Per saperne di più

Mappa  [ Espandi ]

Zoom inZoom outVisualizzazione mappaVisualizzazione fotografica

Teatro del Lido

Via delle Sirene, 22 - ROMA (RM)

Calcola percorso

Inserire l'indirizzo di partenza

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 11 Maggio 2019 al 26 Maggio 2019

Urban Area 2019 - Pietro Maiozzi in arte BOL

Teatro del Lido - Via delle Sirene, 22 - ROMA (RM)

Nell'ambito del progetto che esplora la connessione tra arte urbana, teatro e territorio, la mostra con i lavori di una delle icone storiche del writing capitolino. Ingresso gratuito

a.DNA project presenta Urban Area 2019 - Pietro Maiozzi in arte BOL a cura di Mirko Pierri. La mostra, ospitata al Teatro del Lido di Ostia dall'11 al 26 maggio rientra nell'ambito di Urban Area. A scena aperta, progetto che esplora la connessione tra arte urbana, teatro e territorio. 

Al quinto anno di attività su territorio ostiense, per Urban Area 2019 l’associazione a.DNA prevede alcuni interventi nel quartiere, preceduti dalla mostra personale, incentrata sul lavoro di una delle icone storiche del writing capitolino: Pietro Maiozzi in arte BOL. Una ricerca effettuata durante una carriera più che ventennale sarà raccontata da alcuni lavori esposti nello spazio espositivo del teatro: opere emblematiche dell’evoluzione artistica, stilistica ed iconografica di uno degli artisti più influenti della scena romana underground e non solo.

Pietro Maiozzi in arte BOL: nel 1990 è uno dei primi writer di graffiti della sua città. Da qui parte la ricerca che lo accompagna in tutti i passaggi della sua vita, dalla presa in prestito dei treni e dei muri di Roma, usati come tele, alla stessa città che gli riconosce un ruolo di rilievo nello sviluppo creativo e gli affida giovani artisti in erba da educare al rispetto verso il bene comune attraverso le loro opere. Una storia testimoniata da fotografie di opere e graffiti in parte scomparsi, ma mantenuti vivi da molteplici pubblicazioni e soprattutto da commenti emozionati di migliaia di persone che hanno con lui condiviso diverse esperienze: dai momenti artistici e politici alti, mostre internazionali in location istituzionali, commerciali, private, in eventi di massa o di quartiere, underground, con artisti alle prime armi e laboratori con ragazzi “borderline” come i detenuti del Carcere Minorile di Casal Del Marmo. In queste iniziative il suo impegno è sempre stato totalizzante rispetto alle esigenze personali e se ne trova traccia web all’indirizzo www.BOLgraf.it sul social network Facebook e su Instagram.

Ultimo aggiornamento 18/04/2019