Appuntamenti e iniziative

Bookmark and Share
Foto

Dal 4 Ottobre 2019 al 20 Maggio 2020

Teatro Vascello - Stagione 2019/20

Teatro Vascello - Via Giacinto Carini, 78 - ROMA (RM)

Spettacoli di prosa, danza, per bambini, drammaturgia contemporanea, eventi e festival, tra le proposte del teatro. Riduzioni con Informagiovani Roma

Una stagione ricca di novità, quella del Teatro Vascello, con grandi titoli e grandi interpreti, e con un disegno di ampio respiro, che offre proposte diverse ma tutte riconducibili a un progetto unitario sotto il segno della qualità. Mai più soli è lo slogan della Stagione 2019/20 che individua nel teatro il luogo privilegiato per incontrarsi, riflettere e confrontarsi con la realtà e la contemporaneità. Il Teatro rinnova relazioni già collaudate e concretizza una nuova collaborazione con la Compagnia di Teatro di Luca De Filippo, oggi guidata da Carolina Rosi.

Tra le proposte, la drammaturgia contemporanea. Alessandro Preziosi è l’intenso protagonista di Vincent Van Gogh L’odore assordante del bianco, regia di Alessandro Maggi e drammaturgia di Stefano Massini, che riflette sul rapporto tra le arti e sul ruolo dell’artista (26 novembre - 1 dicembre). Spiro Scimone e Francesco Sframeli si misurano con Pirandello e con i Sei personaggi, in perfetto equilibrio tra comicità e feroce ironia (3-8 dicembre). Una sanguigna e tenerissima Imma Villa, diretta da Carlo Cerciello, dà voce e corpo a Scannasurice di Enzo Moscato, uno spettacolo pluripremiato, diventato un piccolo “cult” (10-15 marzo). E poi due i classici. La tempesta di Shakespeare, a firma di Roberto Andò, ricca di spunti visionari,con Renato Carpentieri nel ruolo di Prospero (10-19 gennaio). E La locandiera di Goldoni in una brillante edizione, diretta da Andrea Chiodi, fedele all’originale, ma non priva di trovate attuali (28 gennaio-2 febbraio).

Teatro musicale con Moni Ovadia: a 25 anni dal primo Oylem Goylem, in scena con un nuovo spettacolo con nuove storie, umorismo yiddish, canzoni, musica klezmer (4-9 febbraio). Fabrizio Gifuni in Con il vostro irridente silenzio (18-23 febbraio) si confronta con le lettere dalla prigionia e il memoriale di Aldo Moro, e dedica poi una serata al poeta Giorgio Caproni con Fatalità della rima (17 febbraio). Atteso ritorno a Roma è quello di Marco Paolini con Filo filò che riflette sui cambiamenti prodotto dalle nuove tecnologie (24-29 marzo). Di Rezza & Mastrella, si potranno vedere Fotofinish, un classico della loro surreale comicità (17-22 dicembre), Bahamuth, scatenato montaggio dadaista (26-31 dicembre); Anelante (3-5 gennaio), storia di un uomo alla ricerca della sua dimensione.

Accanto alle proposte in abbonamento, un’ampia sezione è dedicata ai progetti di teatro, alla danza, alla musica, al circo. Inaugura i progetti teatrali The night writer Giornale notturno di Jan Fabre. Ad interpretarlo Lino Musella che diventa Fabre in questa opera autobiografica dell’artista belga (11-13 ottobre, in collaborazione con Romaeuropa Festival). Un focus è poi dedicato a Roberto Latini: La delicatezza del poco e del niente è un concerto poetico di parole su composizioni di Mariangela Gualtieri (14 ottobre); Il cantico dei Cantici è un poema antico al quale Latini sa infondere nuove energie (16-17 ottobre); Sei. E dunque, perché si fa meraviglia di noi? è una rielaborazione drammaturgica del capolavoro pirandelliano interpretato da PierGiuseppe Di Tanno (18-20 ottobre). Il progetto Venezia a Roma, in collaborazione con la Biennale Teatro di Venezia per sostenere il lavoro di giovani artisti, ospita Giovanni Ortoleva che presenta Saul, ispirato al testo di André Gide (24-27 ottobre).

