Per saperne di più

Mappa  [ Espandi ]

Zoom inZoom outVisualizzazione mappaVisualizzazione fotografica

Teatro Argentina

Largo di Torre Argentina, 52 - ROMA (RM)

Calcola percorso

Inserire l'indirizzo di partenza

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 21 Ottobre 2014 al 16 Giugno 2015

Teatro Argentina - Stagione 2014/15

Teatro Argentina - Largo di Torre Argentina, 52 - ROMA (RM)

Il Teatro di Roma presenta una stagione innovativa di spettacoli e progetti originali per disegnare il ritratto del presente. Riduzioni con Informagiovani Roma

Cantiere.Roma.Italia. Una Stagione di Progetti: da qui riparte il Teatro di Roma Capitale per trasformarsi in agorà civile e casa pubblica di tutte le arti. Le Stagioni 2014/2015 rappresentano il primo capitolo di un percorso articolato e plurale di teatro nella città, per riconsegnarle i segnali più innovativi, originali e autentici della scena delle arti e delle culture. Il Teatro Argentina, cuore del denso programma e centro della più alta tradizione dove sperimentare, vivere e produrre. Il Teatro India, restituito alla città come luogo dedicato alla creazione contemporanea.
Al centro di questo viaggio molti titoli – tra produzioni, coproduzioni, ospitalità e collaborazioni – che si affiancheranno a un articolato programma di progetti – tra incontri, letture, proiezioni, serate a tema, mostre – destinati al pubblico e alla città.

Calendario

  • 21 ottobre - 2 novembre | Shakespeare alla nuova italiana
    Il mercante di Venezia
    di William Shakespeare regia Valerio Binasco con Silvio Orlando
    La Popular Shakespeare Kompany porta in scena una delle opere più famose e rappresentate di Shakespeare. Siamo a Venezia nel XVI secolo in “una cupa contro-favola” dove il bene e il male si spostano di continuo nel corso della pièce.
  • 2 novembre | Roma per Pasolini
    Gifuni legge Ragazzi di vita
    di Pier Paolo Pasolini legge Fabrizio Gifuni
  • 5 - 9 novembre | Roma per Pasolini
    Una giovinezza enormemente giovane
    di Gianni Borgna regia Antonio Calenda con Roberto Herlitzka
    Uno spettacolo singolare, costruito attorno a un monologo presago, quasi divinatorio che da un lato fa omaggio al pensiero di Pier Paolo Pasolini attraverso l’evocazione della sua opera letteraria e poetica, e dall’altro sancisce la grande capacità profetica dello scrittore, sul piano sociale e politico.
  • 18 - 22 novembre | Prospettiva Roma
    Ritratto di una capitale
    Ventiquattro scene di una giornata a Roma

