Approfondimenti

Bookmark and Share
Foto

Il sistema universitario in Polonia

Costi contenuti, un'ampia offerta formativa (anche in inglese), città sempre più moderne e vivaci, fanno registrare un crescente successo della Polonia come meta universitaria

Con la sua posizione centrale e la sua estensione, la Polonia è uno dei maggiori e più influenti paesi dell’Europa centro-orientale. Divenuta Repubblica e in seguito entrata nell’Unione europea (2004) e nella zona Schengen (2007), la Polonia ha vissuto un periodo di rinascita e ha raggiunto un notevole tasso di sviluppo. Si presenta come un paese ricco di storia e cultura, naturalisticamente molto interessante, con il mar Baltico e la regione dei laghi al nord, le catene montuose al sud e ben 23 parchi nazionali, tra cui la famosa Foresta di Białowieża.

La popolazione, particolarmente giovane rispetto al resto d'Europa, è nota per essere molto ospitale, aperta alle novità, curiosa verso il mondo e sempre più spinta verso la modernità, pur mantenendo un saldo legame con le tradizioni.

Condizioni generali 

Il sistema universitario in Polonia offre circa 450 strutture in cui è possibile studiare, di cui 310 atenei di proprietà privata (aperti a partire dagli anni 90) e 138 università statali, che si amplierà con nuove avveniristiche sedi già in costruzione.

L’offerta formativa per gli studenti stranieri è vasta, con 315 istituzioni universitarie che aderiscono al programma europeo Erasmus e circa 200 facoltà che propongono corsi in inglese.

Attualmente si contano circa 2 milioni di studenti polacchi (con oltre 400 mila laureati ogni anno) e 24 mila studenti stranieri provenienti da 141 paesi, principalmente iscritti alle università pubbliche (80%).

Tra le più famose e prestigiose università pubbliche ci sono l'antica Università Jagiellonian di Cracovia (fondata nel 1364), l'Università e il Politecnico di Varsavia, l'Università Adam Mickiewicz e Università Medica a Poznan. Tante le eccellenze, dalle facoltà di medicina a quelle tecnico-scientifiche, dai Master in Business Administration (che qui hanno costi più contenuti che in altre zone europee) fino al settore delle arti, del teatro e del cinema. Molto nota è ad esempio Scuola superiore di film, televisione e teatro di Łódź, fondata nel 1948 e frequentata da personaggi di spicco nel mondo della cinematografia, tra i quali Andrzej Wajda, Roman Polanski, Jerzy Skolimowski e Krzysztof Kieślowski.
Un elenco delle università che offrono corsi in inglese è disponibile sul sito studyinpoland.pl, curato dalla Conference of Rectors of Academic Schools in Poland (CRASP).

Ulteriori informazioni sul sito del Ministero dell’Educazione Nazionale e sulla guida pubblicata da Eurydice.

Torna su

Cicli di studio 

La Polonia è parte dello Spazio Europeo dell’Istruzione Superiore, un sistema di armonizzazione e di riforma dell’istruzione superiore in Europa avviato nel 1999 con il Processo di Bologna.
Dall’anno accademico 2007/2008, sono tre i cicli di studio finalizzati all'ottenimento di:

  • Laurea triennale (BA, Licencjat, BSc, inżynier)
  • Laurea magistrale (MA, MSc, magister)
  • Post-laurea Dottorato (PhD, doktor)

Questo sistema si applica a tutti i settori dell'istruzione, tranne che ai corsi di laurea a ciclo unico previsti dalle facoltà di Legge, Farmacia, Psicologia, Medicina Veterinaria, Medicina e Odontoiatria (due cicli – laurea magistrale e dottorato).

