Eventi 060608

11-05-2018 - 16-05-2018

1943-2018 Memoria e spazio pubblico. 12 progetti per ricordare il bombardamento di San Lorenzo

Casa della Memoria e della Storia - Via di San Francesco di Sales, 5

Il 19 Luglio 1943 cinquecentonovantuno bombardieri alleati sorvolarono Roma sganciando mille tonnellate di esplosivo ad alto potenziale sul quartiere di San Lorenzo, sul Prenestino, sull'area del cimitero del Verano, sulla Città Universitaria e zone limitrofe. Il 13 Agosto un secondo bombardamento continuò l’opera di devastazione. I morti furono circa 3000, moltissimi i feriti.

Oggi San Lorenzo è uno dei quartieri più vivaci della “movida” animata dai giovani. A 75 anni di distanza le conseguenze dei bombardamenti, ancora in parte visibili, sono segni evidenti per chi conosce o ha vissuto quei tragici accadimenti, ma illeggibili per chi frequenti le sue strade e i suoi locali senza conoscerne la Storia.

La mostra ha l'obiettivo di tenere vivo il ricordo di questi tragici avvenimenti, grazie alla sperimentazione di nuove modalità di comunicazione. La mostra raccoglie il lavoro di ricerca e progettazione realizzato dagli studenti dell’Atelier di Exhibit Design, tenuto dai professori Cecilia Cecchini e Maurizio Di Puolo nell’ambito della Laurea Magistrale in Design, Comunicazione Visiva e Multimediale della Facoltà di Architettura della “Sapienza” Università di Roma.

Gli studenti hanno progettato - con un approccio interdisciplinare che coinvolge comunicazione multimediale, architettura e grafica – un memoriale diffuso per San Lorenzo, in grado di superare la sbiadita retorica dei tanti monumenti ai caduti. Nei progetti presentati, i molti palazzi dall’inspiegabile profilo mutilato, sedi oggi di affollati ristoranti e pub, acquistano un nuovo senso; la realizzazione di piccole architetture del ricordo, la mappatura interattiva degli edifici distrutti, l’inserimento di postazioni multimediali che forniscono informazioni mirate, le testimonianze dei sopravvissuti raccolte, la realizzazione di Up dedicate, forniscono nel loro insieme una modalità nuova di lettura di quei luoghi restituendone la Storia.

La scritta "Eredità del Fascismo", che comparve su un muro del quartiere San Lorenzo in quei giorni, è ormai scomparsa, ma affinché l’oggi non sia incosciente di quel che è stato ieri sono necessari nuovi, puntuali e potenti progetti di comunicazione.
I dodici progetti in mostra realizzati dai 44 studenti e i filmati che li accompagnano forniscono una chiave di lettura coinvolgente delle tracce di quegli accadimenti facendone l’occasione per raccontare la Storia e propongono una modalità di fruizione dello spazio pubblico all’insegna della conoscenza, della condivisione e della valorizzazione dei luoghi.

Progetti di: Sara Andreozzi | Roberto Arruffati | Federica Battaglini | Edoardo Bellotti | Jacopo Bette | Azzurra Bignardi | Clarissa Bolettieri | Marco Bonfigli | Giovanna Busbani | Arianna Calafati | Jie Cao | Sara Capriello | Rossella Cresta | Francesca Degni | Sara De Rosa | Ilaria Fattore | Giulia Giannarini | Sara Greco | Chiara Grossi | Marika Grosso | Sicheng Ye | Valentina Levantino | Pamela Lofano | Farsad Mahshad | Licia Masi | Carolina Petracchiola | Ilaria Pietrantozzi | Andrea Pistilli | Giulia Pressi | Daniele Proietto | Elisa Puglielli | Antonella Quinto | Dora Riondino | Antonella Romana | Antonio Santagata | Simone Sbandi | Elettra Scotucci |  Federica Serputi | Michele Smeraglia | Fabio Stefanini | Sofia Urrutia Aguirre  | Yijie Wang | Virginia Zoppi | Jiaxu Zou.

Cecilia Cecchini. Architetto, PhD in Tecnologie dell’Architettura, Professore di Disegno Industriale presso "Sapienza" Università di Roma – Facoltà di Architettura, insegna al corso di Laurea Magistrale in Design Comunicazione Visiva e Multimediale e nel Corso di Laurea in Disegno Industriale. Fondatore e direttore del Master in Exhibit & Public Design, è curatore scientifico del centro di ricerca museale Fondazione Plart. Svolge attività di ricerca nel Dipartimento di Pianificazione, Design, Tecnologia dell’architettura sui temi legati allo spazio pubblico e sul rapporto tra design e materiali avanzati.

Maurizio Di Puolo. Fondatore dello studio Metaimago specializzato in museografia ed exhibit design. Attualmente insegna al Corso di Laurea in Design Comunicazione Visiva e Multimediale della “Sapienza” Università di Roma, al Masteridea di PoliMi e al Master of Art della Luss. Socio fondatore IDEA, Associazione Italiana Exhibition Designers ha realizzato allestimenti nei più importanti musei del mondo.

Sito web: https://www.comune.roma.it/web/it/evento.page?contentId=EVE134124
Indirizzo: Via di San Francesco di Sales, 5
keywords: documentaria; mostra