Per saperne di più

Mappa  [ Espandi ]

Zoom inZoom outVisualizzazione mappaVisualizzazione fotografica

Fondazione Memmo

Via della Fontanella di Borghese, 56/b - ROMA (RM)

Calcola percorso

Inserire l'indirizzo di partenza

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 4 Maggio 2018 al 11 Novembre 2018

Kerstin Brätsch_Ruine / KAYA_KOVO

Fondazione Memmo - Via della Fontanella di Borghese, 56/b - ROMA (RM)

La destabilizzazione del linguaggio pittorico e un evocativo intervento in situ negli spazi di Palazzo Ruspoli. Ingresso libero

La Fondazione Memmo presenta Kerstin Brätsch_Ruine / KAYA_KOVO presso le Scuderie di Palazzo Ruspoli. La mostra a cura di Francesco Stocchi, sarà aperta al pubblico da venerdì 4 maggio a domenica 11 novembre 2018. Come suggerito dal duplice titolo, la proposta è articolata in due sezioni distinte: la Casa e la Stalla. Nella Casa, spazio principale della Fondazione, _Ruine presenta la pratica individuale di Kerstin Brätsch; _KOVO occupa invece lo spazio più raccolto della Stalla e propone il lavoro di KAYA, il progetto collaborativo di Brätsch e Debo Eilers.

La mostra, il cui titolo è mutuato dall’espressione tedesca Ruine testimonia la volontà ormai consolidata di Brätsch di espandere e destabilizzare il linguaggio pittorico. Un approccio che comporta collaborazioni con artigiani al fine di interrogare e mettere in crisi la nozione di soggettività storicamente attribuita alla figura del pittore. Un corpo inedito di marbling paintings [Psychopompo] della serie in corso Unstable Talismanic Rendering, realizzata con Dirk Lange maestro tedesco della marmorizzazione, sarà esposto al fianco di nuovi lavori in stuccomarmo creati in collaborazione con l’artigiano romano Walter Cipriani. Nell’insieme, l’allestimento degli spazi e delle opere restituisce la suggestione di un sito antico, una rovina catturata in bilico tra decadenza e ricostruzione, uno spazio di transizione liminale e visionario.

Nell’ambito della residenza della Fondazione Memmo, il collettivo KAYA trascorrerà un mese lavorando presso la sede della fondazione per creare un intervento in situ: _KOVO. Per questa iterazione, il collettivo KAYA - che può essere immaginato come una violenta collisione tra pittura e scultura - presenta una serie di lampade e pelli KAYA. KOVO - covo in Italiano, cave in inglese - è anche un termine che indica un ibrido uomo-mucca (man-cow). Questa collisione offre la cifra del processo creativo di Brätsch e Eilers: i dipinti di KAYA sono per metà umani, evocando spettri di animismo e fantascienza. Per _KOVO, Brätsch e Eilers saranno affiancati dal sound artist e musicista An, di base a Napoli, la cui ricerca si rivolge agli stati preverbali di coscienza e materia, nelle loro fasi simultanee di composizione / decomposizione.

Informazioni

Sito web: http://www.fondazionememmo.it

Giorni di apertura

dal mercoledì al lunedì, dalle 11.00 alle 18.00

Giorni di chiusura

martedì

Organizzato da

con il supporto di Goethe Institut

Parole chiave

arte contemporanea mostra cultura low cost gratis a Roma residenza artistica opera site specific mostra gratuita fondazione memmo Kerstin Brätsch_Ruine / KAYA_KOVO

Ultimo aggiornamento 03/05/2018