Per saperne di più

Mappa  [ Espandi ]

Zoom inZoom outVisualizzazione mappaVisualizzazione fotografica

Teatro della Cometa

Via del Teatro di Marcello, 4 - ROMA (RM)

Calcola percorso

Inserire l'indirizzo di partenza

Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 4 Ottobre 2017 al 27 Maggio 2018

Teatro della Cometa - Stagione 2017/18

Teatro della Cometa - Via del Teatro di Marcello, 4 - ROMA (RM)

Commedie brillanti, musica e cabaret, testi ironici, graffianti o introspettivi con proposte di autori collaudati e interessanti novità. Riduzioni con Informagiovani Roma

Un cartellone brillante ed intelligente, con una prevalente presenza di quote rosa, che invita a rivoluzionare il proprio punto di vista per scoprire nuove e interessanti proposte. Il Teatro della Cometa nella Stagione 2017 /2018 porta avanti un progetto culturale di qualità, ricco per quantità e varietà, diretto a un pubblico di tutte le età ed estremamente accessibile. Una programmazione intensa, che affronta tematiche sempre attuali, grazie alle quali si propongono una visione critica e un’analisi attenta della nostra società. Un teatro che permette di trascorrere una serata di intrattenimento, facendo sorridere lo spettatore e insieme offrendogli momenti di riflessione, con spettacoli che si aprono alla nuova drammaturgia, danno voce a grandi storie e grandi sentimenti, senza dimenticare un po' di sana comicità.
Undici in tutto i titoli compongono il cartellone del Teatro, che anche quest’anno si avvale della presenza della Cometa dell’Arte, gli undici incontri culturali del mercoledì (ottobre 2017 - febbraio 2018, ore 18.15), riuniti sotto il titolo Civiltà a confronto - Roma e il mondo. Un ciclo di conferenze destinate a un pubblico dinamico e appassionato di tematiche culturali che andrà ad integrare la programmazione della stagione teatrale.

