Per saperne di più

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 15 Settembre 2020 al 4 Dicembre 2021

MAXXI 2021

Un anno più ricco che mai per il Museo nazionale delle arti del ventunesimo secolo: dalla fotografia all'architettura, dal design ai video d'artista

  • fino al 7 marzo 2021 
    Giovanni Gastel. The people I like
    Il maestro fotografo si svela nella sua più intima autenticità e consacra il “ritratto” opera artistica d’eccellenza. Al pari della cultura umanistica, Gastel restituisce valore all’uomo e dignità al soggetto autonomo e, attraverso i suoi 200 ritratti in mostra, documenta una parte importante del suo lavoro d’artista in oltre quarant’anni di attività. Modelle, attrici, artisti, operatori del settore, vip, cantanti, musicisti, politici, giornalisti, designer, cuochi fanno parte del caleidoscopio di fotografie esposte senza un ordine preciso, o un’appartenenza ad un determinato settore o categoria. Come lo stesso Gastel afferma: «The people I like racconta il mio mondo, le persone che mi hanno trasmesso qualcosa, insegnato, toccato l’anima».
  • fino al 28 febbraio 2021
    Isaac Julien. Lina Bo Bardi - Un meraviglioso groviglio
    Lina Bo Bardi — A Marvellous Entanglement è l’emozionante omaggio dell’artista e filmmaker inglese Isaac Julien alla grande architetta italo-brasiliana. Si tratta di un’imponente installazione video a nove canali, corredata da una serie fotografica, filmata in diverse location in Brasile, tra cui il São Paulo Museum of Art, il Museum of Modern Art di Bahia e il Teatro Gregório de Matos di Salvador de Bahia.
  • fino al 28 marzo 2021
    Premio Italiano di Architettura e YAP Rome at MAXXI
    I vincitori di quest’anno sono: Z33 House For Contemporary Art, Design And Architecture di Francesca Torzo per il miglior edificio realizzato da architetti italiani o attivi in Italia negli ultimi tre anni; Lucy Styles, miglior progettista under 40 e vincitrice di YAP Rome at MAXXI, e Renzo Piano insignito del premio alla carriera. 
  • fino al 10 ottobre 2021
    Alberto Boatto. Lo sguardo dal di fuori
    Il progetto presenta una significativa selezione dall’archivio personale di Boatto, costituito da corrispondenza, manoscritti e dalle sue numerose pubblicazioni. Vi si ritrovano tutti gli aspetti del suo lavoro intellettuale, gli scambi con amici, artisti, critici e scrittori, i quaderni di appunti, le prime stesure dei suoi libri e alcuni testi inediti di grande interesse. La somma di una vita di pensiero e di scrittura che si offre ora all’attenzione del pubblico e alle ricerche degli studiosi.
  • fino al 10 ottobre 2021
    Senza margine. Passaggi nell'arte italiana a cavallo del millennio
    Nel decennale del Museo, inaugurato il 30 maggio 2010, un nuovo grande allestimento valorizza il progetto della Collezione, esponendo nella galleria a essa dedicata un nucleo di opere di nove maestri che rappresentano la vitalità e la diversità delle ricerche artistiche in Italia. Maestri non ancora presenti nella Collezione del MAXXI e che, grazie a un contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo in occasione di questo importante anniversario, entreranno a farne parte.
  • fino al 2 maggio 2021
    MAXXI Bvlgari prize
    Sono Giulia Cenci (Cortona, 1988, vive e lavora tra Amsterdam e la Toscana), Tomaso De Luca (Verona, 1988, vive e lavora a Berlino) e Renato Leotta (Torino, 1982, vive e lavora ad Acireale) i tre finalisti della seconda edizione del MAXXI BVLGARI PRIZE, il progetto che unisce il MAXXI e Bvlgari, da oltre 130 anni emblema di eccellenza italiana, per  il sostegno e la promozione dei giovani artisti.
  • fino al 29 agosto 2021
    Una storia per il futuro. Dieci anni di MAXXI
    Nel 2020 il MAXXI festeggia i suoi primi 10 anni: un’occasione per riflettere sull’identità del museo, ripercorrere il cammino fatto e impostare il futuro. La mostra, che esplora 5 grandi temi, nasce da un appassionato lavoro di ricerca, riflessione e dibattito, e posa lo sguardo sul primo decennio del XXI secolo attraverso il punto di vista del MAXXI e degli artisti che lo hanno animato e trasformato. Non vuole essere un riassunto autoreferenziale delle mostre del museo,  ma una loro rilettura “immateriale” in una prospettiva che ponga le basi di una storia per il futuro.
  • fino al 4 dicembre 2021
    The Independent Wall
    In occasione del decennale del MAXXI il museo festeggia i sei anni di The Independent, progetto di ricerca dedicato al pensiero e alla pratica indipendenti. The Independent Wall intende presentare una visione retrospettiva sulla storia del programma ideato da Hou Hanru e curato da Giulia Ferracci ed Elena Motisi. Il progetto presenta la mappatura online delle realtà indipendenti, monitorando i territori delle iniziative attive in questo campo a livello nazionale e internazionale. 
  • dal 9 marzo al 2 maggio 2021
    Navin Rawanchaikul. Ciao da Roma
    Un imponente olio su tela che rielabora lo stile dei poster dell’industria cinematografica indiana ma che invece immortala la comunità di migranti dell’Asia meridionale nella loro vita quotidiana a Roma e dintorni. È il lavoro di Navin Rawanchaikul, Ciao da Roma, un’opera che parla di diaspora ma anche di integrazione e sfide culturali, attraverso le tante storie raccolte dall’artista durante il suo soggiorno a Roma e nel Lazio nel 2018. L’opera entrerà a far parte della Collezione del MAXXI.
  • dal 9 marzo al 1 agosto 2021
    Aldo Rossi. L'architetto e le città
    Dopo la mostra dedicata a Gio Ponti, è Aldo Rossi, universalmente famoso, il protagonista di una grande retrospettiva al MAXXI che analizza lo straordinario contributo teorico e pratico di un “architetto anomalo”, nella ricostruzione di Berlino come nel dibattito a Barcellona, ma colloca i suoi studi all’interno di una tradizione più ampia della cultura analitica nazionale e in relazione alle tematiche più urgenti della contemporaneità urbana.
  • dal 31 marzo al 12 settembre 2021
    Più grande di me
    Nuova tappa del filone di ricerca dedicato al Medio Oriente e all’area del Mediterraneo è la mostra Più grande di me, che espolora il fermento artistico dei paesi della ex Jugoslavia attraverso le opere di oltre 50 artisti con una particolare chiave di lettura.
  • dal 26 maggio al 24 ottobre 2021
    Casaballa
    Per la prima volta, apre al pubblico la straordinaria casa futurista a Roma nella quale Giacomo Balla visse e lavorò dal 1929 sino alla morte. Oltre all’apertura al pubblico della Casa romana, il progetto prevede un’importante mostra tematica ospitata nella spettacolare galleria 5 del MAXXI. Qui esposte opere inedite ideate e create per l’occasione che riflettono sulle numerose suggestioni di Casa Balla, opera d’arte totale, facendo emergere la profonda attualità di pensiero del poliedrico Maestro.
  • dal 1 ottobre al 13 febbraio 2022
    Sebastião Salgado
    La mostra, in anteprima in Italia, con più di 200 opere ci immerge nell’universo della foresta dell'Amazzonia mettendo insieme le impressionanti fotografie di Salgado con i suoni concreti della foresta. Il fruscio degli alberi, le grida degli animali, il canto degli uccelli o il fragore delle acque che scendono dalla cima delle montagne, raccolti in loco, compongono un paesaggio sonoro, creato da Jean-Michel Jarre.
  • dal 22 ottobre al 6 marzo 2022
    Thomas Hirschhorn
    «Il mondo ha bisogno di essere depixelato». Questa è una delle frasi con cui spesso Thomas Hirschhorn descrive i Pixel Collages, un imponente ciclo di lavori realizzato fra il 2015 e il 2017. Per la prima volta riuniti insieme, seguendo un concept disegnato dall’artista su un lunghissimo muro viola The Purple Line che attraversa la galleria 3, creano spazi che cercano di mostrare l’invisibile, rifiutano il contesto dato e stimolano chi guarda a rimanere vigile e cosciente.
  • dal 26 novembre al 24 aprile 2022
    Cao Fei
    Interazione tra realtà e fantasia, reale e virtuale, memoria e futuro caratterizzano la mostra Cao Fei. Supernova, dedicata a una figura di spicco della scena internazionale. Le opere vengono presentate al MAXXI all’interno di un percorso installativo articolato che parte dai luoghi reali, e a volte privati, della vita dell’artista, la Cina contemporanea, il suo quartiere, il suo studio e la sua casa e si affaccia su un futuro virtuale minaccioso e surreale. 
  • dal 26 novembre al 24 aprile 2022
    Buone nuove
    Dallo stereotipo novecentesco del grande maestro carismatico all crescente presenza di donne, collettivi, studi identificati con coppie, il cambiamento antropologico della professione dell’architetto.

