Per saperne di più

Mappa  [ Espandi ]

Zoom inZoom outVisualizzazione mappaVisualizzazione fotografica

Sapienza Università di Roma, Aula Magna

Piazzale Aldo Moro, 5 - ROMA (RM)

Calcola percorso

Inserire l'indirizzo di partenza

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 15 Ottobre 2019 al 21 Aprile 2020

Istituzione Universitaria dei Concerti: Stagione 2019/20

Sapienza Università di Roma, Aula Magna - Piazzale Aldo Moro, 5 - ROMA (RM)

Un cartellone di altissimo livello, con i migliori solisti ed ensemble della musica internazionale, dalla classica al jazz, alla danza fino al contemporaneo

La stagione 2019/20 è la 75esima dell’Istituzione Universitaria dei Concerti, storicamente ospitata nell’Aula Magna della Sapienza Università di Roma, con un cartellone ricco di artisti internazionali e proposte che spaziano dalla musica classica al jazz, dalla contemporanea a generi trasversali. Sempre nel segno della più alta qualità artistica.
Due gli appuntamenti inaugurali. Per la stagione serale, martedì 15 ottobre, la grande polifonia profana italiana tra Cinque e Seicento, con l’esecuzione integrale del Terzo Libro dei Madrigali di Carlo Gesualdo da Venosa (preceduto da una selezione del Primo e del Secondo Libro), affidata al gruppo vocale francese Les Arts Florissants diretto da Paul Agnew. Gesualdo è uno dei compositori più singolari della storia della musica, ha ispirato musicisti non solo classici, da Igor Stravinskij a Franco Battiato e registi come Werner Herzog. L’inaugurazione della stagione pomeridiana, sabato 19 ottobre, è con l’integrale dei Concerti Brandeburghesi di Bach, sei capolavori della musica strumentale barocca proposti dall’Orchestra Barocca Zefiro diretta da Alfredo Bernardini.

Tra Rinascimento e Barocco
Alla musica rinascimentale e barocca sono dedicati altri quattro concerti. Les Arts Florissants e Paul Agnew tornano il 15 febbraio, per proseguire il viaggio nella musica di Gesualdo, questa volta con il Quarto Libro de’ Madrigali. Musica polifonica sacra del Cinquecento nel concerto del 16 novembre con The Tallis Scholars diretti da Peter Phillips, che propongono anche due contemporanei, Alexander Campkin e Justine Rapaccioli. Il 18 febbraio Jordi Savall invita a un viaggio nell’Europa musicale del Rinascimento e del Barocco con musiche spagnole, inglesi, portoghesi, italiane, tedesche e francesi. Insieme a lui Rolf Lislevand (vihuela e chitarra) e Andrew Lawrence-King (arpa doppia). Il mezzosoprano Vivica Genaux è protagonista il 21 marzo insieme al Concerto de’ Cavalieri diretto da Marcello Di Lisa. Il violinista Robert McDuffie e l’Ensemble laBarocca, sotto la direzione di Ruben Jais, propongono le Quattro Stagioni di Vivaldi, accostate al Concerto per violino n. 2 The American Four Seasons, composto da Philip Glass proprio per McDuffie (3 dicembre).

Celebri solisti e giovani talenti
Nell’ampio parterre dei solisti, spiccano i pianisti Giuseppe Albanese, Roberto Prosseda, Jonathan Biss, Benedetto Lupo, Fazil Say, Claire Huangci, Pietro De Maria; i violinisti Domenico Nordio, Francesca Dego, Stefan Milenkovich, Robert McDuffie, Gabriele Pieranunzi, Massimo Quarta; il chitarrista Manuel Barrueco; i clarinettisti Martin Fröst, Alessandro Carbonare, Tommaso Lonquich; i violoncellisti Nicholas Altstaedt ed Erica Piccotti.

Quartetti e altri gruppi da camera
Tommaso Lonquich, clarinettista tra i più brillanti della sua generazione, ha riunito intorno a sé un gruppo strumentale formato da fuoriclasse come Anneleen Lenaerts, la flautista Irena Kavćić e il Quatuor Zaïde (4 aprile). Il violinista Gabriele Pieranunzi, la pianista Jin Ju e i Philharmonia Chamber Players formano un gruppo da camera eccezionale (30 novembre) Tre dei migliori strumentisti italiani – il violinista Massimo Quarta, il violoncellista Enrico Dindo e il pianista Pietro De Maria – si riuniscono per un concerto dedicato a Brahms, il 31 marzo. Il Montrose Trio, uno dei principali al mondo, farà il suo debutto romano il 14 marzo. Il 19 novembre poi torna a Roma l’Emerson String Quartet. Infine il Quartetto di Cremona conclude il 14 dicembre e il 17 marzo il ciclo dedicato a Mozart, con l’intervento del clarinettista Alessandro Carbonare.

