Per saperne di più

Mappa  [ Espandi ]

Zoom inZoom outVisualizzazione mappaVisualizzazione fotografica

Teatro Costanzi

Piazza Beniamino Gigli, 7 - ROMA (RM)

Calcola percorso

Inserire l'indirizzo di partenza

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 2 Dicembre 2018 al 24 Novembre 2019

Teatro dell'Opera di Roma - Stagione 2018/19

Teatro Costanzi - Piazza Beniamino Gigli, 7 - ROMA (RM)

Il meglio del teatro musicale e della danza in un cartellone ricco di capolavori e in sintonia con il tempo attuale. Riduzioni con Informagiovani Roma

La sfida della Stagione 2018/19 del Teatro dell'Opera di Roma, in continuità con gli ultimi anni, è essere in sintonia con il tempo che viviamo. Il ricco programma comprende, tra la stagione invernale al Costanzi e quella estiva alle Terme di Caracalla, tredici produzioni d’opera (di cui ben nove nuovi allestimenti), sei di balletto e molto altro ancora. Si apre con un grande classico: Rigoletto di Verdi, nell’interpretazione musicale di Daniele Gatti, per la regia di Daniele Abbado. Dopo diversi anni, poi, il ritorno di un capolavoro settecentesco, Orfeo ed Euridice di Christoph Gluck, con la regia di un maestro della caratura di Robert Carsen, per la prima volta a Roma. Dello stesso regista anche un nuovo allestimento del mozartiano Idomeneo, re di Creta, con l’importante debutto al Costanzi di Michele Mariotti alla direzione. Tra le molte novità in stagione, L’angelo di fuoco, capolavoro dalle forti valenze simboliche di Sergej Prokof’ev, con l’atteso ritorno di Emma Dante alla regia, dopo la fortunata Cenerentola rossiniana, che verrà riproposta per la direzione di Stefano Montanari. La musica contemporanea è presente con la prima assoluta di Un romano a Marte del giovane compositore Vittorio Montalti. E poi il ritorno de La vedova allegra di Franz Lehár nell’originale rilettura registica di Damiano Michieletto. Con Don Giovanni si completa la trilogia Mozart-Da Ponte, affidata all’estro di Graham Vick. E poi un nuovo allestimento di Anna Bolena di Donizetti con la direzione di Riccardo Frizza e la regia di Andrea De Rosa. A Caracalla invece torna Aida in una produzione firmata dall’argentino Hugo de Ana.

Molte le sorprese anche per la danza: Il lago dei cigni in una nuova coreografia di Benjamin Pech da Marius Petipa e Lev Ivanov e una creazione assoluta di Carmen, basata sulle musiche di Georges Bizet, con la coreografia del giovane talento ceco Jirˇí Bubenícˇek. Accanto a titoli classici, importanti novità anche per la danza contemporanea. Si parte con una straordinaria Serata Philip Glass, in cui sono accostate quattro firme del panorama internazionale, tra cui Jerome Robbins che in Glass Pieces è riuscito a creare un’architettura fisica per la musica di Glass. Nella stessa serata una creazione del giovane francese Sébastien Bertaud con i costumi disegnati da Maria Grazia Chiuri per la Maison Dior. Danza e moda anche per Blanche Neige di Angelin Preljocaj, un balletto dalla insolita trama narrativa con i costumi realizzati da Jean-Paul Gaultier.
Per ampliare i confini del teatro musicale è stato chiesto a William Kentridge, uno dei maggiori artisti contemporanei, di creare per il Teatro uno spettacolo che andrà ad affiacare la ripresa di un’opera che Alexander Calder pensò per il Costanzi nel 1968.
A giugno 2019, poi, il tir di OperaCamion tornerà ad animare le piazze e le periferie romane e del Lazio con una nuova produzione di Tosca. Da segnalare anche la prima esecuzione assoluta in italiano de Le avventure di Pinocchio di Lucia Ronchetti, in cui la compositrice romana riscrive la favola di Collodi come un’opera da camera. Prosegue inoltre il progetto di Fabbrica Young Artist Program per la valorizzazione di nuovi talenti, e tornano le anteprime dedicate ai giovani, gli incontri per il pubblico con Lezioni di Opera e I coreografi, i ballerini e noi.

