte il lunedì sul sito, sul canale youtube e sui canali social con Partita doppia: storie d’arte dalla Quadriennale tra passato e futuro. Partita doppia è un progetto a cura dello storyteller Luca Scarlini che propone una coinvolgente e originale narrazione della Quadriennale d’arte 2020 FUORI, mettendo in scena un dialogo fra i 43 artisti in mostra e altri importanti rappresentanti della storia dell’arte italiana e delle passate Quadriennali. Su invito dei curatori Sarah Cosulich e Stefano Collicelli Cagol a “performare” all’interno della mostra l’archivio della Quadriennale di Roma come parte integrante dello stesso progetto espositivo, Luca Scarlini propone un format innovativo trasferito ora sulla piattaforma digitale in seguito all’emergenza sanitaria.

Il martedì sui canali social si prosegue con FUORItutto, brevi visite guidate dei curatori che, muovendosi all’interno delle sale espositive, raccontano gli immaginari degli artisti, le opere e le scelte allestitive di ciascuna sala.

Il mercoledì sui canali social è la volta di FUORIfocus, racconto della mostra che segue l’itinerario di visita tracciato da Sarah Cosulich e Stefano Collicelli Cagol, attraverso le foto dell’allestimento e delle opere, scattate da DSL Studio, associate a estratti delle schede di ciascun artista, per permettere un affondo sulle singole opere e sulla pratica degli artisti.

Il giovedì sui canali social sarà protagonista FUORItesto, un percorso ragionato tra le pagine del libro, edito da Treccani, catalogo della mostra e antologia sull’arte italiana contemporanea. A partire dalle immagini, saranno selezionati degli estratti dai saggi dei curatori, Sarah Cosulich e Stefano Collicelli Cagol, degli assistenti curatori, Michele Bertolino e Matteo Binci, dell’artista/architetto Alessandro Bava e dello scrittore e storyteller Luca Scarlini; degli autori Giorgina Bertolino, Stefano Chiodi, Silvia Fanti e Daniele Gasparinetti, Camilla Hawthorne, Francesco Ventrella, Riccardo Venturi, che offrono nuove metodologie per l’arte contemporanea e di Dafne Boggeri, Lucrezia Calabrò Visconti, Michele D’Aurizio, Vincenzo Estremo, Lorenzo Pezzani, Sofia Silva sui temi dei workshop Q-Rated rivolti a giovani artisti e curatori e che hanno impegnato i curatori della mostra nel biennio 2018-2019.

Il venerdì sul sito, sul canale youtube e sui canali social, secondo appuntamento settimanale con Partita doppia: storie d’arte dalla Quadriennale tra passato e futuro.

Il sabato sui canali social, secondo appuntamento settimanale con FUORIfocus.

La domenica su spotify (sul canale della Quadriennale) e replica su instagram, ci si rilassa con le playlist, una per ogni artista in mostra, selezionate settimana per settimana dal team curatoriale, per costruire un paesaggio sonoro ed espandere ulteriormente l’immaginario delle opere esposte.
Sempre la domenica sui canali social secondo appuntamento della rubrica FUORItesto.

Tra le novità, si darà spazio a:
Intemporaneo e You Art, sui canali social, ideati e realizzati da Eni per la Quadriennale d’arte 2020: di Intemporaneo, un progetto video pensato per uno spazio dedicato di Palazzo delle Esposizioni, saranno proposti dei trailer che manterranno intatta la sensazione di un viaggio nella storia alla scoperta della trasformazione dei linguaggi artistici. Di You Art, sarà proposto, con modalità pensate per i canali social, il documentario dedicato al contest che ha visto sfidarsi 7 classi di ragazzi tra i 14 e i 19 anni provenienti da 4 diversi Paesi (Italia, Cipro, Ghana ed Emirati Arabi Uniti) su possibili tesi contrapposte rispetto a temi di attualità legati all’arte contemporanea.
Non solo performing art, ogni mercoledì sui canali social, in collaborazione con RAI Radio Live: condivisione dei contenuti della trasmissione che racconta la mostra in 13 puntate, attraverso interviste con il presidente della Quadriennale di Roma Umberto Croppi, i curatori e gli artisti.

Proseguono le rubriche:
Racconto condiviso con il Circolo Mario Mieli, sui canali social (in condivisione anche sul profilo del Circolo), il racconto di una selezione di opere più vicine alle tematiche e alle riflessioni del mondo LGBTQI+, in relazione anche all’attualità.
Appunti sparsi, sui canali social, immagini inaspettate e variegate che hanno un riferimento a un’opera, a un artista, a una tematica della Quadriennale d’arte 2020.
Spoiler, sui canali social, racconto per immagini dell’allestimento, un throwback, con Sarah Cosulich come conduttore che spiega e narra la lunga strada che ha portato all’apertura della mostra.
PAPRIKA, sui canali social, poesie selezionate da Stefano Collicelli Cagol che espandono i temi e ricamano le atmosfere della mostra.

Infine si segnala che dal 20 novembre, tutti i giorni dalle 18.00 alle 8.00, le arcate di Palazzo delle Esposizioni ospitano Corpo di fabbrica è un’opera che “respira”, una grande installazione luminosa creata da Norma Jeane. Per tutta la durata della mostra al calare del buio il Palazzo pulsa di luce seguendo in tempo reale la frequenza e l’intensità del respiro dell’artista collegato a distanza attraverso un dispositivo indossabile. 

In attesa della riapertura in presenza, grazie alla collaborazione con il MAECI, dall’8 dicembre è offerta al pubblico la straordinaria opportunità di visitare online la Quadriennale d’arte 2020 FUORI attraverso un tour virtuale sviluppato da AUGMENTA VR e studio cliche°, che permette l'esplorazione diretta di Palazzo delle Esposizioni. Collegandosi a quadriennale2020.com, sarà possibile accedere direttamente tramite web browser ad un ambiente a 360°, ricco di foto sferiche e video immersivi, e visitare in soggettiva gli ambienti e le opere della Quadriennale d’arte 2020 FUORI.

Ultimo aggiornamento 09/12/2020