Cartellone

  • dal 4 al 22 ottobre 2017
    Fiore di cactus
    di Pierre Barillet e Jean-Pierre Grédy
    con Benedicta Boccoli, Maximilian Nisi e con Anna Zago, Piergiorgio Piccoli / Daniele Berardi, Thierry Di Vietri, Matteo Zandonà, Anna Farinello, Ilaria Pravato, Federico Farsura, regia Piergiorgio Piccoli e Aristide Genovese
    Il dentista Giuliano Foch per evitare il matrimonio fa credere alla sua amante Tonia di avere moglie e figli. Ma quando la donna tenta goffamente di togliersi la vita e viene salvata da Igor, il vicino di casa, Giuliano promette di sposarla. Dovrà fingere di divorziare. Tonia chiede di conoscere la moglie e Giuliano è costretto a “inventarsi” una consorte: la trova in Stefania, la sua burbera infermiera... Dopo uno spassoso gioco di equivoci, le affinità elettive fra i personaggi finiranno per trionfare. Uno straordinario testo diventato un classico della commedia brillante.
  • dal 25 ottobre al 12 novembre 2017
    La spiaggia
    testo e regia Luca De Bei
    con Paola Minaccioni
    Una donna e una spiaggia. Irene si interroga sulla propria vita, alla ricerca di una ragione per la sua solitudine che affonda le radici nell’infanzia, nella mancanza di un padre che ha abbandonato la famiglia per crearsi una nuova vita. Irene affronta la sua esistenza con coraggio e ironia, ma con dolorosa ostinazione non rinuncia a conoscere la verità. La spiaggia è il luogo metaforico e fisico di questa ricerca. Teatro degli incontri con il padre perduto che, forse, un giorno verrà ritrovato.
  • dal 15 novembre al 3 dicembre 2017
    I love ALICE love I
    di Amy Conroy
    traduzione Natalia Di Giammarco, con Ludovica Modugno e Paila Pavese, regia Elena Sbardella
    Di fronte al pubblico e senza filtri o facili vie, due donne tentano di ricostruire il loro mondo e la loro rocambolesca storia. Raccontano di come, amiche d’infanzia, si siano ritrovate anni dopo a essere amanti e compagne. In un cocktail esplosivo di dolcezza e comicità, il testo regala la freschezza del sarcasmo evitando i passaggi stanchi e obbligati sull’età delle donne o sull’omosessualità. Niente buonismi o patetismi per uno spettacolo che attraverso il riso e la leggerezza arriva dritto al cuore.
  • dal 6 al 31 dicembre 2017
    La spallata
    di Gianni Clementi
    con Giorgia Trasselli, Gabriella Silvestri e Stefano Ambrogi e con Claudia Ferri, Alessandro Loi, Matteo Milani, Alessandro Salvatori, regia Vanessa Gasbarri
    Al centro di questa spassosa commedia il microcosmo di una famiglia e un confronto generazionale. Da un lato due cognate, protettrici del nucleo familiare matriarcale, che cercano di affrontare le asperità del quotidiano o si abbandonano al fluire di un'esistenza ormai priva di stimoli; dall'altro i loro quattro figli, che appaiono pervasi dal desiderio di riscatto sociale, realizzazione personale e successo economico tipico della gioventù, in particolare nella cornice storica degli anni Sessanta.
  • dal 10 al 28 gennaio 2018
    Maledetto Peter Pan
    di Michele Bernier e Marie Pascale Osterrieth
    dal fumetto Le Demon de Midi di F. Cestac, traduzione e adattamento Carlotta Clerici e Antonella Questa, con Michela Andreozzi, regia Massimiliano Vado
    Nato come fumetto, per poi diventare pièce teatrale e film, lo spettacolo - clamoroso successo in Francia - racconta facendo ridere fino alle lacrime un dramma che tutti conoscono: le corna, quelle della pericolosissima “crisi di mezza età” o “sindrome di Peter Pan". Chi resta a fare i conti con la vita è la moglie. La voce esilarante della protagonista racconta tutte le fasi dell'elaborazione del lutto: la depressione, il confronto con parenti e amici, la ricerca di un ex disponibile, la feroce autocritica.
  • dal 31 gennaio al 18 febbraio 2018
    Le bonheur (Ti farò felice)
    di Eric Assous
    traduzione Filippo Ottoni, con Sandra Collodel e Nicola Pistoia, regia Marco Lucchesi
    Spettacolo sospeso
  • dall'8 al 18 febbraio 2018
    Le dive dello swing
    con Ladyvette: Teresa Federico, Valentina Ruggeri, Francesca Nerozzi, di Teresa Federico, Valentina Ruggeri, Francesca Nerozzi, Giorgio Prosperi, Massimiliano Vado, Lillo Petrolo, supervisione artistica Lillo Petrolo, musiche e direzione musicale Roberto Gori, regia Massimiliano Vado. Ogni sera saranno presenti guest star
    Tutto inizia in un appartamento della Torino di metà anni' 30. Tre giovani sorelle sono impegnate ad imparare il napoletano per entrare nelle grazie della musica melodica italiana e raggiungere la celebrità. Cosa bisogna fare per diventare il trio più famoso d'Italia? Le ragazze si troveranno ad affrontare incontri difficili e situazioni surreali. In un'atmosfera esaltante o malinconica lo spettacolo propone continui colpi di scena fino a scardinare tutti i presupposti iniziali, passando dalla drammaticità, all'ironia, alla comicità.
  • dal 21 febbraio all'11 marzo 2018
    Il mio nome è Milly
    una diva, tra guerre, prìncipi, pop e variété
    recital in due tempi di e con Gennaro Cannavacciuolo, pianoforte Dario Pierini, sax-contralto Andrea Tardioli, violoncello Francesco Marquez
    Gennaro Cannavacciuolo canta e racconta la vita privata ed artistica di Milly. Le canzoni più emblematiche della cantante-attrice piemontese ne sottolineano i momenti più significativi: il varietà anni ’20, il flirt con il Principe Umberto, l’amore disperato di Cesare Pavese, le note di Parlami d’amore Mariù e l’incontro con Vittorio De Sica, un revival del periodo francese. Poi l’incontro con Strehler, le canzoni di Brecht e un brano de l’Istruttoria di Peter Weiss che Milly interpretò per la prima volta in Italia. E ancora l’incontro con Filippo Crivelli che creerà per lei i “recital” con il repertorio brillante del variété, le opere di Brecht-Weill e i testi di cantautori come Endrigo, Lauzi, De Andrè, Aznavour e Piazzolla.
  • dal 13 al 25 marzo 2018
    Profumo di donna
    dal romanzo Il buio e il miele di Giovanni Arpino
    diretto e interpretato da Massimo Venturiello, con Irma Ciaramella, Camillo Grassi, Andrea Monno, Claudia Portale, Sara Scotto di Luzio, Franco Silvestri, adattamento Pino Tierno, la voce dei brani cantati è di Tosca
     Un capitano in pensione, cieco a causa di un’esplosione accidentale, decide di recarsi a Napoli da un amico anch’egli non vedente. Ad accompagnarlo un giovane soldato in permesso premio. Tra vessazioni e rimproveri, il giovane scorterà il bizzarro capitano, un uomo a tratti irascibile e spigoloso, a volte ironico e autoironico, sempre irresistibile seduttore di donne. A Napoli il capitano, corteggiato da una giovane donna perdutamente innamorata di lui, ne sembra però infastidito. La vera ragione del viaggio e dell’incontro con l’amico giungerà inaspettata e sorprendente solo alla fine...
  • dal 4 al 22 aprile 2018
    Incognito
    di Nick Payne
    con Giulio Forges Davanzati, regia Andrea Trovato
    Protagonista il cervello: meraviglioso organo ancora in gran parte sconosciuto alla scienza, capace di accumulare dati e dare senso alla realtà. In scena tre storie: il caso di Thomas Stoltz Harvey, che eseguì l'autopsia su Albert Einstein e ne rubò il cervello per studiarlo, quello di Henry Molaison al quale, nel 1953, per curare l’epilessia fu rimossa parte del cervello con perdita della memoria a breve termine che lo condannò ad un eterno presente. La terza storia, di fantasia, è ambientata ai giorni nostri. Tre vicende che esplorano la natura dell'identità e come siamo definiti da ciò che ricordiamo.
  • dal 25 aprile al 6 maggio 2018
    Grotesk!
    Ridere rende liberi
    di Bruno Maccallini e Antonella Ottai, diretto e interpretato da Bruno Maccallini, con la partecipazione del Kabarett-Ensemble di Pino Cangialosi
    Grotesk è un personaggio immaginario ispirato ai tanti artisti che resero leggendario il Cabaret berlinese degli anni ’20-30: mago, chansonnier, presentatore, sempre provocatore irriverente, esperto della risata, del paradosso, dello sberleffo satirico. E mentre Berlino sprofonda nel nazismo, con humour inossidabile lui non smette di aggredire il comune buonsenso, affacciandosi sul baratro spalancato dal regime finché non ne è a sua volta inghiottito. Il racconto si alterna a musiche, canzoni, ballate, sketch e monologhi dei più grandi autori e musicisti dell’epoca di Weimar: Grünbaum, Mehring, Tucholsky, Weill, Holländer…
  • dal 9 al 27 maggio 2018 | Teatro della Cometa
    Sarto per signora
    di Georges Feydeau
    con Francesca Milani e Marco Zadra e con Francesca Baragli, Daniele Trombetti, Antonella Salerno, Alessandro Frittella, Raffaela Anastasio, Giulia Zadra, Christian Galizia, regia Marco Zadra
    Il dottor Moulineaux va al gran ballo dell'Operà per incontrare la sua amante Susanna, ma le cose non vanno per il verso giusto. Lei è tenuta d'occhio dal marito, un tipo molto geloso, e il dottore rimane chiuso fuori casa. La sua assenza viene scoperta dalla moglie Yvonne e la scusa inventata non regge: il signor Bassinet, al cui capezzale Moulineaux sarebbe accorso per una visita urgente, sta benissimo e si presenta a casa sua. Da qui ha inizio una serie di situazioni grottesche tipiche della classica commedia degli equivoci francese…