L’anno accademico è diviso in due semestri, autunnale (da ottobre a febbraio) e primaverile (da marzo a giugno/luglio), ciascuno dei quali si chiude con una sessione di esami. Gli esami sono sia scritti che orali e il sistema di votazione va da 5 (bardzo dobry - molto buono), 4,5 (plus dobry),  4 (dobry - buono) a 3,5 (plus dostateczny) e 3 (dostateczny - soddisfacente), mentre 2 (niedostateczny) è il voto corrispondente a un esame non superato.
Gli studenti possono scegliere se frequentare corsi diurni, dal lunedì al venerdì, oppure se seguire i corsi serali e durante i weekend (opzione ideale per chi già lavora).

Torna su

Requisiti di ammissione e tasse 

Per accedere al primo ciclo di studi in un’università polacca occorre aver conseguito il diploma di istruzione secondaria superiore. Per fare domanda di ammissione, uno studente europeo deve presentare la traduzione giuridica del diploma e inviarla insieme al modulo di iscrizione predisposto dall’ateneo prescelto.
Alcune università possono prevedere requisiti specifici e richiedere ulteriori documenti (es. lettere di presentazione, saggi, ecc.) o prevedere test attitudinali, per cui si consiglia di verificare di volta in volta sui siti web degli atenei.
Maggiori informazioni sono presenti sul sito studyinpoland.pl

Conoscenza della lingua
Per l’iscrizione a corsi di studio in inglese può essere richiesta la conoscenza certificata dell’inglese, ma generalmente non è richiesta una conoscenza specifica della lingua polacca. Molti atenei offrono a studenti stranieri corsi di lingua e cultura polacca qualche settimana prima della partenza dell’anno accademico.
Nel caso in cui si scelga di seguire un corso di studi in lingua polacca viene richiesto uno dei certificato di conoscenza della lingua rilasciati dalla Commissione per la Verifica della Conoscenza della Lingua Polacca come Lingua Straniera.
Per chi vuole studiare la lingua a Roma ci sono i corsi promossi dall’Istituto Polacco.

Tasse
Le università statali sono ad accesso gratuito per tutti i cittadini polacchi che si iscrivono a corsi full time diurni.
Le tasse universitarie per gli studenti stranieri variano da struttura a struttura, con sensibili differenze tra atenei pubblici e privati, per cui si consiglia di verificare direttamente sui siti web delle università.

Torna su

Borse di studio 

Il governo polacco offre annualmente diversi programmi di borse di studio ai cittadini italiani:

  • Borse di studio annuali
    Si tratta di borse della durata da 2 a 8 mesi (dal 1 ottobre al 30 giugno dell’anno seguente) destinate a  laureandi o laureati in qualsiasi disciplina, ad artisti diplomati e a giovani docenti e scienziati (fino ai 35 anni). Vengono bandite ogni anno con scadenza per presentare domanda fissata al 30 aprile per l’anno accademico successivo. L’importo mensile della borsa è di 1350 PLN (circa 350 euro), con l’esenzione dalle tasse universitarie, mentre i costi di viaggio sono a carica dei borsisti. E’ richiesta la conoscenza di almeno una lingua tra polacco, inglese, francese, russo o tedesco.
  • Borse di studio estive
    Borse della durata di un mese (luglio/agosto) destinate a studenti di qualsiasi disciplina (ma in particolare studenti di lingua e letteratura polacca e slavistica) per seguire corsi di lingua e cultura polacca nelle sedi universitarie di Lublin, Cieszyn, Warszawa, Wrocław. La borsa copre l'intero costo del corso e le spese di vitto e alloggio presso le strutture universitarie, mentre i costi di viaggio sono a carico dei borsisti. Il bando scade generalmente il 30 aprile.
  • Borse di studio invernali
    Borse della durata di un mese ciascuna (gennaio/febbraio) destinate a studenti iscritti almeno al 3˚ anno per seguire corsi di lingua e cultura polacca Polonicum presso l'Università di Varsavia. La borsa copre l'intero costo del corso e le spese di vitto e alloggio, mentre i costi di viaggio sono a carico dei borsisti. Il bando scade generalmente il 30 ottobre.

I bandi per le borse di studio annuali e per le borse estive scadono in genere nel mese di aprile; mentre i termini per presentare domanda per le borse di studio invernali disponibili scadono nel mese di ottore. I bandi vengono pubblicati sui siti dell'Istituto Polacco e del Ministero degli Esteri italiano.

