Approfondimenti

Bookmark and Share
Foto

Studiare in Finlandia

Un sistema universitario di alto livello, gratuito e aperto agli studenti internazionali che desiderano scoprire le opportunità e il fascino del Paese

Conoscere la Finlandia 

La Finlandia, in finlandese Suomi (in svedese Finland), è uno Stato appartenente all’Unione Europea, abitato da 5,4milioni di persone, in maggioranza stanziate nella parte meridionale. È l'ottavo Stato più grande d'Europa, ma quello con più bassa densità di popolazione nell'Unione Europea. Formalmente è una repubblica parlamentare e la sua capitale è Helsinki. Tre le città più importanti ci sono anche Tampere, Turku, Oulu, Jyväskylä, Lahti e Kuopio. La sua moneta è l’euro.
Famosa tra l’altro per la natura incontaminata dei suoi paesaggi nordici, per la lunga notte invernale rischiarata dall’aurora boreale e per il sole di mezzanotte, per il clima estremamente rigido piacevolmente compensato dalla consuetudine della sauna, la Finlandia è in grado di esercitare un fascino particolare su chi la visita e offre numerose opportunità a chi intende trascorrervi un periodo più lungo.
Le principali lingue del Paese sono il finlandese e lo svedese,  quest'ultimo storicamente diffuso soprattutto in alcune regioni. Il finlandese è una lingua non indoeuropea, ma di ceppo ugrofinnico, imparentato all’ungherese, all’estone e ad alcuni idiomi di minoranza parlati in Russia. Se da un punto di vista grammaticale la lingua è dunque diversa dalle altre diffuse in Europa, da un punto di vista fonetico il finlandese presenta affinità di pronuncia anche con l’italiano, che ne facilitano l’apprendimento.
Per chi volesse imparare il finlandese prima di partire per la Finlandia, in Italia si possono cercare corsi proposti da associazioni come la Rooman Suomi-Seura, attiva a Roma. Nell’offerta formativa delle università italiane sono inoltre presenti corsi di studio di lingue ugrofinniche ad esempio a Bologna, Firenze e Napoli, ma si possono trovare corsi singoli anche in altri atenei. Le università finlandesi erogano inoltre per i propri studenti internazionali anche corsi di lingua. Per comunicare nel Paese è comunque possibile utilizzare anche l’inglese e le università offrono numerosi corsi di studio tenuti interamente in questa lingua.
Le differenze climatiche, di paesaggio, di abitudini e mentalità, al di là dei luoghi comuni, più che un limite rappresentano senz’altro un’attrattiva per tutti i giovani curiosi di scoprire una realtà alternativa alla propria ma sempre più caratterizzata da una forte vocazione all’internazionalizzazione e al passo con l’evoluzione tecnologica, una società con una decisa impronta egualitaria e votata alla valorizzazione del merito. Il sito di riferimento per cominciare a farsi un’idea sul Paese è Visitfinland.com.

Torna su

Entrare in Finlandia 

Per i cittadini dell’Unione Europea che desiderano entrare in Finlandia, visitare il Paese e trascorrervi un breve periodo, non è richiesto alcun visto o permesso di soggiorno. I cittadini UE possono risiedere in Finlandia per un periodo continuativo di tre mesi al massimo, senza registrare il proprio diritto di soggiorno.
Per gli italiani che fanno un viaggio in Finlandia è sufficiente portare con sé una carta di identità in corso di validità ma, se si desidera soggiornare più a lungo, è consigliabile avere con sé anche il passaporto.
Per rimanere in Finlandia e registrarsi come residente occorre invece avere un lavoro, una società operativa, un luogo di studio, legami familiari stretti o risorse sufficienti.

  • Sul sito dell’Ufficio immigrazione finlandese Migri.fi è possibile trovare tutte le informazioni utili e accedere alla procedura di registrazione online. La registrazione può essere fatta anche direttamente in Finlandia, entro il termine dei tre mesi, senza che siano necessarie altre pratiche preliminari in Italia, presso l’Ambasciata, o visite mediche.

Se ci si trasferisce a vivere in Finlandia per almeno un anno, bisogna anche registrarsi come residente presso l'Ufficio del registro locale (Maistraatti).

  • L’altro sito di riferimento è quello di Enter Finland, un servizio digitale per gli utenti del Finnish Immigration Service. Consente di inviare una domanda al servizio di immigrazione finlandese riguardante un permesso di soggiorno temporaneo o permanente, la registrazione del diritto di soggiorno di un cittadino dell'UE, la carta di soggiorno del familiare di un cittadino dell'UE, la cittadinanza o il certificato di lavoro stagionale. Dopo aver inviato una domanda, il richiedente deve identificarsi presso un punto di riferimento del servizio di immigrazione o un'ambasciata finlandese, salvo differente indicazione.

Diversi sono invece gli adempimenti e le procedure per i cittadini di Stati non appartenenti all’UE. Le informazioni utili possono essere trovate sui medesimi siti.

Altri siti utili:

  • Ambasciata Finlandese in Italia - sul sito si trova una sintesi delle principali informazioni relative ai servizi e agli eventi organizzati.
  • Infofinland.fi - sito utile per avere informazioni su come trasferirsi, vivere, studiare e lavorare in Finlandia.
  • Ihhelsinki.fi - il sito International House Helsinki offre lo stesso tipo di notizie, ma anche con la possibilità di stabilire un contatto diretto per richiedere informazioni telefonicamente o via mail.
  • Ambhelsinki.esteri.it - sito dell’Ambasciata Italiana ad Helsinki, riferimento utile per tutti gli italiani.
Torna su

Il sistema universitario 

I cittadini europei possono candidarsi agevolmente per frequentare un istituto di istruzione riconosciuto in Finlandia. Esistono due tipi di istituti di istruzione superiore (post-diploma):

  • le Università
  • le Università delle scienze applicate.

