Per saperne di più

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 15 Settembre 2020 al 10 Ottobre 2021

MAXXI autunno 2020

Un autunno più ricco che mai per il Museo nazionale delle arti del ventunesimo secolo: dalla fotografia all'architettura, dal design ai video d'artista

  • dal 15 al 31 ottobre 2020
    Mascarilla 19 - Codes of domestic violence
    8 film d’artista raccontano la violenza sulle donne e il suo acuirsi nel contesto attuale della pandemia e delle conseguenti misure di contenimento sociale.
  • fino al 1 novembre 2020 
    The independent. Max Fletcher
    L’opera è il risultato di una performance concepita per il summit Friendship | Solidarity. Ll’artista britannico Max Fletcher ha prodotto una serie di tre tele durante una complessa azione in cui parola, pittura, gesto si combinano in un ripensamento critico del passato come mezzo di edificazione di amicizia, solidarietà e alleanze. Pasolini costituisce il riferimento essenziale sia della performance sia delle tele, che riportano tre frammenti di testi teatrali dialettali tratti dallo stesso Pasolini e da due scrittori da lui amati, Pirandello e Bertolazzi.
  • fino al 1 novembre 2020
    AT HOME 20.20 Progetti per l’abitare contemporaneo
    La celebre Villa Malaparte a Capri in dialogo con il rifugio sulle Dolomiti dei giovani DEMOGO; i Collegi universitari di Urbino di Giancarlo De Carlo con il progetto Sugar Hill di David Adjaye, ad Harlem; la Casa Baldi di Paolo Portoghesi a Roma con la casa “spaziale” di Zaha Hadid in Russia; Il Bosco Verticale di Stefano Boeri, a Milano con la Moryama House di Tokyo; la casa del film Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto di Francesco Berarducci a Roma con un edifico progettato a Johannesburg da Jo Noero. Sono alcuni dei duetti di AT HOME 20.20 Progetti per l’abitare contemporaneo, il nuovo allestimento della collezione di architettura del Museo, che racconta l’evoluzione del concetto di abitare dal dopoguerra a oggi, analizzato attraverso le opere dei grandi maestri del Novecento e delle nuove figure emergenti del panorama architettonico internazionale e rivisto, nella nuova versione 20.20, alla luce di come il Coronavirus abbia cambiato il nostro modo di vivere la casa.
  • dal 2 ottobre al 1 novembre 2020
    Omaggio a Claudia Gian Ferrari
    In occasione del decennale dalla scomparsa della studiosa, gallerista e collezionista appassionata, Claudia Gian Ferrari, il MAXXI le rende omaggio con un focus nella sala a lei dedicata. Il lascito di Claudia Gian Ferrari al Museo rivela alcune costanti nelle dinamiche e nelle scelte della sua collezione costituita tramite il rapporto incessante con artisti, collezionisti, galleristi e connaisseur, con quel sistema dell’arte contemporanea che dagli anni Novanta si è sviluppato in Italia.
  • fino al 22 novembre 2020 
    Giovanni Gastel. The people I like
    Il maestro fotografo si svela nella sua più intima autenticità e consacra il “ritratto” opera artistica d’eccellenza. Al pari della cultura umanistica, Gastel restituisce valore all’uomo e dignità al soggetto autonomo e, attraverso i suoi 200 ritratti in mostra, documenta una parte importante del suo lavoro d’artista in oltre quarant’anni di attività. Modelle, attrici, artisti, operatori del settore, vip, cantanti, musicisti, politici, giornalisti, designer, cuochi fanno parte del caleidoscopio di fotografie esposte senza un ordine preciso, o un’appartenenza ad un determinato settore o categoria. Come lo stesso Gastel afferma: «The people I like racconta il mio mondo, le persone che mi hanno trasmesso qualcosa, insegnato, toccato l’anima».
  • dal 2 ottobre al 29 novembre 2020
    Architettura, silezio e luce. Louis Kahn nelle fotografie di Roberto Shezen
    In mostra i diversi materiali che fanno parte del Fondo Schezen – da quest’anno parte delle Collezioni di Fotografia del Museo: dai positivi stampati dall’autore ai sali d’argento, ai negativi di grande formato, fino alle preziose diapositive a colori, insieme a grandi stampe prodotte a partire dai negativi originali. Le immagini di Schezen ci conducono in un percorso che dal silenzio muove verso la luce, attraversando temi cari a Louis Kahn quali l’ordine, la forma, lo stupore, il silenzio.
  • fino al 17 gennaio 2021
    Isaac Julien. Lina Bo Bardi - Un meraviglioso groviglio
    Lina Bo Bardi — A Marvellous Entanglement è l’emozionante omaggio dell’artista e filmmaker inglese Isaac Julien alla grande architetta italo-brasiliana. Si tratta di un’imponente installazione video a nove canali, corredata da una serie fotografica, filmata in diverse location in Brasile, tra cui il São Paulo Museum of Art, il Museum of Modern Art di Bahia e il Teatro Gregório de Matos di Salvador de Bahia.
  • dal 2 ottobre al 10 ottobre 2021
    Alberto Boatto. Lo sguardo dal di fuori
    Il progetto presenta una significativa selezione dall’archivio personale di Boatto, costituito da corrispondenza, manoscritti e dalle sue numerose pubblicazioni. Vi si ritrovano tutti gli aspetti del suo lavoro intellettuale, gli scambi con amici, artisti, critici e scrittori, i quaderni di appunti, le prime stesure dei suoi libri e alcuni testi inediti di grande interesse. La somma di una vita di pensiero e di scrittura che si offre ora all’attenzione del pubblico e alle ricerche degli studiosi.
  • dal 2 ottobre al 10 ottobre 2021
    Senza margine. Passaggi nell'arte italiana a cavallo del millennio
    Nel decennale del Museo, inaugurato il 30 maggio 2010, un nuovo grande allestimento valorizza il progetto della Collezione, esponendo nella galleria a essa dedicata un nucleo di opere di nove maestri che rappresentano la vitalità e la diversità delle ricerche artistiche in Italia. Maestri non ancora presenti nella Collezione del MAXXI e che, grazie a un contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo in occasione di questo importante anniversario, entreranno a farne parte.
  • dal 2 ottobre al 10 ottobre 2021
    Premio italiano di architettura e YAP Rome at MAXXI
    Il Premio italiano di Architettura, quest’anno alla prima edizione, è realizzato in collaborazione con la Triennale Milano ed ha come obiettivo l’individuazione di opere architettoniche di particolare interesse e qualità progettuale realizzate da architetti italiano o attivi in Italia e il riconoscimento di eccellenze italiane che nel corso del tempo hanno lasciato il segno nel panorama architettonico nazionale e internazionale. Denominatore comune ai due premi è il giovane architetto Lucy Styles il cui progetto Home Sweet Home è stato scelto dalla giuria di YAP Rome at MAXXI e realizzato nella piazza del Museo per l’estate.
  • dal 28 ottobre al 7 marzo 2021
    MAXXI Bvlgari prize
    Sono Giulia Cenci (Cortona, 1988, vive e lavora tra Amsterdam e la Toscana), Tomaso De Luca (Verona, 1988, vive e lavora a Berlino) e Renato Leotta (Torino, 1982, vive e lavora ad Acireale) i tre finalisti della seconda edizione del MAXXI BVLGARI PRIZE, il progetto che unisce il MAXXI e Bvlgari, da oltre 130 anni emblema di eccellenza italiana, per  il sostegno e la promozione dei giovani artisti.
  • dal 25 novembre al 7 marzo 2021
    Navin Rawanchaikul. Ciao da Roma
    Un imponente olio su tela che rielabora lo stile dei poster dell’industria cinematografica indiana ma che invece immortala la comunità di migranti dell’Asia meridionale nella loro vita quotidiana a Roma e dintorni. È il lavoro di Navin Rawanchaikul, Ciao da Roma, un’opera che parla di diaspora ma anche di integrazione e sfide culturali, attraverso le tante storie raccolte dall’artista durante il suo soggiorno a Roma e nel Lazio nel 2018. L’opera entrerà a far parte della Collezione del MAXXI.
  • dal 25 novembre al 30 agosto 2021
    Una storia per il futuro. Dieci anni di MAXXI
    Nel 2020 il MAXXI festeggia i suoi primi 10 anni: un’occasione per riflettere sull’identità del museo, ripercorrere il cammino fatto e impostare il futuro. La mostra, che esplora 5 grandi temi, nasce da un appassionato lavoro di ricerca, riflessione e dibattito, e posa lo sguardo sul primo decennio del XXI secolo attraverso il punto di vista del MAXXI e degli artisti che lo hanno animato e trasformato. Non vuole essere un riassunto autoreferenziale delle mostre del museo,  ma una loro rilettura “immateriale” in una prospettiva che ponga le basi di una storia per il futuro.
  • dal 16 dicembre al 29 agosto 2021
    Aldo Rossi. L'architetto e le città
    Dopo la mostra dedicata a Gio Ponti, è Aldo Rossi, universalmente famoso, il protagonista di una grande retrospettiva al MAXXI che analizza lo straordinario contributo teorico e pratico di un “architetto anomalo”, nella ricostruzione di Berlino come nel dibattito a Barcellona, ma colloca i suoi studi all’interno di una tradizione più ampia della cultura analitica nazionale e in relazione alle tematiche più urgenti della contemporaneità urbana.