Si ricorda che è obbligatorio pre-acquistare il biglietto online su maxxi.vivaticket.it. Possibilità di acquisto last minute in biglietteria previa verifica disponibilità di capienza nel rispetto del distanziamento fisico. Per accedere al Museo è necessario firmare un’autocertificazione.

Sul sito del museo sono disponibili informazioni dettagliate e aggiornamenti su tutte le tariffe.

Informazioni

MAXXI - Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo

Indirizzo: Via Guido Reni, 4/a - 00196 ROMA (RM)

Telefono: 06.39967350

Sito web: http://www.maxxi.art/

Giorni di apertura

Dal martedì alla domenica dalle 11.00 alle 19.00. La biglietteria chiude un'ora prima

Tariffe

Per acquisto online biglietto speciale a 8 euro. Altrimenti intero: 15 euro; ridotto: 9 euro; mini: 5 euro per ingressi last hour e in giorni e orari particolari per studenti alle condizioni specificate; 48 ore (per due ingressi in due giorni consecutivi): 15 euro. Gratis il giorno del compleanno. Ingresso libero al Museo per studenti di arte e architettura dal martedì al venerdì. Collezione permanente: ingresso libero per tutti dal martedì al giovedì e per le donne l'8 marzo.

Parole chiave

MAXXI - Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo Elisabetta Catalano gio ponti Konstantin Grcic Max Fletcher

Ultimo aggiornamento 23/02/2021