Cartellone

  • dal 2 al 18 dicembre 2018
    Rigoletto
    Musica Giuseppe Verdi
    Melodramma in tre atti, libretto di Francesco Maria Piave
    Direttore Daniele Gatti, Regia Daniele Abbado, Maestro del Coro Roberto Gabbiani. Interpreti: Il Duca di Mantova Ismael Jordi / Ivan Ayon Rivas; Rigoletto Roberto Frontali / Sebastian Catana, Gilda Lisette Oropesa / Claudia Pavone e con Riccardo Zanellato, Alisa Kolosova, Irida Dragoti, Carlo Cigni, Alessio Vern, Saverio Fior, Nicole Brandolino. Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera di Roma.
    Nuovo allestimento per un melodramma notissimo, un personaggio divenuto proverbiale, una serie di magnifiche arie tra le più amate del repertorio. Insomma un classico: per parafrasare Calvino, “una di quelle opere che, tanto più quando si leggono per davvero si trovano nuove, inaspettate, inedite”. E sarà certamente una “lettura” inaspettata e inedita, quanto rispettosa dell’idea verdiana, quella che vedrà impegnati il direttore Daniele Gatti e il regista Daniele Abbado.
    Il 1 dicembre, alle 11.30, nel Foyer del Teatro Costanzi, il direttore Daniele Gatti e il regista Daniele Abbado incontreranno il pubblico per raccontare il nuovo allestimento di Rigoletto che debutterà il giorno seguente. Ingresso all'incontro: 2 euro
  • dal 7 dicembre 2018 al 26 giugno 2019
    Tosca
    Musica Giacomo Puccini
    Melodramma in tre atti, libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica tratto dal dramma omonimo di Victorien Sardou.
    Direttore Stefano Ranzani dicembre / Jordi Bernàcer giugno, regia Alessandro Talevi. Maestro del coro Roberto Gabbiani. Interpreti: Floria Tosca Svetlana Kasyan dicembre / Monica Zanettin giugno; Mario Cavaradossi Giorgio Berrugi dicembre, Stefano La Colla / Diego Cavazzin giugno, Scarpia Fabián Veloz dicembre / Gevorg Hakobyan giugno e con Luciano Leoni, Domenico Colaianni, Saverio Fiore. Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera di Roma con la partecipazione della Scuola di Canto Corale del Teatro dell’Opera di Roma
    Un evergreen prodotto dal Teatro dell’Opera che incontra sempre grande favore da parte del pubblico. Tosca di Giacomo Puccini, presentata con scene e costumi originali di Adolf Hohenstein, ricostruiti rispettivamente da Carlo Savi e Anna Biagiotti, e con le luci di Vinicio Cheli, sarà in scena dal 7 al 16 dicembre 2018 diretta da Stefano Ranzani. Lo stesso allestimento tornerà dal 18 al 26 giugno 2019, diretto da Jordi Bernàcer.
    Dal 15 novembre 2018, e per gli spettacoli di dicembre, riduzione del 20% per tutte le date, con esclusione dei posti di balconata e di galleria. Riduzione del 25% per gli under 26 - over 65.
  • dal 28 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019
    Il lago dei cigni
    Musica Pëtr Il’ič Čajkovskij
    Balletto in quattro atti. Direttore Nir Kabaretti, Coreografia Benjamin Pech da Marius Petipa e Lev Ivanov. Artisti ospiti Anna Nikulina, Semyon Chudin. Orchestra e Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma. Allestimento Teatro dell’Opera di Roma
    Benjamin Pech, già étoile dell’Opéra di Parigi e Assistente alla Direzione del Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, si confronta con il riallestimento coreografico di un’icona della tradizione classica, uno dei titoli più famosi e amati, una fiaba romantica percorsa dall’eterno conflitto tra Bene e Male che ancora oggi, con il suo intenso simbolismo, continua ad affascinare gli spettatori di tutto il mondo. Il 28 e il 29 dicembre ospiti d’eccezione Anna Nikulina e Semyon Chudin, entrambi principal dancer del Teatro Bol’šoj di Mosca. Il lavoro di Pech si innesta in un allestimento magico fatto di scene raffinate e decori preziosi dello scenografo Aldo Buti con le luci di Vinicio Cheli.
