Per saperne di più

Mappa  [ Espandi ]

Zoom inZoom outVisualizzazione mappaVisualizzazione fotografica

Mattatoio

Piazza Orazio Giustiniani, 4 - ROMA (RM)

Calcola percorso

Inserire l'indirizzo di partenza

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 23 Luglio 2020 al 1 Novembre 2020

Dispositivi Sensibili - Andrea Galvani

Mattatoio - Piazza Orazio Giustiniani, 4 - ROMA (RM)

Progetto interdisciplinare concepito come un laboratorio aperto al pubblico, un ambiente esperienziale in continua e costante evoluzione

Il progetto Dispositivi Sensibili, a cura di Angel Moya Garcia, intende produrre, sviluppare, veicolare e comunicare un’ampia panoramica delle pratiche performative contemporanee. Dopo il definitivo sdoganamento di questo linguaggio nelle grandi rassegne internazionali e il suo inserimento nella pianificazione dei musei, fondazioni e istituzioni di tutto il mondo, la performance diviene elemento nevralgico nella programmazione dell’Azienda Speciale Palaexpo riservata agli spazi del Mattatoio di Testaccio, completando così l’offerta culturale delle arti visive contemporanee.

La sottigliezza delle cose elevate di Andrea Galvani (Verona 1973, vive e lavora a New York e Città del Messico) è un progetto interdisciplinare concepito come un laboratorio aperto al pubblico, un ambiente esperienziale in continua e costante evoluzione. Attraverso una serie di installazioni architettoniche, azioni e performance specificatamente sviluppate per il Padiglione 9b del Mattatoio, Galvani focalizza la nostra attenzione sulla necessità del tutto umana di misurare, decifrare, comprendere l’ignoto e dare forma e direzione all’astratto.

Il titolo della mostra è tratto del grimorio Shams al-Ma'arif wa Lata'if al-'Awarif (كتاب شمس المعارف ولطائف العوارف), Il libro del sole della gnosi e le sottigliezze delle cose elevate, scritto da Ahmad ibn ‘Ali al-Buni (أحمد البوني) prima della sua morte nel 1225 d.C. Questo grimorio o libro di magia, generalmente inteso come il testo più influente del suo genere nel mondo arabo, si apre con una serie di complessi quadrati magici che dimostrano relazioni nascoste tra numeri e forme geometriche.La sottigliezza delle cose elevate si appropria di questo approccio visionario, pioneristico e transdisciplinare che il processo di ricerca scientifica incarna sin dai suoi albori, esaltandone l’ambito emotivo, spirituale e metafisico. In questa mostra, il Mattatoio non contiene solo un'articolazione ed estensione dei linguaggi matematici che trasformano, espandono e illuminano lo spazio architettonico, ma anche l’impegno fisico, intellettuale e psicologico che si cela dietro il processo di calcolo che costituisce l’architettura della nostra conoscenza collettiva.

Performance in programma:

  • dal 23 luglio al 25 ottobre, da giovedì a domenica | The Subtleties of Elevated Things 
  • 23 luglio, 17 settembre e 15 ottobre | Instruments for Inquiring into the Wind and the Shaking Earth
  • 10, 24, 26 settembre e 1, 3, 8, 10, 17, 22 ottobre | Attraversamenti (visita guidata)
  • 16 settembre | Dialogo fra Andrea Galvani e Angel Moya Garcia

Informazioni

Mattatoio

Indirizzo: Piazza Orazio Giustiniani, 4 - 00153 ROMA (RM)

Sito web:
https://www.museomacro.it
https://www.mattatoioroma.it/

Giorni di apertura

domenica e dal martedì al giovedì dalle ore 11.00 alle 20.00, venerdì e sabato dalle 11.00 alle 22.00

Parole chiave

cultura low cost gratis a Roma arti performative mattatoio romarama andrea galvani dispositivi sensibili

Ultimo aggiornamento 26/10/2020