RIDUZIONI INFORMAGIOVANI ROMA >>>
I giovani fino a 35 anni di età possono ritirare gratuitamente presso il Centro Servizi per i Giovani, esibendo un documento di identità, il coupon Informagiovani valido per le seguenti riduzioni della stagione 2017/18 del Teatro:

  • biglietti:
    dal martedì al giovedì 12 euro (anziché 20 euro)
    dal venerdì alla domenica 15 euro (anziché 25 euro)
    Ogni gruppo che acquista 10 biglietti ha diritto ad 1 biglietto al prezzo di 5 euro;
  • abbonamenti:
    Abbonamento Libero 6 Spettacoli: 95 euro
    Carnet 8 biglietti: 120 euro (utilizzabile liberamente per un solo spettacolo oppure di volta in volta durante tutta la stagione).

Le riduzioni saranno valide previa prenotazione telefonica all’Ufficio Promozione del Teatro al numero 320.4820809 o via mail: validorazio@gmail.com. Il coupon Informagiovani andrà poi presentato al botteghino prima dello spettacolo.
Per richieste particolari e gruppi telefonare al botteghino allo 06.6784380 dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 15.00.

Ulteriori informazioni sulle altre formule di abbonamento e aggiornamenti sulla programmazione sono disponibili sul sito Teatrodellacometa.it.

Ultimo aggiornamento 02/05/2018