  • dal 12 al 26 gennaio 2019
    La traviata
    Musica Giuseppe Verdi
    Opera in tre atti, Libretto di Francesco Maria Piave da La Dame aux camélias di Alexandre Dumas figlio
    Direttore Pietro Rizzo, Regia Sofia Coppola, Maestro del coro Roberto Gabbiani, Scene Nathan Crowley, Costumi Valentino, Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli, Coreografia Stéphane Phavorin, video a cura di Officine K
    Interpreti: Violetta Valery Jessica Nuccio / Claudia Pavone / Valentina Varriale, Flora Bervoix Sara Rocchi, Annina Rafaela Albuquerque, Alfredo Germont Antonio Poli / Alessandro Scotto di Luzio /Giulio Pelligra, Germont Sebastian Catana / Marco Caria / Serban Vasile e con Andrii Ganchuk, Timofei Baranov, Graziano Dallavalle, Domingo Pellicola
    La nuova stagione vede anche la ripresa di allestimenti del Teatro dell’Opera di Roma che hanno ottenuto grande successo. Il capolavoro di Giuseppe Verdi, andato in scena in prima rappresentazione assoluta al Teatro La Fenice di Venezia, il 6 marzo 1853, viene qui presentato nella produzione creata da Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti.
  • dal 2 al 10 febbraio 2019
    Carmen
    Musica Georges Bizet
    Balletto in due atti da Prosper Mérimée, Direttore Louis Lohraseb, Coreografia Jiří Bubeníček, Scene di Gianni Carluccio
    Orchestra e Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma
    La nuova creazione coreografica è affidata al ballerino e coreografo ceco Jiří Bubeníček, noto in tutto il mondo per essere stato uno dei ballerini icona di John Neumeier e molto apprezzato in Europa e in Giappone. La sua versione nasce da un ritorno alle origini letterarie di questa storia di Passione e di Morte con la quale si sono misurati i più grandi coreografi. La creazione, fedele al testo della novella di Prosper Mérimée, si svolge sulle note della musica creata da Georges Bizet con arie dall’omonima opera e brani eseguiti dal vivo da un ensemble flamenco.
  • 9 e 10 febbraio 2019 | Teatro Nazionale
    Il piccolo spazzacamino - Opera da camera
    Musica di Benjamin Britten, libretto di Eric Crozier
    Scuola di canto corale e Youth Orchestra del Teatro dell’Opera
    Britten ha realizzato una partitura dove protagoniste sono le voci bianche, affiancate da quattro cantanti professionisti. L’accompagnamento strumentale è scritto per un piccolo ensemble a cui il compositore affida una raffinata varietà di colori musicali. In questo atto unico c’è la denuncia, raccontata con la leggerezza tipica delle fiabe, dello sfruttamento del lavoro minorile degli spazzacamini, nella Gran Bretagna del 1949
    Biglietti: adulti 20.00 euro; in convenzione 16.00 euro; under 26 euro 10.00
  • dal 20 febbraio al 1 marzo 2019
    Anna Bolena
    Musica Gaetano Donizetti
    Opera in due atti, Libretto di Felice Romani, Direttore Riccardo Frizza, Regia Andrea De Rosa, maestro del coro Roberto Gabbiani. Interpreti: Enrico VIII Alex Esposito; Anna Bolena Maria Agresta / Valentina Varriale; Giovanna Seymour Carmela Remigio; Riccardo Percy René Barbera / Giulio Pelligra, Smeton Martina Belli. Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera di Roma
    Ancora una nuova produzione del Teatro dell’Opera di Roma. Un titolo molto amato dagli appassionati del belcanto, rappresentato in precedenza all’Opera di Roma solo altre due volte: nel 1977 (direttore Ferro, regia di Crivelli) con protagonista Leyla Gence, e nel 1979 con Katia Ricciarelli (diretta da Nino Sanzogno e con la regia sempre di Crivelli). L’opera ritorna con le scene di Luigi Ferrigno da un’idea di Sergio Tramonti, i costumi di Ursula Patzak e le luci di Enrico Bagnoli. Tra gli interpreti Maria Agresta, che torna dopo il successo riscosso nel Simon Boccanegra del 2012 e debutta come protagonista, e Carmela Remigio al suo debutto nel ruolo di Giovanna Seymour.
