Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 27 Gennaio 2023 al 30 Luglio 2023

Barberini Corsini Gallerie Nazionali 2023

Dopo il riallestimento della collezione permanente di Palazzo Barberini, tornano ad avvicendarsi nelle sedi del museo le mostre temporanee

Affiancato alle recenti acquisizioni di Palazzo Barberini - La morte di Cleopatra di Giovanni Lanfranco (Parma 1582 – Roma 1647) e il Ritratto del Cardinale Antonio Barberini di Simone Cantarini (Pesaro 1612 – Verona 1648) entrate a far parte della collezione delle Gallerie Nazionali di Arte Antica - arriva dal 5 ottobre 2022 Gian Lorenzo Bernini. Il busto di Urbano VIII in prestito dal Principe Corsini.

Il busto in bronzo, eseguito da Gian Lorenzo Bernini nel 1658, è in prestito dal Principe Corsini fino al 30 luglio 2023 per permetterne il confronto ravvicinato con la versione in marmo del Ritratto di Urbano VIII (datato 1655 circa), conservata a Palazzo Barberini, suo prototipo. Il busto verrà esposto presso la Sala Sacchi, riallestita nell’ottobre 2021 e dedicata ai protagonisti della famiglia Barberini, con i ritratti dipinti e scolpiti di Urbano VIII e dei suoi nipoti realizzati da Gian Lorenzo Bernini, Giuliano Finelli, Carlo Maratti, Lorenzo Ottoni.

Palazzo Barberini ospita la mostra Annibale Carracci. Gli affreschi della cappella Herrera, a cura di Andrés Úbeda de los Cobos, vicedirettore del Museo del Prado, e organizzata con il Museo Nacional del Prado e il Museu Nacional d’Art de Catalunya. La mostra, che ha avuto due precedenti tappe, al Museo del Prado a Madrid e al Museu Nacional d’Art de Catalunya a Barcellona, riunisce il ciclo di affreschi – staccati e trasferiti su tela nel 1830 - ideato da Annibale Carracci per la decorazione della cappella di famiglia del banchiere spagnolo Juan Enriquez de Herrera nella Chiesa di San Giacomo degli Spagnoli a piazza Navona.

Dal 27 gennaio al 10 aprile 2023 è la volta invece della mostra Orazio Gentileschi e l’immagine di san Francesco. La nascita del caravaggismo a Roma, a cura di Giuseppe Porzio, professore di storia dell’arte moderna presso l’Università di Napoli L’Orientale, e Yuri Primarosa. In questa occazione sarà esposto per la prima volta un dipinto di Orazio Gentileschi raffigurante San Francesco in estasi, messo a confronto con tre importanti opere conservate a Palazzo Barberini e con un dipinto proveniente dal Museo del Prado, che ricostruiscono influenze e interpretazioni dello stesso soggetto.

In occasione del quattrocentesimo anniversario dell’elezione di Maffeo Barberini al soglio pontificio col nome di Urbano VIII, avvenuta nell’agosto del 1623, le Gallerie Nazionali di Arte Antica dedicano un’imponente mostra ai suoi ventuno anni di pontificato (1623-1644). Dal 18 marzo al 30 luglio a Palazzo Barberini apre dunque L'immagine sovrana. Urbano VIII e i Barberini, mostra che celebra il profilo culturale e politico del papa che più di ogni altro incise in maniera straordinaria e radicale sul pensiero filosofico, sul sapere scientifico e sulle arti del Seicento, con l’obiettivo di illustrare le modalità con le quali il pontefice privilegiò lo strumento dell’egemonia culturale in funzione dell’azione politica e di governo. Capolavori della collezione Barberini, smembrata nei secoli e attualmente conservata nei principali musei del mondo, tornano quindi nella loro sede originaria; si potranno ammirare opere, fra le altre, di Gian Lorenzo Bernini, Caravaggio, Valentin de Boulogne, Nicolas Poussin, Andrea Sacchi, e alcuni degli spettacolari arazzi prodotti dall'Arazzeria Barberini. In mostra più di 80 opere provenienti dalla collezione del museo e da oltre 40 tra istituzioni museali e collezioni private italiane e internazionali.

Inaugurata il 14 dicembre a Galleria Corsini Le stanze del Cardinale. Neri Maria Corsini protagonista della Roma del Settecento, la mostra dedicata a una delle figure principali della vita culturale romana del Settecento. In eposizione una serie di “oggetti significanti”, capaci di raccontare i diversi aspetti della lunga carriera di Neri Maria Corsini e della sua azione culturale: prestiti prestigiosi, opere commissionate dal cardinale e che rientrano nel palazzo per la prima volta dopo aver lasciato la collezione nel corso degli anni, e poi lettere, documenti d’archivio e opere d’arte solitamente non visibili al pubblico perché destinate all’arredo di sedi diplomatiche o istituzionali.

Giorni di apertura

dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 18.00 (la biglietteria chiude alle 17.00)

Tariffe

Biglietto intero: 15 euro Palazzo Barberini + Galleria Corsini, valido 20 giorni dal momento della timbratura. Biglietto ridotto: 2 euro Palazzo Barberini + Galleria Corsini, valido 20 giorni dal momento della timbratura (cittadini dell’Unione Europea tra i 18 e i 25 anni)

Parole chiave

Michelangelo Galleria Nazionale di Arte Antica di Palazzo Barberini Galleria Nazionale d'Arte Antica in Palazzo Corsini arte del Cinquecento barberini corsini gallerie nazionali

Ultimo aggiornamento 20/03/2023