Quattro gli appuntamenti con la danza. Balletto di Roma con due lavori inediti: Hu_Robot su coreografie di Ariella Vidach (4-6 ottobre) e Sogno, una notte di mezza estate firmato da Davide Valrosso (25 febbraio -1 marzo); Ricky Bonavita con la Compagnia Excursus presenta in prima nazionale Alma Tadema (13-15 novembre); Dancing partners (27-28 aprile) è un progetto europeo in rete che vede coinvolti artisti di diverse nazionalità; Vivaldiana è infine il nuovo lavoro della Spellbound di Mauro Astolfi ispirato al musicista veneziano (5-10 maggio). Uno “spettacolo per tutti” - tra danza e circo - è L’uomo calamita del Circo El Grito (dal 12 al 15 dicembre).

Spaziano dal classico al popolare le proposte musicali. Tre gli appuntamenti di Calendario Civile (in collaborazione con il Circolo Gianni Bosio): Moni Ovadia rilegge i grandi poeti greci in Romeosini Grecità (16 settembre); Dario Marconcini propone La mamma sta tornando, povero orfanello di Jean Claude Grumberg (27 gennaio); dedicato al ricordo del disastro di Chernobyl è Bob Dylan, pioggia e veleno con Alessandro Portelli, Piero Brega, Susanna Buffa, Sara Modigliani (20 aprile).
E poi la Scuola Popolare di musica Donna Olimpia e l’Orchestra di Villa Pamphilj (dal 6 all’8 marzo) con Lucignolo e gli altri singspiel originale per soli, cori e orchestra diretto da Fabrizio Cardosa. Di voce in voce è la proposta di Nando Citarella, viaggio tra musica e parola con ospiti diversi (1-5 aprile). Ovidio Heroides Metamorphosis è l’incontro artistico tra Manuela Kustermann, interprete di Ovidio e Cinzia Merlin, virtuosa pianista (15-19 aprile); Soul è un concerto della More than Gospel diretto da Vincenzo De Filippo (26-29 maggio). Chiusura con Maggio corsaro, due spettacoli di drammaturgia italiana contemporanea: La consuetudine frastagliata dell’averti accanto di Marco Andreoli, diretto e interpretato da Daniele Pilli e Claudia Vismara (12-17 maggio), e L’uomo più crudele del mondo scritto e diretto da Davide Sacco (20-22 maggio).

Numerosi gli appuntamenti in calendario in Sala Mosaico con incontri, letture, mise en espace dedicate alla poesia e alla letteratura; da novembre ad aprile si conferma inoltre la presenza di Vittorio Viviani - ogni giovedì alle ore 18.00 - con Quel copione di… che, a partire dalla novellistica italiana, riflette sull’oggi. E, come di consueto, proposti nel corso dell’anno appuntamenti per i ragazzi con Il Vascello dei piccoli e collaborazioni con il Romaeuropa Festival, Flautissimo, Roma Fringe Festival.

RIDUZIONI INFORMAGIOVANI ROMA >>>
I giovani fino a 35 anni di età possono ritirare gratuitamente presso il Centro Servizi per i Giovani, esibendo un documento di identità, il coupon Informagiovani valido per le seguenti riduzioni per la stagione 2019/20 del Teatro:

  • spettacoli di prosa, danza e musica: per tutte le repliche, biglietto con riduzione speciale a 15 euro a persona (invece del biglietto intero: 25 euro per la prosa e per Avion Travel; 20 euro per musica, danza, circo e Flautissimo). Tale riduzione può essere estesa a più accompagnatori (N.B. Maggio corsaro posto unico 15 euro; Vittorio Viviani posto unico 12 euro compreso aperitivo).
  • spettacoli del Teatro ragazzi Il Vascello dei Piccoli: gratuito per bambini sotto i 3 anni.

È possibile acquistare il biglietto ridotto al botteghino del Teatro Vascello esibendo il coupon Informagiovani oppure prenotare il biglietto telefonando all’Ufficio Promozione  tel 06.5881021 - 06.5898031 - 340.5319449, con un costo aggiuntivo di 1 euro.
Dalla convenzione con il Teatro Vascello sono esclusi gli spettacoli del Romaeuropa Festival (per il quale invece è possibile ottenere con Informagiovani biglietti con speciali riduzioni: qui le informazioni).

Per eventueli promozioni speciali, contattare l'Ufficio Promozione del Teatro. Ulteriori dettagli su biglietti, abbonamenti e aggiornamenti sulla programmazione sul sito Teatrovascello.it.

Ultimo aggiornamento 11/10/2019