  • dal 15 al 22 marzo 2019
    Orfeo ed Euridice
    Musica Christoph Willibald Gluck
    Opera in tre atti, Libretto di Ranieri de’ Calzabigi, Direttore Gianluca Capuano, Regia Robert Carsen, Maestro del coro Roberto Gabbiani. Interpreti: Orfeo Carlo Vistoli; Euridice Mariangela Sicilia, Amore Emoke Barath. Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera di Roma
    Un raffinato nuovo allestimento per una coproduzione con Théâtre des Champs-Elysées, Château de Versailles Spectacles e Canadian Opera Company. Il capolavoro di Gluck manca sulle scene del Costanzi da cinquant’anni: nel 1968 venne diretto da Ferruccio Scaglia, regia e coreografie di Aurelio Millos, con il ruolo del protagonista affidato a un tenore (Lajos Kozma). Le recite di marzo seguiranno l’originale versione di Vienna dell’opera (1762) e saranno dirette da Gianluca Capuano, per la prima volta sul podio del Costanzi, regia di Robert Carsen che debutta nel Teatro. Sue anche le luci insieme a Peter Van Praet, scene e costumi sono di Tobias Hoheisel.
  • dal 29 marzo al 2 aprile 2019
    Serata Philip Glass
    Musiche Philip Glass, Direttore Carlo Donadio
    Danzo, in tre movimenti - Coreografia, costumi e luci Giorgio Mancini
    Hearts and Arrows - Coreografia Benjamin Millepied
    Creazione - Coreografia Sébastien Bertaud con Eleonora Abbagnato e Friedemann Vogel
    Glass Pieces - Coreografia Jerome Robbins
    Omaggio al compositore statunitense che ha esercitato un impatto straordinario sulla vita musicale e intellettuale del nostro tempo. Quattro i titoli. Nel 2016 Giorgio Mancini crea, su musica di Glass, Danzo per gli allievi della Scuola di Danza del Teatro dell’Opera di Roma. Oggi si aggiunge un terzo movimento, che prende le mosse da Dance IX di Philip Glass da In the Upper Room di Twyla Tharp: omaggio nell’omaggio. La serata continua con Hearts & Arrows di Benjamin Millepied, secondo titolo della trilogia Gems del ballerino e coreografo francese, una rivisitazione del trittico di George Balanchine Jewels del 1967 sul quartetto per archi n.3 (Mishima) di Philip Glass. La nuova creazione di Sébastien Bertaud è stata pensata appositamente per i ballerini del Teatro dell’Opera di Roma e le étoile Eleonora Abbagnato e Friedemann Vogel, con i costumi di Maria Grazia Chiuri per la Maison Dior. Chiudono i Glass pieces di Jerome Robbins, ballerino, regista e coreografo statunitense che ha saputo mescolare alla perfezione una solida vocazione neoclassica con uno spirito dinamico e brillante.
  • dal 14 al 20 aprile 2019
    La vedova allegra
    Musica Franz Lehár
    Operetta in tre atti, Testo di Victor Léon e Leo Stein, Direttore Constantin Trinks, Regia Damiano Michieletto, Maestro del coro Roberto Gabbiani. Principali interpreti: Anthony Michaels-Moore, Adriana Ferfecka, Nadja Mchantaf, Paulo Szot, Peter Sonn, Marcello Nardis, Simon Schnorr. Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera di Roma
    In coproduzione con il Teatro La Fenice di Venezia arriva a Roma la più famosa delle operette, accolta nei più paludati teatri d’opera: La vedova allegra di Franz Lehár. Questo nuovo allestimento, in coproduzione con La Fenice di Venezia, sarà diretto da Constantin Trinks - musicista emergente al suo debutto all’Opera di Roma - con la regia di Damiano Michieletto, le scene di Paolo Fantin, i costumi di Carla Teti, le luci di Alessandro Carletti e la coreografia di Chiara Vecchi.
  • dal 3 al 9 maggio 2019
    Blanche Neige
    Musica Gustav Mahler
    Balletto in quattro atti, Coreografia Angelin Preljocaj
