Per saperne di più

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 21 Marzo 2017 al 11 Giugno 2017

MACRO primavera 2017

La più ampia personale mai dedicata a Gea Casolaro, la prima antologica di Alfredo Pirri, l'Etiopia di Marco Paoli e la poesia di Adonis nelle opere di Rotelli fra le mostre primaverili

  • dal 3 febbraio al 4 giugno 2017 | MACRO via Nizza
    Opere della Collezione: percorso tattile sensoriale
    Il MACRO apre al pubblico la Sala Multisensoriale e presenta il percorso tattile permanente del Museo. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto Musei da toccare, nato nel 2015, rivolta alla realizzazione di percorsi tattili-sensoriali che permettono di avvicinare le persone con diverse disabilità alla conoscenza del patrimonio artistico dei musei di Roma Capitale. Nella Sala sono esposte tre opere della Collezione permanente del Museo – selezionate per l’esplorazione tattile dall’Ufficio Collezione – che raccontano la storia di tre artisti e dei loro diversi percorsi: San Sebastiano (1963) di Leoncillo LeonardiSenza titolo (2005) di Domenico Bianchi e Colonna (2000) di Giovanni Albanese. Per completare la fruizione delle opere selezionate sono messe a disposizione del pubblico le schede descrittive accompagnate da informazioni storico-critiche, tradotte in LIS., che possono essere consultate e scaricate dal sito del Museo.
  • dal 3 febbraio al 30 giugno 2017 | MACRO via Nizza
    I think art is… Briciole d'arte - Un video di Lara Nicoli e Carlo Carfagni
    A circa sessanta - tra artisti, critici, giornalisti, scrittori, attori, galleristi, mecenati, persone comuni; da Michelangelo Pistoletto a Giosetta Fioroni, da Jannis Kounellis a Dacia Maraini, da Edoardo Albinati a Luigi Ontani, dalla giovane artista Veronica Montanino alla gallerista Viviana Guadagno,  e poi Gianfranco Baruchello, Pablo Echaurren, Mario Desiati, Marco Tirelli, Kasia Smutniak, Pietro Fortuna, Ludovico Pratesi, Giorgio De Finis, Matteo Basilè, molti giovani artisti del Lanificio e studenti di accademia di belle arti ecc. - è stata rivolta la stessa domanda-riflessione che si è trasformata in un tormentone o anche in un testimone che viene ripetuto e passato di persona in persona: "Penso che l'arte sia...". A questa domanda - ed è una incredibile constatazione su cui riflettere - nessuno dà la stessa risposta, ma ciascuno suggerisce un diverso ma sempre interessante modo di concepire l'arte. Delle sessanta, sono state scelte e montate in sequenza una rosa di risposte - nonostante l'idea iniziale fosse quella di un work in progress di continuo sostituibile ed integrabile - dando compattezza temporale ad un video che si basa formalmente sull'idea pop della ripetizione e che, nella proiezione museale a loop su schermo monocanale, si trasforma in una sorta di viatico per i visitatori che stanno per varcare la soglia ed entrare nel magico (e spesso ignoto) mondo dell'arte.
  • dal 7 aprile all'11 giugno 2017 | MACRO via Nizza
    Gea Casolaro - Con lo sguardo dell'altro
    La più ampia personale finora dedicata all’artista romana Gea Casolaro, che dal 2009 si divide tra Roma e Parigi. Il titolo della mostra rivela uno dei temi più cari all’artista, quello dell’importanza dello sguardo altrui nella costruzione della propria opera, così come nella visione dell’arte e della vita in generale. Gea Casolaro mette in atto questa riflessione attraverso differenti modalità formali, che mirano a raggiungere un medesimo obiettivo: dimostrare la necessaria rimessa in discussione del punto di vista soggettivo, a favore di una visione collettiva e comunque più ampia e complessa della realtà. Emblematico in tal senso è il manifesto A cosa starà pensando la persona accanto a te? (2008) che insieme ad altri poster d’artista fu proposto nelle strade di Bologna alla riflessione dei passanti e che Casolaro significativamente ripropone quale incipit della mostra.
  • dal 12 aprile al 4 giugno 2017 | MACRO Testaccio
    Alfredo Pirri - i pesci non portano fucili
    Quella del Macro Testaccio rappresenta la tappa conclusiva del progetto i pesci non portano fucili, un viaggio all’interno dell’opera, del pensiero e della ricerca dell’artista che è iniziato nel novembre 2016 con la prima mostra allestita presso lo Studio/Archivio dell’artista. Il titolo del progetto è stato scelto dallo stesso Pirri in omaggio all’opera The divine invasion di Philip K. Dick (1981), in cui l’autore immagina una società disarmata e fluida come il mare aperto dentro il quale immergersi e riemergere dando forma ad avvenimenti multiformi. Tutto il progetto viene proposto come un nuovo possibile modello di rete culturale, fortemente sostenuto da Pirri, in cui ogni istituzione coinvolta è autonoma ma in costante dialogo con le altre. L’esposizione riunisce 50 opere tra le più importanti e significative realizzate dall’artista nel corso della sua carriera dagli anni ‘80 ad oggi, sottolineando l’alternarsi ritmico di fluidità e fissità, dove i repentini mutamenti di tecnica diventano allegoria di un tempo mentale, scandito dagli elementi che da sempre contraddistinguono la ricerca dell’artista: lo spazio, il colore e la luce.
  • dal 12 aprile al 7 giugno 2017 | MACRO Testaccio
    Pietro Fortuna - S.I.L.O.S
    Nel ciclo di opere esposte (raccolte sotto il titolo di S.I.L.O.S, del 2017, tutte realizzate appositamente per questa occasione) si condensa il senso del fare come prassi e come nucleo teorico, come rivendicazione di autonomia, come possibilità, e diritto, dell’arte a essere improduttiva. “L’arte è profezia e non previsione”, dichiara l’artista, e tutto quello che accade rispetto all’opera accade senza progetto (cioè senza un sentimento di attesa rispetto a un compimento futuro), nel suo manifestarsi come forma del divenire: senza quel finalismo che caratterizza la produzione, non solo culturale, contemporanea. 
