Per saperne di più

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 23 Novembre 2020 al 6 Dicembre 2020

Volontà di ferro

Da Officina Alviti una mostra che resiste al lockdown grazie all’inconsueto utilizzo degli spazi dedicati alla cartellonistica pubblicitaria, in 100 luoghi all’aperto della città

Dal 23 novembre al 6 dicembre 2020 in 100 luoghi all’aperto della città di Roma, Officina Alviti propone Volontà di Ferro, una mostra degli artisti Cristiano e Patrizio Alviti curata da Werner Bortolotti e che, grazie alla sua formula, potrà essere visibile ad un ampio pubblico vincendo su qualsiasi protocollo imposto dall’attuale pandemia.

L’idea è stata trasformare la città di Roma in un’immensa sede espositiva, realizzando una mostra per tutti grazie all’inconsueto utilizzo degli spazi dedicati alla cartellonistica pubblicitaria. Un modo per far entrare l’arte nella quotidianità di ognuno sfruttando, in maniera più nobile, quei canali utilizzati solitamente per mero uso commerciale.

Cristiano e Patrizio Alviti, artisti attivi nella Capitale, hanno quest’anno prodotto un ingente corpus di opere tra incisioni monotipo, prove d’autore e lastre. Scaturite nel periodo di isolamento forzato che ognuno di noi ha vissuto, i fratelli Alviti, quando è stato il momento di condividere il loro lavoro, hanno pensato a una formula totalmente originale che gli permettesse di entrare in contatto con più “visitatori” possibile superando ogni ostacolo dovuto all’attuale situazione sanitaria.

Gli Alviti hanno quindi riprodotto le loro opere su manifesti pubblicitari stradali (ogni cartellone presenta un’opera diversa con relativa didascalia) e organizzato la loro esposizione Volontà di ferro, in 100 spazi all’aperto della città. Ogni cartellone presenta una delle 100 opere creando un percorso espositivo gigantesco che coinvolge e rende Roma un’estesa galleria d’arte.

La scelta delle location è stata valutata in base alle zone strategiche, alla viabilità (strade di intenso traffico come ad esempio tangenziale zona Salaria-Corso Francia) e al coinvolgimento delle periferie e sarà comunicata con un’apposita mappa della mostra da scaricare dal sito creato ad hoc dove ovviamente compariranno tutte le opere prodotte, approfondimenti e un contest rivolto a tutti.

Ultimo aggiornamento 10/11/2020