Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 1 Aprile 2018 al 30 Aprile 2018

Il mese in musica - aprile 2018

La geografia delle venue per i live romani si presenta totalmente riscritta e alle grandi sale concerto si affiancano nuove realtà pronte a sperimentare. Ecco il meglio di aprile

  • Sid Griffin
    5 aprile ore 20.30 | Black Market
    Co-fondatore del movimento Paisley Underground nella California di fine Anni ’80 insieme a Steve Wynn e Dan Stuart, Sid Griffin ha una carriera di grande spessore e una versatilità artistica evidente, iniziata nel punk californiano e poi sfociata nei The Long Ryders, band seminale del movimento alternative country degli anni ’80, su cui hanno poi fatto riferimento in seguito band come Wilco e Son Volt. Ai Long Ryders, Griffin ha alternato una carriera solista qualitativamente validissima e il progetto The Coal Porters, un ensemble bluegrass alternativo basato in Inghilterra. Info e prenotazione su Unpluggedinmonti.com
    gratis
  • Yombe
    6 aprile ore 22.00 | Alcazar Live
    Duo electro-pop italiano fondato dal musicista e produttore Alfredo Maddaluno e dalla cantante e songwriter Cyen. A marzo 2016 pubblicano per l’etichetta italo-canadese Locale Internazionale il loro primo omonimo EP, che riceve ottimi feedback dalla stampa internazionale specializzata. L'EP viene ristampato da Carosello Records, e i due si lanciano in un tour che li porterà in pochi mesi a condividere il palco con artisti come Phoenix, Mount Kimbie e Sevdaliza. GOOOD è il loro nuovo disco, uscito a novembre 2017 per Carosello Records: eleganti gemme minimal-pop con forti venature elettroniche. Video e info su Carosellorecords.com/artisti/yombe
    ingresso 10 euro
  • Peter Piek
    8 aprile ore 22.00 | Yellow Bar 
    Peter Piek, al secolo Peter Piechaczyk è pittore e musicista allo stesso tempo. Arte e musica per lui sono inseparabili, ed è proprio  durante i live che il nostro mostra i disegni che ha realizzato, mentre durante i vernissage consente ai visitatori di ascoltare la sua musica  con delle cuffie, mentre questi ammirano i suoi quadri. Lavora quindi come musicista e pittore freelance; dopo due album pubblicati nel 2006 e nel 2010  arriva il nuovo Cut out the dying stuff, un mix tra brani intimi e di tipo minimalista e rock più strutturato.  Attualmente risiede a Lipsia dove ha fondato la comunità artistica del PPZK, che annovera elementi di grande spessore della scena culturale mondiale. L'ascolto su Peterpiek.bandcamp.com
    gratis
  • Massimo Pupillo + Cindytalk as Becoming Animal
    9 aprile ore 22.30 | LA FINE (Teatro Piccolo Eliseo)
    Cosa accade quando metti insieme due delle teste più pensanti - Massimo Pupillo degli Zu e Gordon Sharp aka Cindytalk - del mondo delle musiche avant- degli ultimi 30 anni? Succede che ne esce una creatura che fonde heavy-elettronica, noise, industrial e molto altro. Che ha composto un disco bellissimo su Trost Records che sarà presentato a Roma in questa occasione. Provare per credere Trostrecords.bandcamp.com
    ingresso 5 euro
  • Eugenio in Via Di Gioia
    12 aprile ore 22.30 | Largo Venue
    È uscito per Libellula Music Tutti su per terra, il secondo lavoro sulla lunga distanza dei giovani torinesi Eugenio In Via Di Gioia, prodotto da Fabio Rizzo (Dimartino, Niccolò Carnesi) e Marco Libanore. Nove brani tra cantautorato e nu-folk, adagiati su testi che giocano con le parole sia a livello lessicale che fonetico, dando vita ad un immaginario artistico profondamente personale e a tratti stralunato. Un lavoro che racconta una relazione, quella tra l’uomo e il mondo, del tutto rivoluzionata, capovolta, a testa in giù. Per farsi un'idea Eugenioinviadigioia
    ingresso da definire
  • Auden
    14 aprile ore 17.00 | Interno Store (via Nomentana, 113)
