Mappa  [ Espandi ]

Zoom inZoom outVisualizzazione mappaVisualizzazione fotografica

Scalo Playground

Largo Settimio Passamonti - ROMA (RM)

Calcola percorso

Inserire l'indirizzo di partenza

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 12 Luglio 2021 al 26 Luglio 2021
ore 19.00 e 21.00

Segnale d'allarme

Scalo Playground - Largo Settimio Passamonti - ROMA (RM)

L’opera teatrale di Elio Germano e Chiara Lagani diventa un film in realtà virtuale, diretto da Elio Germano e Omar Rashid. Proiezioni gratuite su prenotazione

Segnale d’allarme | La mia battaglia VR è la trasposizione in realtà virtuale de La mia Battaglia, un’opera di Elio Germano e Chiara Lagana che parla alla e della nostra epoca. Nel film diretto da Elio Germano e Omar Rashid lo spettatore sarà portato a piccoli passi a confondere immaginario e reale, in questa prospettiva la possibilità offerta dalla realtà virtuale di entrare nella narrazione sembra essere perfettamente calzante.

Spettacoli

  • 12 lugio ore 19.00 e 21.00
  • 19 luglio ore 19.00 e 21.00
  • 26 luglio ore 19.00 e 21.00

Prenotazioni online fino ad esaurimento posti alla mail scaloplayground@gmail.com. Oggetto: Prenotazione Segnale d’allarme. Specificare nel testo della mail preferenza di giorno e orario per assistere allo spettacolo; per completare la prenotazione arriverà una mail di conferma.

La mia battaglia è il segnale d’allarme che Germano lancia contro l’informazione fatta solo di opinioni, la tecnologia che rischia di essere veicolo di pura distrazione di massa e una cultura mainstream che finisce per fagocitare sistematicamente la nicchia, sottraendole anche le opportunità concesse dalla tecnologia. Lo spettacolo è un monologo che porta a riflettere e a porsi domande su vari temi: il consenso, il libero pensiero, l’affabulazione, la dittatura. È una feroce e allucinata narrazione in cui un attore, o forse un comico, ipnotizzatore non dichiarato, manipola gli spettatori in un crescendo di autocompiacimento, fino a giungere, al termine del suo show, a una drammatica imprevedibile svolta. Portatore di un muto volere collettivo diffuso nell’aria, l’artista da figura autorevole si farà a poco a poco sempre più autoritario, evocando lo spettro di un estremismo di ritorno travestito da semplice buon senso.

Ultimo aggiornamento 08/07/2021