Opportunità

Bookmark and Share
Foto

Fondo Rotativo per il Piccolo Credito 2018

Finanziamenti a tasso zero per PMI, Consorzi e Reti di Imprese, liberi professionisti attivi nel Lazio fino a esaurimento fondi disponibili

Il Fondo Rotativo per il Piccolo Credito (FRPC) ha come obiettivo quello di fornire una tempestiva risposta alle PMI con esigenze finanziarie di minore importo, minimizzando i costi, i tempi, la complessità del processo di istruttoria e di erogazione. Il FRPC sostiene la concessione diretta di prestiti a imprese già costituite e con storia finanziaria, con difficoltà nell’accesso al credito legate ai fabbisogni di entità contenuta. Il Fondo, finanziato con 39 milioni di euro (24 dal POR FESR Lazio 2014-2020 e 15 di fondi regionali), è gestito dal Raggruppamento Temporaneo di Imprese costituito tra Artigiancassa e Medio Credito Centrale, individuato quale Soggetto gestore.

Sezioni
Il Fondo è suddiviso tra le seguenti sezioni:

  • Sezione I – settore manifatturiero
  • Sezione II – tutti i settori, con riserva per il settore commercio
  • Sezione III – tutti i settori, esclusivamente per interventi volti al risparmio energetico
  • Sezione IV – Interventi a valere su fondi regionali rivolti ad artigiani, società cooperative, trasporto non di linea, turismo, botteghe storiche

Beneficiari
Possono presentare domanda di agevolazione i seguenti soggetti beneficiari:

  • Le Micro, le Piccole e Medie Imprese (PMI);
  • i Consorzi e le Reti di Imprese aventi soggettività giuridica, esclusivamente per gli interventi previsti nell’ambito della Sezione III, volti al risparmio energetico;
  • i liberi professionisti

che alla data di presentazione della domanda:

  • siano costituiti da almeno 36 mesi;
  • abbiano o intendano aprire, al massimo entro la data dell’erogazione del finanziamento agevolato, una sede operativa nel Lazio; per i liberi professionisti, abbiano o intendano stabilire, al massimo entro la data dell’erogazione del finanziamento agevolato, il luogo di esercizio dell’attività nel Lazio;
  • abbiano un’esposizione complessiva limitata a 100.000 euro nei confronti del sistema bancario sui crediti per cassa a scadenza, rilevabile dalla Centrale dei Rischi Banca d’Italia.

Agevolazione
L’agevolazione consiste in un finanziamento a tasso zero con le seguenti caratteristiche:

  • importo: minimo 10.000 euro - massimo 50.000 euro;
  • durata: minimo 12 mesi - massimo 60 mesi comprensivi di un eventuale periodo di preammortamento di massimo 12 mesi, in caso di finanziamenti di durata pari o superiore a 24 mesi;
  • tasso di interesse: zero;
  • rimborso: a rata mensile costante posticipata.

Settori e finalità ammissibili
I soggetti richiedenti devono esercitare, nella sede operativa localizzata nella Regione Lazio alla quale si indirizza l’investimento, un’attività identificata come prevalente rientrante in uno dei settori ammissibili per singola Sezione (il dettaglio è all’art. 5 dell’Avviso Pubblico).
Sono ammessi progetti che riguardano investimenti in attivi materiali e immateriali, spese per consulenze, finalità di copertura capitale circolante, nel rispetto dei limiti indicati nell’avviso, nonché progetti rivolti alla copertura di altre esigenze finanziarie d’impresa finalizzate al: rafforzamento delle attività generali dell’impresa; alla realizzazione di nuovi progetti; alla penetrazione di nuovi mercati; a nuovi sviluppi da parte delle imprese.

Novità 2018
Tra le novità più rilevanti rispetto al precedente bando (2017) l’estensione del periodo massimo di ammortamento (da 36 a 60 mesi). Resta ferma la possibilità di finanziare investimenti in attivi materiali e immateriali, consulenze e capitale circolante nel rispetto dei limiti percentuali previsti dall’Avviso.
Altra novità è poi l’attivazione della sezione che interessa le Botteghe storiche (che svolgano la loro attività da almeno cinquant’anni), quali locali storici, botteghe d’arte, attività storiche, urtisti, allo scopo di ampliare la platea dei soggetti beneficiari dell’agevolazione.
Infine, è stato eliminato il vincolo della localizzazione in consorzi e/o aree industriali e artigianali, in relazione agli interventi per la Riduzione costi energia PMI, mentre fra gli interventi ammissibili sono stati introdotti gli investimenti che rientrano nel Catalogo degli apparecchi domestici.

Scadenze e modalità di presentazione della domanda
È possibile presentare al massimo due domande di agevolazione. Le richieste di accesso all’agevolazione possono essere presentate esclusivamente online sul portale Farelazio.it, accedendo alla pagina dedicata al Fondo Rotativo per il Piccolo Credito a partire dalle ore 9.00 del 21 settembre 2018 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Ultimo aggiornamento 22/03/2019