    Un omaggio a Roma pensato da Antonio Calbi
    a cura di Antonio Calbi e Fabrizio Arcuri regia di Fabrizio Arcuri
  • 3 dicembre - 1 gennaio | Roma per Eduardo
    Natale in casa Cupiello
    di Eduardo De Filippo regia Antonio Latella
    Il regista incontra per la prima volta il teatro di Eduardo per restituirci la tradizione in termini di modernità e attualità, in uno spettacolo che marca stretto i linguaggi del teatro contemporaneo. Il suo Luca Cupiello “insegue la stella come le pale di un mulino a vento. Lievita in assenza di concretezza e si riduce ad un dolore fasciato di pelle e ossa; un pater fuori ruolo che parla un’altra lingua e si muove in un altro modo.”
  • 3 - 4 gennaio | Roma per Eduardo
    Natale in casa Cupiello 
    di Eduardo De Filippo adattato, diretto e interpretato da Fausto Russo Alesi
    Un altro punto di vista ed approccio al teatro di Eduardo: Fausto Russo Alesi “con gioia, paura, emozionata curiosità ed una buona dose di follia” si confronta con Natale in casa Cupiello, proponendo una versione solitaria del testo “semplice e complesso allo stesso tempo. Semplice perché popolare, familiare e complesso perché umano, realistico sì, ma soprattutto metaforico.”
  • 5 gennaio
    Cirino e Marilda non si può fare
    di e con Anna Marchesini
  • 9 - 18 gennaio
    Go Down, Moses
    di Romeo Castellucci regia, scenografia, luci e costumi Romeo Castellucci | Socìetas Raffaello Sanzio
    Il nuovo lavoro di Castellucci intende affrontare i differenti momenti della vita di Mosè, così come narrati nel libro dell’Esodo. Il personaggio è dissolto nelle scene, tralascia la narrazione biografica per estendersi su concetti, sentimenti e caratteri presaghi di una rivelazione che agisce ora, nel tempo attuale.
  • 20 gennaio - 15 febbraio | Roma per Eduardo
    Le voci di dentro
    di Eduardo De Filippo regia Toni Servillo con Toni e Peppe Servillo
    Toni Servillo, affiancato in scena dal fratello Peppe e da una folta compagnia di attori napoletani di diverse generazioni, porta in scena l’amara commedia scritta di getto nel 1948. E’ il ritratto di un’Italia che, dietro l’euforia della fine della guerra e le prime avvisaglie del boom economico, cela la difficoltà delle relazioni umane, spesso improntate al sospetto e alla cattiveria.
  • 18 febbraio - 1 marzo
    Slava’s Snowshow
    creato e messo in scena da Slava
    Uno spettacolo fra i più applauditi, dal 2004 attrazione fissa dell’off-Broadway. Il suo geniale ed eccentrico ideatore è il russo Slava, pluripremiato artista considerato “il miglior clown del mondo”. In Slava’s Snowshow raccoglie i numeri più belli e famosi del suo repertorio (alcuni dei quali ripresi anche dal Cirque du Soleil), una sequenza di sorprendenti magie che regala un’esperienza incredibile e inattesa al pubblico di tutte le età.
  • 3 - 15 marzo
    Il Don Giovanni Vivere è un abuso, mai un diritto
    di Filippo Timi regia e scena Filippo Timi
    Il mito di Don Giovanni riscritto dal più irriverente dei giovani artisti italiani. Timi mira a fare esplodere una tradizione che va dalla leggenda di Orfeo sbranato dalle femmine invasate, fino alla sprezzante definizione di Dio di Richard Dawkins, passando per la dissoluzione delle istituzioni, per la forza anarchica della passione che alla fine distrugge se stessa. L’esito paradossale è una sorta di religione della mente, “con un Dio così umano da far tenerezza… che non cerca il bene, che non combatte il male e finalmente si arrende alla bellezza della vita”.
  • 18 marzo - 19 aprile
    Carmen
    adattamento di Enzo Moscato e Mario Martone regia Mario Martone con Iaia Forte e Orchestra di Piazza Vittorio
    Partendo dalla fonte letteraria e dal libretto di Bizet, nelle mani di Martone l’opera approda verso temi contemporanei, affidandosi al talento dell’Orchestra di Piazza Vittorio e alla bravura dell’interprete Iaia Forte. E se Enzo Moscato, la voce più lirica del teatro italiano, riscrivere i testi di questa favola mediterranea il lavoro di Mario Tronco e Leandro Piccioni esalta le zone della partitura musicale di forte ispirazione popolare, mettendo a nudo la composizione originaria.
  • 21 - 23 aprile
    Eneide di Krypton - un nuovo canto
    scritto e diretto da Giancarlo Cauteruccio