  • dal 13 aprile al 17 maggio 2017 | La Pelanda
    Alessandro Verdi - Sulla pelle della pittura
    Quinta tappa del progetto From La Biennale di Venezia & OPEN to MACRO. International Perspectives. Alessandro Verdi ha progettato un percorso lungo le sale de La Pelanda che si snoda attraverso installazioni che dialogano con l’architettura dello spazio. Le opere sono tutte di grandi dimensioni, alcune in moduli di oltre due metri costituite da pannelli di legno su cui l’artista interviene direttamente con la grafite, oppure grandi carte ad acrilico stese sul pavimento (in mostra una di 10 metri), o intarsiate da migliaia di piccoli pezzi di carta come a formare una pelle mobile e duttile su cui poi interviene con piccoli segni minimali. 
  • dal 13 aprile al 17 maggio 2017 | La Pelanda
    Marco Paoli - Ethiopia
    La mostra del fotografo fiorentino Marco Paoli rende omaggio alla bellezza di una delle nazioni africane più ricche di cultura per l’unicità della sua storia e della sua architettura, la molteplicità delle sue lingue, delle sue etnie e religioni. L’Etiopia è la culla dell’umanità per eccellenza in cui è vissuta la nostra comune antenata Lucy e culla del Cristianesimo autoctono africano di diretta derivazione apostolica. I temi esplicitati dalle foto sono quindi la bellezza, ma anche la resilienza della popolazione extraurbana che vive in condizioni di pura sussistenza praticando l’agricoltura e l’allevamento con tecniche tradizionali. Altro tema è quello della convivenza nella differenza, evidenziato dai grandi eventi a tematica religiosa come il Timkat cattolico ortodosso a Lalibela ed il pellegrinaggio musulmano a Scheik Hussein al quale l’Autore ha partecipato.
  • dal 13 aprile al 17 maggio 2017 | La Pelanda
    Poetry - Adonis e Marco Nereo Rotelli
    Sesta tappa del progetto From La Biennale di Venezia & OPEN to MACRO. International Perspectives. Marco Nereo Rotelli presenta Poetry, una sintesi delle sue installazioni realizzate per la 49° e la 53° Biennale di Venezia, unendole però ad una nuova e inedita proposta installativa realizzata con il grande poeta d’origine siriana Adonis. Un’intera area de La Pelanda sarà invece dedicata ai Collages di Adonis, il grande poeta d’origine siriana che partecipò a La Biennale del 2009 intervenendo in un happening artistico tra calligrafia e, appunto, collage. In occasione della mostra, il 28 aprile alle 18.00 l'artista Marco Nereo Rotelli darà vita a una performance durante la quale, insieme al pubblico, darà nuova luce alla carta prima che prosegua il suo viaggio verso il riciclo. A partire dal 26 aprile (dalle ore 14.00 alle 20.00) i cittadini di Roma sono invitati a portare vecchi giornali all’interno dello spazio della Pelanda al MACRO Testaccio. I giornali saranno così riciclati e “messi in luce”, mediante la realizzazione di una vera e propria opera d’arte durante la performance live.
  • dal 5 maggio all'11 giugno 2017 | MACRO via Nizza
    A.A. V.V. - Otros sonidos, otros paisajes 
    L’esposizione vede proposti per la prima volta in Italia i lavori di cinque sound artists cileni. L’esplorazione sonora di paesaggi del Cile, dal deserto di Acatama fino alla regione della Patagonia: è questo il filo conduttore delle installazioni realizzate dagli artisti sonori con l’obiettivo di rileggere e ridare luce, attraverso la prospettiva dell’ascolto, a geografie e storie messe ai margini nel contesto globale. 
  • dal 7 maggio al 1 ottobre 2017 | MACRO via Nizza
    A.A.V.V. - Cross the streets
    La mostra, a cura di Paulo von Vacano, raccoglie e racconta 40 anni di street art e writing, ospitando negli spazi del museo i più importanti artisti che hanno segnato le tappe fondamentali di questo movimento a livello internazionale e locale. Unica avanguardia in grado di riunire gioventù, periferie e minoranze della globalizzazione, l’arte urbana, in tutte le sue forme - dal Writing, ai Graffiti, dal Muralismo alla Street Art – ha influenzato profondamente l’immaginario collettivo: partendo da fenomeno underground di protesta giovanile questa pratica artistica è arrivata a contaminare tutti i campi, dalla moda alla musica, dal cinema alla fotografia fino alla pubblicità e, più in generale, è diventata di dominio pubblico. Lo scopo di Cross the Streets è quello di indagare, a livello globale, la potenza e la fascinazione di questa multimedialità estrapolandone le linee guida, i pionieri mondiali, i fenomeni di costume da essa generati e, a livello locale, la storia del graffitismo romano.
  • dal 23 giugno al 10 settembre 2017 | MACRO via Nizza
    Gehard Demetz - Introjection
    Gehard Demetz (Bolzano, 1972) utilizza come materiale esclusivo della sua scultura il legno, a cui ha saputo dare nel corso degli anni una devianza contemporanea, uno scarto dalla regola e dalla funzionalità artigianale. La mostra Introjection si ispira quasi esclusivamente a tematiche legate a iconografie sacre sia livello liturgico (tabernacoli) che architettonico (chiese) o devozionale (Maria Vergine e Sacro cuore), a cui fanno da contrappunto immagini profane e dissacratorie (Hitler e Mao) e laiche (fienili della Val Gardena), in cui a predominare è la dissonanza, la dissolvenza, la metamorfosi tra condizione infantile e adulta, tra predestinazione e maledizione. 