La musica contemporanea
Nel campo della musica moderna e contemporanea, due progetti speciali. Uno è l’esecuzione di Hyperion di Bruno Maderna. A dirigerla il 4 febbraio Marcello Panni, protagonista di quell’avanguardia musicale, con il flautista Gianni Trovalusci, l’oboista Christian Schmitt, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, le percussioni di Ars Ludi e le voci di Ready-Made Ensemble. Voce recitante Carmelo Bene, in un’inedita registrazione del 1981. L'altro è la prima esecuzione a Roma di Stringeranno nei pugni una cometa, il Requiem laico per il terremoto del 2016 di Silvia Colasanti su testi poetici di Mariangela Gualtieri e testi liturgici latini, con Massimiliano Pitocco al bandoneon. In scena l’International Opera Choir e l’Orchestra del Conservatorio Nicola Sala di Benevento guidata da Oleg Caetani. Inoltre prime esecuzioni a Roma di Philip Glass, Fazil Say, Alexander Campkin e Justine Rapaccioli.

Jazz, pop & Bach
Spazio anche al jazz con l’unica tappa a Roma del tour mondiale con cui il trombettista Enrico Rava celebra i suoi ottant’anni, insieme ai musicisti italiani del sestetto Enrico Rava Special Edition. E poi Noa, il 25 febbraio a Roma con il suo ultimo progetto, Letters to Bach: brani di Bach con testi da lei scritti e con gli arrangiamenti per chitarra di Gil Dor.

Danza e Noir
Per la prima uno spettacolo di danza: il 21 gennaio, Arcaico, azioni coreografiche per cinque danzatori, pianoforte, percussioni e canto, rievoca mondi lontani e atmosfere esotiche. Produzione del Balletto di Roma, con le coreografie di Davide Bombana e musiche originali composte ed eseguite dal vivo da Katia Pesti, voce di Gabin Dabirè. Il 25, sarà la volta di Noir - LaPauraSiFaSentire, un concerto-spettacolo ideato da Antonio Ballista. Un invito a sperimentare il lato oscuro della musica, che parla di leggende misteriose, avvenimenti paurosi, orride streghe e tremende tempeste. Con ironia. Ballista al pianoforte e il soprano Lorna Windsor eseguono, tra gli altri, Verdi e Crumb, Adams e Gounod per finire con Thriller di Michael Jackson.

Musica PourParler
Tornano gli incontri con musicisti, che non si limitano a suonare ma dialogano con gli studenti. Quattro gli appuntamenti: il 30 ottobre e l’11 marzo il pianista Roberto Prosseda (In chat con Beethoven e Videochiamata con Beethoven), il 3 dicembre il violinista Robert McDuffie e l’Ensemble laBarocca diretto da Ruben Jais (Le Quattro Stagioni) e l’11 febbraio il chitarrista Gian Marco Ciampa con l’Orchestra Giovanile di Roma diretta da Vincenzo Di Benedetto (L’Italia attraverso i secoli: da Vivaldi al Novecento).

Altri progetti e collaborazioni
La IUC estende la sua attività anche al di fuori della sua sede storica dell’Aula Magna con progetti come Note in Biblioteca, in collaborazione con le Biblioteche di Roma e l'Accademia Musicale Chigiana di Siena, concerti nelle chiese e in altri luoghi. Novità della stagione è Musica a Teatro: quattro matinée e un concerto serale al Piccolo Eliseo. Laureandi e dottorandi del corso di laurea magistrale in Musicologia della Sapienza saranno impegnati nella stesura delle note di sala, guide all’ascolto e nella redazione del nuovo portale web IUCTube.

Programma completo e informazioni dettagliate su biglietti e abbonamenti sul sito Concertiiuc.it.

Informazioni

IUC - Istituzione Universitaria dei Concerti

Indirizzo: Lungotevere Flaminio, 50 - 00196 ROMA (RM)

Telefono: 06.3610051 - 06.3610052

Email: botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it

Sito web:
http://www.concertiiuc.it
http://www.uniroma1.it

Tariffe

Biglietti e abbonamenti: vari prezzi. Riduzioni - Giovanissimi fino a 18 anni: tutti i biglietti a 5 euro; giovani fino a 30 anni: tutti i biglietti a 8 euro. Family Card per 2 genitori e 1 o più bambini (under 14): genitori 10 euro ciascuno, bambini 5 euro ciascuno. Per gli abbonamenti sono previste, tra le altre, agevolazioni per i giovani under 18 e under 30, per gli studenti della Sapienza, del Conservatorio e di altre università convenzionate

Parole chiave

musica concerti musica classica Sapienza Università di Roma cultura low cost musica contemporanea jazz Istituzione Universitaria dei Concerti IUC stagione 2019/20

Ultimo aggiornamento 06/06/2019