Si segnalano inoltre:

  • Thesaurus Poloniae, un programma di borse di studio della durata di tre mesi, messo a disposizione dal Ministero della Cultura e del Patrimonio Nazionale e realizzato dal Centro Culturale Internazionale di Cracovia. Il programma è rivolto a ricercatori stranieri interessati alla cultura, alla storia e al patrimonio multiculturale della Polonia e dell'Europa orientale. L’importo delle borse varia da circa 770 euro al mese per borsisti Senior a circa 550 euro al mese per borsisti Junior, fino a circa 330 euro per acquisto di libri. Le domande vanno presentate dal 1 maggio al 15 giugno per soggiorni di studio da settembre fino a dicembre. Per ulteriori informazioni mck.krakow.pl
  • Programma Erasmus
    Gli studenti iscritti ad un’università italiana che desiderano trascorrere un periodo dai 3 mesi all’intero anno accademico in Polonia, possono verificare presso la propria università la possibilità di partecipare al Programma Erasmus+ presso atenei polacchi, che assicura il riconoscimento degli esami sostenuti all'estero e la copertura del periodo con una borsa di studio.
    Torna su

    Informazioni pratiche 

    Documenti
    Per entrare in Polonia i cittadini italiani non necessitano di visti, ma è sufficiente il passaporto o la carta d’identità. Per un soggiorno superiore a tre mesi bisogna però registrarsi presso gli uffici preposti. Maggiori informazioni sul tema sul sito del Ministero degli Esteri polacco  e sul sito dell’Ufficio per stranieri.
    Prima di partire è necessario rivolgersi alla propria ASL in Italia per ottenere il modello E-111, l’assicurazione sanitaria valida per tutti i paesi dell’UE, e portare con sé la tessera sanitaria.

    Costo della vita
    La moneta nazionale è lo złoty polacco (PLN). Il costo della vita in Polonia varia molto dalle zone urbane a quelle rurali, ed è ovviamente più alto nelle altre grandi città.
    Per farsi un’idea del costo della vita a Varsavia, bisogna calcolare che l’alloggio in un dormitorio universitario non lontano e molto ben collegato al centro è di circa 110 euro al mese per una stanza singola, mentre l’affitto di un piccolo appartamento in centro può costare tra i 350 e i 500 euro al mese. Alla mensa universitaria un pasto completo costa circa 2,50 euro. Per spostarsi si può contare su un’ottima ed economica rete di trasporti pubblici.
    E per chi studia qui il plus valore di poter godere di una meravigliosa struttura come la Biblioteca Universitaria con il suo verde tetto-giardino e tanti servizi al suo interno.

    Vita universitaria
    L’organizzazione dello studio e del divertimento nelle università polacche è particolarmente efficiente, anche grazie al lavoro delle tante associazioni studentesche - come l’ESN Erasmus Student Network - sempre pronte ad accogliere i nuovi arrivati e ad organizzare eventi e attività.
    Per gli studenti c’è inoltre la possibilità di sottoscrivere delle card per ottenere sconti e agevolazioni per servizi e appuntamenti culturali. Tra queste, EURO26 Classic o Student e la sempre valida Carta ISIC.
    Chi desidera cercare un lavoretto durante il periodo di studi può rivolgersi agli Uffici della carriera, presenti in molti atenei. Da segnalare che la lingua italiana va di moda in città come Varsavia dove i corsi di lingua sono abbastanza diffusi e dove si possono trovare quindi delle opportunità.
    Particolarmente utili per chi già mastica il polacco i siti studentnews.pl e dlastudenta.pl

    Torna su

Fonti

Seminario Let's go Poland! organizzato da Informagiovani Roma Capitale

Parole chiave

università master borse di studio UE sistema universitario polonia cracovia Varsavia Poznan Łódź corsi di studio universitari lingua polacca

Ultimo aggiornamento 27/03/2019