Informazioni

MACRO - Museo d'Arte Contemporanea Roma

Indirizzo: Via Nizza, 138 - 00198 ROMA (RM)

Sito web: https://www.museomacro.it/

Mattatoio

Indirizzo: Piazza Orazio Giustiniani, 4 - 00153 ROMA (RM)

Sito web:
https://www.museomacro.it
https://www.mattatoioroma.it/

Giorni di apertura

MACRO via Nizza: da martedì a domenica ore 10.30-19.30; 24 e 31 dicembre ore 10.30-14.00; MACRO Testaccio: aperto solo in caso di mostre da martedì a domenica ore 14.00-20.00

Giorni di chiusura

MACRO via Nizza: chiuso lunedì, 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre; MACRO Testaccio: chiuso lunedì, 1 gennaio, 1 maggio, 24-25 e 31 dicembre

Tariffe

MACRO via Nizza: intero euro 11, ridotto euro 9; residenti intero euro 10, ridotto euro 8; MACRO Testaccio: intero euro 6, ridotto euro 5; residenti intero euro 5, ridotto euro 4; MACRO via Nizza + MACRO Testaccio (valido 7 giorni per un solo ingresso a sito) intero euro 13,50, ridotto euro 12,50; residenti intero euro 12,50 ridotto euro 11,50

Parole chiave

MACRO Testaccio MACRO nanni balestrini Luigi Ontani Alfredo Jaar domenica gratis nei musei Anish Kapoor paola perego

Ultimo aggiornamento 26/05/2017