    Pionieri delle sonorità in bilico tra un emo-core più dolce e docile, indolenze pavimentiane, asperità youthiane, squadrature post-hc newyorchesi e goffi tentativi di emulazione degli astri nascenti italiani. L'idea di base era quella di fare una roba emotivamente coinvolgente, già dal nome scelto: Auden (il poeta poi diventato noto anche per citazioni in film di successo). I testi dovevano raccontare piccole storie di rapporti umani, amori, pigrizie e confusioni. L'album, Non ti piacerà, si ascolta qui Auden---non-ti-piacer
    gratis 
  • Ministri
    14 aprile ore 22.00 | Atlantico Live
    I Ministri fanno il loro ingresso nella musica italiana nell'autunno del 2006, e non possono certo passare inosservati: il loro esordio autoprodotto I soldi sono finiti è un'anomalia rock in un panorama dominato da hip hop e musica elettronica, e l'originale e ironica copertina (che contiene una vera moneta da un euro) fa parlare di loro oltre i confini della scena indipendente. A far girare il nome non solo le provocazioni e le tematiche non comuni: i loro live trascinanti conquistano tutti e attirano anche l'attenzione dalla Universal, che mette subito la band sotto contratto. Nel 2015 pubblicano quello che è ad oggi il loro ultimo album, Cultura Generale e partono per un nuovo tour che farà registrare il tutto esaurito nei superclub italiani. Nell'autunno del 2016 festeggiano il decennale del loro primo album con dodici concerti speciali e quindi scompaiono (dalle scene e dai social) per mettersi al lavoro sul nuovo materiale. L'ascolto qui Fidatevi.com
    ingresso 17,40 euro + d.p.
  • Tommaso Di Giulio
    21 aprile ore 22.45 | Monk
    Presentazione del nuovo disco di inediti Lingue, uscito il 30 marzo. Si tratta di dieci canzoni elettriche che, per la prima volta per il cantautore, sono legate da un suono omogeneo ma profondamente originale. Ci sono l’amore per la psichedelia inglese e per le tre sacre B – Bowie, Battiato e Battisti – espresso non come citazione o imitazione di uno stile, ma ispirazione, traduzione personale di un suono o di una interpretazione della realtà. Il titolo  nasce dal fascino esercitato dall’espressione inglese “speaking in tongues”, che sta ad indicare la glossolalia, una parola che indica la pronuncia di ciò che sembra una lingua esistente ma è ignota a chi parla o a chi ascolta, parole mistiche e magiche, suoni ancestrali o sillabe apparentemente senza senso, come quelli che a volte sentiamo nei rituali religiosi di varie culture. Per ascoltarlo Aartistfirst.lnk.to
    ingresso tessera Arci + contributo (5-8 euro)
  • Ambrose Akinmusire Quartet
    23 aprile ore 21.00 | Auditorium PdM
    Definito dal New Yorker “elettrizzante giovane trombettista e sottile band leader, con un suono dall’ispirazione unica”, Akinmusire è ritenuto dalla critica una delle nuove stelle del jazz. Strumentista dall’inconfondibile stile eclettico e raffinato, vanta collaborazioni di grande prestigio come quelle con Jon Henderson, Joshua Redman e Steve Coleman. Il suo album di debutto When the heart emerges glistening, è per la critica uno dei migliori progetti degli ultimi tempi. Per cogliere l'ispirazione Youtube.com
    ingresso da 15 a 18 euro
  • Random Recipe
    24 aprile ore 21.30 | Na Cosetta 
    A tre anni dall'esordio di questa esplosiva e pluripremiata band di Montreal un nuovo album e un nuovo tour carico di hip-hop ed elettronica. Il quartetto, formato da Frannie Holder, Fab, Vincent Legault e Liu-Kong Ha, ha due voci che si muovomo velocissime su beat molto anni '90 costruiti con synth, Omnichord e altri strumenti analogici. Un mix in cui riescono a fondere generi differenti con arrangiamenti complessi ma che vanno dritti con grande energia. Il video di monsters&swords
    ingresso 10 euro (drink, aperitivo)

Ultimo aggiornamento 29/03/2018