    Il coreografo franco-albanese Angelin Preljocaj, dopo diversi lavori non narrativi, torna al racconto recuperando un tema popolare, una favola appartenente alla memoria di tutti, su cui innesta una serie di variazioni personali. Il personaggio centrale diventa la perfida matrigna, una donna dalla narcisistica determinazione che non vuole rinunciare alla propria bellezza, anche a costo di sacrificare la candida e innocente figliastra. L’inedita matrigna è una sexy dark lady, ripensata da Preljocaj e dallo stilista Jean Paul Gaultier, che firma i costumi della produzione. Le meravigliose scene di Thierry Leproust disegnano un’ambientazione tra realismo e astrazione, amplificata dalle luci di Patrick Riou.
  • dal 23 maggio al 1 giugno 2019
    L’angelo di fuoco
    Musica Sergej Prokof’ev
    Opera in cinque atti e sette quadri, Libretto del compositore da un romanzo di Valerij Brjusov
    Direttore Alejo Pérez, Regia Emma Dante, Maestro del coro Roberto Gabbiani, Scene Carmine Maringola, Costumi Vanessa Sannino, Luci Cristian Zucaro. Principali interpreti: Leigh Melrose, Anna Victorova, Evgenia Muraveva / Svetlana Sozdateleva, Mairam Sokolova, Domingo Pellicola, Sergey Radchenko, Petr Sokolov, Mairam Sokolova, Goran Jurić. Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera di Roma
    Ancora una nuova produzione con un titolo raro, ma di grande interesse nel teatro musicale del Novecento, visto un’unica volta sulle scene del Costanzi nel 1966. Un’opera visionaria, immersa nel clima di mistico esoterismo così diffuso nell’avanguardia russa del primo Novecento, tradotto nel linguaggio ora grottesco ora allucinato del compositore. L’opera è diretta da Alejo Pérez per la regia di Emma Dante.
  • dall’8 al 13 giugno 2019
    La Cenerentola
    Musica Gioachino Rossini
    Dramma giocoso in due atti, Libretto di Jacopo Ferretti basato sul libretto francese di Etienne per Cendrillon di Isoaurd
    Direttore Stefano Montanari, Regia Emma Dante, Maestro del coro Roberto Gabbiani, Scene Carmine Maringola, Costumi Vanessa Sannino, Luci Cristian Zucaro, Movimenti Coreografici Manuela Lo Sicco. Principali interpreti: Don Ramiro René Barbera / Michele Angelini, Dandini Vito Priante / Filippo Fontana, Carlo Lepore, Rafaela Albuquerque, Sara Rocchi, Angelina Teresa Iervolino / Annalisa Stroppa, Adrian Sampetrean. Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera di Roma. Allestimento Teatro dell’Opera di Roma
    Clorinda e Tisbe, figlie di don Magnifico, si pavoneggiano davanti allo specchio. Angelina, figliastra di don Magnifico, canta una malinconica canzone, presaga dello strano destino che sta per vivere. Entra Alidoro, precettore del principe don Ramiro, mascherato da mendicante, per spiare le tre sorelle e riferire al principe i loro comportamenti. Il principe cerca moglie... La celebre fiaba nella strepitosa versione operistica di Rossini per la regia di Emma Dante.
  • dal 10 al 15 settembre 2019
    Calder/Kentridge
    Work in progress di Alexander Calder su musiche di Niccolò Castiglioni, Aldo Clementi, Bruno Maderna. Allestimento Teatro dell’Opera di Roma
    Waiting for the Sybil - Ideazione e regia di William Kentridge. Nuovo allestimento
    Nel 1968 l’artista americano Alexander Calder realizzò per l’Opera di Roma un evento-spettacolo, Work in progress, basato sulle sue forme in movimento, i celebri mobiles, su musica registrata di Niccolò Castiglioni, Aldo Clementi e Bruno Maderna, con la regia di Filippo Crivelli. L’evento racchiudeva in sé tutto ciò che l’immaginario mondo della materia in movimento aveva ispirato alla fantasia di Calder. In occasione della presenza romana di William Kentridge nel 2017, il Teatro ha chiesto all’artista sudafricano di allestire una seconda parte di quella serata, con piena libertà d’ideazione: Waiting for the Sybil sarà dunque di nuovo un evento-spettacolo, a distanza di cinquant’anni.
  • dal 27 settembre al 6 ottobre 2019
    Don Giovanni
    Musica Wolfgang Amadeus Mozart