Si ricorda che è obbligatorio pre-acquistare il biglietto online su maxxi.vivaticket.it. Possibilità di acquisto last minute in biglietteria previa verifica disponibilità di capienza nel rispetto del distanziamento fisico. Per accedere al Museo è necessario firmare un’autocertificazione.

Sul sito del museo sono disponibili informazioni dettagliate e aggiornamenti su tutte le tariffe.

Informazioni

MAXXI - Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo

Indirizzo: Via Guido Reni, 4/a - 00196 ROMA (RM)

Telefono: 06.39967350

Sito web: http://www.maxxi.art/

Giorni di apertura

Dal martedì alla domenica dalle 11.00 alle 19.00. La biglietteria chiude un'ora prima

Tariffe

Per acquisto online biglietto speciale a 8 euro. Altrimenti intero: 15 euro; ridotto: 9 euro; mini: 5 euro per ingressi last hour e in giorni e orari particolari per studenti alle condizioni specificate; 48 ore (per due ingressi in due giorni consecutivi): 15 euro. Gratis il giorno del compleanno. Ingresso libero al Museo per studenti di arte e architettura dal martedì al venerdì. Collezione permanente: ingresso libero per tutti dal martedì al giovedì e per le donne l'8 marzo.

Parole chiave

MAXXI - Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo Elisabetta Catalano gio ponti Konstantin Grcic Max Fletcher

Ultimo aggiornamento 02/10/2020