Per saperne di più

Opportunità

Bookmark and Share
Foto

Dal 18 Maggio 2016 al 31 Ottobre 2016

Fammi vedere 2016

Iscrizioni aperte per la III edizione del concorso per cortometraggi sul mondo dei richiedenti asilo e dei rifugiati promosso dal Consiglio Italiano per i Rifugiati

Il Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR) promuove per il 2016 la terza edizione del concorso Fammi vedere per cortometraggi sul diritto d’asilo.

Chi può partecipare
Il bando è rivolto a tutti coloro che intendono raccontare, con il linguaggio cinematografico e il proprio originale punto di vista, il mondo dei richiedenti asilo e dei rifugiati. Particolarmente importante la partecipazione dei giovani e delle scuole di cinema.

Caratteristiche e temi dei corti
Il bando è destinato a cortometraggi della durata massima di 120 secondi. In linea con il mandato del CIR, i temi dei cortometraggi devono riguardare il mondo dei richiedenti asilo e dei rifugiati, trattando aspetti legati all’accoglienza e all’integrazione delle persone che fuggono da persecuzioni, violenze e torture e che cercano protezione nel nostro paese. Gli autori devono mettere al centro del racconto la persona umana, i suoi diritti, le sue necessità, la sua dignità tramite il linguaggio cinematografico e il proprio originale punto di vista. Un’idea più precisa per i partecipanti si potrà ricavare vedendo i video vincitori delle edizioni precedenti.

Selezioni
Entro il 20 ottobre 2016, la segreteria tecnica del CIR selezionerà tra i partecipanti un numero massimo di 15 cortometraggi che saranno sottoposti al giudizio di un comitato ristretto della giuria che individuerà i cinque finalisti. Alcuni di questi cortometraggi potranno essere presentati, come finalisti del concorso, a festival, rassegne e momenti pubblici di sensibilizzazione. Alla fase finale potranno partecipare, su invito del CIR, anche alcuni corti fuori concorso.
I cinque cortometraggi finalisti saranno proiettati durante la serata finale di raccolta fondi organizzata dal CIR entro il 2016, nel corso della quale verranno scelti i vincitori da parte della Giuria e da parte del pubblico.
La Giuria è composta da: Laura Delli Colli (presidente), Monica Guerritore, Roberto Faenza, Gabriele Lavia, Enzo D’Alò, Mario Morcone, Pasquale Scimeca, Carlo Brancaleoni, Mimma Nocelli, Giancarlo Loffarelli, Rachid Benajd, Gianmario Gillio, Hermes Mangialardo, Silvia Costa, Ivan Silvestrini, Pino Corrias, Ninni Bruschetta, Valerio Cataldi, Walter Veltroni. Della giuria fanno parte anche Roberto Zaccaria, Christopher Hein e Fiorella Rathaus (presidente, portavoce e direttore del CIR). La Giuria, a suo insindacabile giudizio, eleggerà i tre vincitori.

Premi
I tre corti vincitori del concorso otterranno i seguenti premi:

  • I classificato: 1.000 euro
  • II classificato: 500 euro
  • III classificato: 300 euro.

Il CIR si riserva di adottare i cortometraggi vincitori e quelli fuori concorso per le proprie campagne di comunicazione sociale e di raccolta fondi per l’ anno 2016 e 2017.

Scadenze e modalità di partecipazione
La documentazione e i materiali richiesti nel Bando devono essere inviati esclusivamente tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. Le buste dovranno pervenire alla segreteria del concorso entro il 31 ottobre 2016 (termine prorogato).

Ulteriori informazioni sul Consiglio Italiano per i Rifugiati e Bando del concorso Fammi Vedere sul sito Cir-onlus.org.

Ultimo aggiornamento 17/10/2016