    La ripresa dello spettacolo di trent’anni fa, un cult della ricerca teatrale, diventa un “concerto/teatro” che si misura con il tempo presente e si spinge in avanti a indagare nuovi territori scenici, senza però tradire l’essenza dei brani storici. Una vera e propria scossa di suono e voce che sottolinea anni di viaggi immaginari compiuti dalla voce di Giancarlo Cauteruccio e dalla musica eseguita dal vivo da Gianni Maroccolo, Antonio Aiazzi e Francesco Magnelli.
  • 4 - 31 maggio | Prospettiva Stein
    Der Park
    di Botho Strauss dal Sogno di Shakespeare regia Peter Stein
    Prima tappa del percorso quadriennale guidato da Stein con la neonata Compagnia in Residenza del Teatro di Roma. Der Park è una tragicommedia sulla solitudine e sulla melanconia che Strauss scrisse appositamente per Stein nel 1983. Con riferimenti politici, ma scavando nella realtà dei sentimenti, Strauss ci mette di fronte alla necessità del ritorno all’interiorità: i suoi personaggi, attraverso l'introspezione, dissezionano senza pietà la loro anima con la forza della disperazione.
  • 3 - 7 giugno
    Il cambio dei cavalli
    di Franca Valeri regia Giuseppe Marini con Franca Valeri e Urbano Barberini
    Nell'ultimo gioiello drammaturgico di Franca Valeri, il consueto, pungente sarcasmo si sposa ad una meravigliosa arguzia di scrittura. Diverte e fa riflettere grazie al piglio forte e svagato dei personaggi, ai dialoghi vivaci, alle battute brillanti e caustiche, alla ricchezza di riflessioni e aforismi. Sul palcoscenico si muovono una vecchia signora ironica e raffinata, un ricchissimo imprenditore e una specie di escort, arrampicatrice sociale.
  • 9 giugno | Musica all’Argentina
    Giovanna Marini Ora è venuta l’ora
    Il Quartetto Vocale di Giovanna Marini canta di Pier Paolo Pasolini e dei suoi Sogni di una cosa. Canterà anche il Coro del Corso di Estetica del Canto Contadino della Scuola Popolare di Musica di Testaccio, storie rituali del nostro paese.
  • 11 giugno | Musica all’Argentina
    Maddalena Crippa Italia mia Italia
    Una reazione alla crisi che attraversa l’Italia: sotto la guida registica di Peter Stein, Maddalena Crippa legge brani di diversi autori accompagnata dalle atmosfere del violoncello, chitarra e contrabbasso della Bubbez Orchestra.
  • 12 - 13 giugno
    Sabbia
    progetto e regia Riccardo Vannuccini
    Performance teatrale realizzata coi rifugiati provenienti dall’ Africa ospiti del Centro Accoglienza Richiedenti Asilo di Castelnuovo di Porto. Scene, costumi, disegno luci Yoko Hakiko, musiche originali Rocco Cucovaz, collaboratori al progetto Alba Bartoli, Maria Sandrelli, Daniele Cappelli, Elisa Menon.
    Conclusione di un laboratorio teatrale, lo spettacolo è un diario inventato, una mappa di viaggi e pagine strappate, fughe, strade percorse, appostamenti notturni, canzoni, dediche d’amore, scarpe piene di sabbia e filastrocche porta fortuna. Fra ospitalità e accoglienza, Sabbia rappresenta la ricerca paziente e ostinata di una terza parola che possa comprendere e il gesto di chi rischia la vita su un barcone sbilenco e quello di chi tende la mano sulla porta di casa.
    Ingresso libero si consiglia la prenotazione scrivendo a prenotazioni.sabbia@gmail.com.
  • 16 giugno | Musica all’Argentina
    Laura Marinoni Amore al tempo del colera
    Cantare un amore a distanza che dura tutta la vita fino a compiersi nella vecchiaia avanzata è la straordinaria invenzione narrativa di  Gabriel García Márquez. Le canzoni scelte prendono spunto dalle vicende e dalle atmosfere del romanzo e rivelano un'inedita Laura Marinoni che recita e canta, accompagnata dal vivo dal Maestro Alessandro Nidi.

RIDUZIONI INFORMAGIOVANI ROMA >>>
I giovani fino a 35 anni di età possono ritirare presso il Centro Servizi per i Giovani il coupon valido per ottenere riduzioni per la stagione 2014/15:

  • Abbonamento: Il teatro fa grande > 6 spettacoli a scelta al Teatro Argentina (escluso Slava’s Snowshow) al costo speciale di 48 euro da utilizzare per le sole repliche del martedì, mercoledì e giovedì (in Platea laterale, palchi platea, I, II ordine);
  • Biglietti: Ridotti utenti Incontragiovani > platea 15,00 euro - palchi platea, I e II ordine  13,00  euro - III e IV ordine 11,00 euro per le repliche del martedì, mercoledì e giovedì.

Il Teatro di Roma propone inoltre riduzioni su biglietti, abbonamenti e card per tutti gli under 35. Per maggiori informazioni teatrodiroma.net

Ultimo aggiornamento 29/05/2015