    Opera in due atti, Libretto di Lorenzo Da Ponte
    Direttore Jérémie Rhorer, Regia Graham Vick, Maestro del coro Roberto Gabbiani. Principali interpreti: Don Giovanni Alessio Arduini, Leporello Vito Priante / Guido Loconsolo, Masetto Emanuele Cordaro / Andrii Ganchuk, Il commendatore Antonio Di Matteo, Don Ottavio Juan Francisco Gatell / Anicio Zorzi Giustiniani, Donna Anna Maria Grazia Schiavo / Valentina Varriale, Donna Elvira Salome Jicia / Louise Kwong, Zerlina Elena Sancho Pereg / Rafaela Albuquerque. Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera di Roma. Nuovo allestimento
    In scena il capolavoro di Mozart. Dopo il Così fan tutte del 2016 e le Nozze di Figaro, Graham Vick conclude la trilogia Mozart/Da Ponte con il nuovo allestimento del Don Giovanni, diretto da Jérémie Rhorer al suo debutto al Costanzi, scene e costumi di Samal Blak e luci di Giuseppe Di Iorio.
  • dal 15 al 20 ottobre 2019
    Don Chisciotte
    Musica Ludwig Minkus
    Balletto in tre atti dal romanzo di Miguel de Cervantes Don Chisciotte della Mancia
    Direttore David Garforth, Coreografia Laurent Hilaire ispirata alla versione originale di Mikhail Baryshnikov per l’American Ballet Theatre da Marius Petipa e Alexander Gorsky. Principali interpreti: Evgenia Obraztsova, Isaac Hernández. Orchestra e Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, con la partecipazione degli Allievi della Scuola di Danza del Teatro. Allestimento del Teatro dell’opera di Roma
    Il balletto è un grande classico con cui nel tempo si sono confrontati numerosi coreografi, da Nureyev a Balanchine. Storica la versione creata nel 1978 da Baryshnikov per l’American Ballet Theatre, danzata poi dalle maggiori compagnie del mondo tra cui, nel 1993, il Royal Ballet di Londra, alla quale direttamente si ispira la rilettura di Laurent Hilaire. L’ originale allestimento si fonda sulle scene di fumettistica memoria di due maestri come Vladimir Radunsky e A.J. Weissbard, con i costumi del primo e il disegno luci del secondo.
  • dall’8 al 16 novembre 2019
    Idomeneo, re di Creta
    Musica Wolfgang Amadeus Mozart
    Opera seria in tre atti, Libretto dell’abate Varesco
    Direttore Michele Mariotti, Regia Robert Carsen, Maestro del coro Roberto Gabbiani. Principali interpreti: Charles Workman, Joel Prieto, Rosa Feola, Miah Persson, Oliver Johnston, Antonio Di Matteo. Orchestra e Coro del Teatro dell’Opera di Roma
    Raro titolo mozartiano che unisce il nitore classico del mito greco a un linguaggio teatrale aperto alle riforme operistiche del secondo Settecento. A dirigerlo Michele Mariotti, che debutta così all’Opera di Roma. Seconda regia in questa stagione affidata a Robert Carsen che collabora anche con Luis F. Carvalho alle scene e con Peter van Praet alle luci; costumi di Petra Reinhardt e video di Will Duke. Nel ruolo del titolo Charles Workman, anch’egli al suo debutto al Costanzi. Il nuovo allestimento è una coproduzione con il Teatro Real di Madrid e la Canadian Opera Company.
  • dal 22 al 24 novembre 2019
    Un romano a Marte
    Musica Vittorio Montalti
    Opera vincitrice del premio di composizione del Teatro dell’Opera di Roma, Libretto di Giuliano Compagno
    Prima rappresentazione assoluta, Direttore John Axelrod, Regia Fabio Cherstich, Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma
    La stagione si conclude con una prima assoluta, un tipo di proposta che da molti anni mancava dal Teatro e che testimonia l’attenzione dell’Opera di Roma verso il contemporaneo. Tre recite, al Teatro Costanzi, di Un romano a Marte, spettacolo vincitore del Concorso 2013/2014 per giovani compositori, bandito al fine di valorizzare e portare in scena nuovi autori contemporanei con titoli mai rappresentati ed ispirati alla città di Roma.