Il sistema universitario finlandese vanta un ottimo livello qualitativo e propone oltre 400 programmi di studio diversi. Sono previsti corsi di laurea triennale o magistrale in inglese in 13 Università e in 23 Università di scienze applicate. Sono oltre 20.000 attualmente gli studenti internazionali presenti in Finlandia, che possono usufruire anche di borse di studio loro dedicate. Da sottolineare che per i cittadini dell’Unione Europea l’università in Finlandia è comunque gratuita. Per i cittadini extracomunitari possono essere previste delle tasse per alcuni percorsi universitari.
Si può scegliere di andare in Finlandia per l’intera durata di un corso di laurea oppure solo per un semestre o due, all’interno di un programma di scambio come Erasmus+ (in quest’ultimo caso sarà l’ateneo di appartenenza ad indicare le tempistiche per la domanda).

Esistono anche organizzazioni che propongono scambi per svolgere periodi di studio all’estero a livello di scuola superiore come ad esempio Intercultura.

Torna su

Ammissioni 

Il sistema universitario in Finlandia è a numero chiuso. Per l’accesso alle università è previsto per tutte le facoltà un esame di ammissione. Si tratta di esami specifici rispetto al corso di studi che si desidera intraprendere, anche con la preparazione di materiali ad hoc. È perciò necessaria una preparazione mirata e approfondita, che non si limita alla sola cultura generale. Si consiglia di focalizzare fin da subito la propria attenzione sul tipo di corso che si vuole seguire, senza essere troppo dispersivi. Il numero chiuso è stato pensato per favorire una migliore organizzazione e la possibilità per gli studenti di usufruire di maggiori risorse. Esistono corsi di studio più selettivi ed altri con una maggiore facilità di accesso.
Per chi è interessato a frequentare un corso di studio universitario in Finlandia, è opportuno muoversi con parecchi mesi di anticipo per cominciare a raccogliere le informazioni, scegliere il corso da seguire e preparare la domanda. Solitamente il periodo degli esami di ammissione è a gennaio, quindi è bene attivarsi già dall’autunno precedente per preparare tutto.

  • Le principali informazioni per studiare in Finlandia (elenco delle università, ammissioni, borse di studio) e per conoscere l’offerta formativa si possono trovare sul sito Studyinfinland.fi, dove sono disponibili anche indicazioni sulle possibili sistemazioni abitative (presso residenze universitarie o presso privati) e sulla possibilità di lavorare durante gli studi.
  • Studyinfo.fi è un altro sito utile per fare ricerche, cercare informazioni e per presentare la propria candidatura (Joint Application) con l’indicazione delle tempistiche e delle scadenze previste.
  • È anche importante verificare tutti i dettagli e le modalità specifiche di accesso sui siti delle singole università di interesse.
  • Per chi intende svolgere un intero corso di studi universitari in Finlandia può essere utile contattare anche l’Ambasciata Italiana in Finlandia e l’Istituto di Cultura Italiano ad Helsinki.

Consigli utili:

  • scegliere l’università e il corso di laurea da seguire è il primo passo da compiere;
  • verificare i criteri di ammissione, anche sulla base degli esami degli anni precedenti, in modo da cominciare a prepararsi con anticipo;
  • documentarsi sui certificati linguistici e la documentazione necessaria;
  • presentare la propria domanda di iscrizione (Joint Application) nel periodo corretto di apertura delle candidature;
  • organizzarsi da un punto di vista finanziario.

Una cosa molto importante per la mentalità finlandese è rendersi fin da subito autonomi nella ricerca del proprio percorso di studi e, più in generale, di ogni informazione utile, impegnandosi in prima persona sia su Internet che contattando i referenti del caso.

Open University
Per chi non fosse ammesso all’università finlandese è comunque possibile seguire alcuni corsi universitari a pagamento (simili ai corsi singoli proposti dalle università italiane), anche in modalità telematica. University of Helsinki Open University - conforme ai curricula dell'Università di Helsinki e approvata dalle sue facoltà - offre moduli di studio e corsi individuali, ma non può rilasciare titoli di laurea. Tuttavia, gli studi svolti possono essere incorporati in un diploma universitario, se lo studente viene successivamente ammesso a proseguire gli studi universitari.
L’offerta formativa abbastanza ampia proposta da vari atenei può essere verificata sul sito Helsinki.fi/en/open-university.

Torna su

Sostegno allo studio 

Per chi ha intenzione di trasferirsi in Finlandia anche nel periodo antecedente agli studi, esiste la possibilità di finanziare gli studi attraverso l’istituto previdenziale finlandese, Kela, che offre un sussidio mensile agli studenti finlandesi ed eventualmente agli studenti stranieri, provenienti da Stati UE, che abbiano lavorato in Finlandia per un periodo di almeno 4 mesi. Sul sito è possibile informarsi sulle agevolazioni offerte e presentare domanda per un sostegno finanziario.

Per saperne di più sulle opportunità di lavoro in Finlandia vedere la pagina dedicata nel nostro portale.

Torna su

Ultimo aggiornamento 19/02/2020