RIDUZIONI INFORMAGIOVANI ROMA >>>
I giovani fino a 35 anni di età possono ritirare gratuitamente presso il Centro Servizi per i Giovani, esibendo un documento di identità, il coupon valido per la Stagione Lirica e Balletto 2018/19 del Teatro dell'Opera di Roma e per la Stagione Estiva 2019 alle Terme di Caracalla. Il coupon dà diritto alle seguenti agevolazioni:

  • giovani tra i 26 e i 35 anni di età:
    - riduzione del 20% sul prezzo intero del biglietto per gli spettacol fuori abbonamento e del 10% per le recite in abbonamento per la Stagione del Teatro dell'Opera;
    - riduzione del 10% sul prezzo intero del biglietto per la Stagione Estiva 2019 alle Terme di Caracalla (esclusa la programmazione Extra) - Per Tokyo Ballet (26 giugno) riduzione del 20% in tutti i settori fino a esaurimento posti disponibili;
    - riduzione del 10% sull’acquisto dei gadget in vendita presso lo shop del Teatro la sera dello spettacolo.

Ogni forma di agevolazione potrà essere estesa ad un accompagnatore e al nucleo familiare. Sono escluse da ogni promozione le prime ed i posti di balconata e galleria relativamente agli spettacoli all’interno del Teatro dell’Opera. Il dettaglio dei prezzi interi per la Stagione Lirica e Balletto è visibile nell’allegato in questa pagina, nella colonna a destra.
Le riduzioni sono valide esclusivamente previa prenotazione con l’Ufficio Promozione del Teatro all’indirizzo mail promozione.pubblico@operaroma.it o ai numeri 06.48160312-507-528-533. In occasione della rappresentazione sarà obbligatorio avere con sé il coupon Informagiovani Roma Capitale.

Altre promozioni per i giovani
Il Teatro dell'Opera riserva inoltre ai giovani le seguenti agevolazioni:

  • i giovani fino al 25° di età e gli studenti fino a 30 anni possono acquistare i biglietti con la riduzione del 25% sul prezzo intero del biglietto;
  • ai giovani con meno di 26 anni viene offerta la possibilità di acquistare a soli 15 euro biglietti per i posti rimasti invenduti. Basterà presentarsi alla biglietteria del Teatro 30 minuti prima dell'inizio dello spettacolo.

Promozione Speciale Calder / Kentridge Work in progress/Waiting for the Sybil
Acquistando un biglietto al prezzo intero di 25 euro entro il  21 luglio, si avrà diritto ad un biglietto omaggio. La promozione è valida per tutte le date ad eccezione della prima rappresentazione.

Promozione speciale due opere al costo di una: Angelo di fuoco più La Cenerentola o Tosca. Fino ad esaurimento del contingente riservato. Informazioni tel. 06.48160312-507-528. Prenotazioni: promozione.pubblico@operaroma.it

Per ulteriori informazioni sui prezzi ordinari dei biglietti, sugli abbonamenti e su speciali promozioni vedere il sito Operaroma.it o contattare il Teatro all'indirizzo promozione.pubblico@operaroma.it.

 

Ultimo aggiornamento 21/10/2019