Opportunità

Bookmark and Share
innova tu

Dal 17 Luglio 2014 al 22 Settembre 2014

Innova tu 2014

La Regione Lazio emana il bando destinato a rispondere alle nuove sfide dell’innovazione sociale, rivolto a cooperative, imprese sociali, ATI e ATS

Elaborato a partire dalle idee progettuali reperite mediante la consultazione online avviata nei mesi scorsi, l’avviso pubblico Innova tu è volto alla concessione di contributi diretti all’Innovazione sociale.

A chi si rivolge
Possono partecipare soggetti che abbiano sede legale ed operativa nel territorio del Lazio e che rientrino in una delle seguenti categorie:

  • cooperative sociali iscritte negli appositi Albi o Registri regionali o aver presentato domanda di iscrizione almeno 30 giorni prima della data di presentazione della domanda;
  • imprese sociali;
  • costituende ATI/ATS.

Tipologia dei progetti ammessi
I progetti dovranno riguardare innovazione relative a diverse aree di intervento:

  • agricoltura sociale;
  • valorizzazione delle pratiche di economia civile;
  • resilienza e nuovo welfare state;
  • coworking: uno spazio fisico per una community dinamica e mutevole;
  • sperimentazione di modelli innovativi di servizi collaborativi rivolti a cittadini con fragilità sociale, anziani, famiglie monoparentali con figli a carico;
  • servizi di assistenza leggera di prossimità (condomini solidali, costruzioni di reti di famiglie solidali);
  • rigenerazione urbana, edifici dismessi, aree sottoutilizzate, quartieri degradati: lo sviluppo della città nella collettività per il bene comune;
  • social street: un progetto di cittadinanza attiva per un welfare di quartiere;
  • ICT di supporto per contact center, con app dedicate funzionali alle emergenze sociali e/o alle pari opportunità e all’accesso dei servizi;
  • azioni e/o progetti di sensibilizzazione dei territori sulle nuove best practices di innovazione sociale;
  • servizi di orientamento e benessere per cittadini con necessità speciali e/o fragilità sociale, come prevenzione alla dipendenza sociale o per sostenere l’uscita dai circuiti di assistenza.

Spese ammissibili
Le tipologie di spese ammissibili sono:

  • le spese del personale effettivamente impiegato per la realizzazione del progetto;
  • i costi di acquisto di attrezzature utilizzate per il progetto a cui è finalizzato nel limite massimo del 25% del contributo assegnato, con l’obbligo del mantenimento della proprietà per almeno 3 anni e di restituzione al patrimonio della Regione Lazio nel caso di cessata attività;
  • i costi di affitto di attrezzature utilizzate per il progetto a cui è finalizzato;
  • i costi di affitto di fabbricati e/o terreni utilizzati per il progetto a cui è finalizzato;
  • le spese generali direttamente imputabili al progetto;
  • altri costi d'esercizio, inclusi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili all'attività proposta;
  • costi per servizi direttamente imputabili al progetto.
  • i costi della progettazione sono ammissibili nel limite massimo del 2.5% dell’importo del contributo concesso complessivo del progetto.

Contributi
L’importo massimo finanziabile per ciascun progetto è pari a 50 mila euro.

Modalità di partecipazione
I soggetti interessati dovranno far pervenire apposita domanda in busta chiusa, entro il 22 settembre (scadenza prorogata) alla Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport - Area Impresa Sociale e Servizio Civile della Regione Lazio.

Bando completo e materiali utili sul sito di Sociale.Lazio

Informazioni

Regione Lazio - URP - Sede di Roma

Indirizzo: Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7 - 00145 ROMA (RM)

Telefono: Numero Verde 800 01 22 83 (lun-ven 8.00-20.00)

Fax: 06.51683840

Email: urp@regione.lazio.it

Sito web: http://www.regione.lazio.it

Parole chiave

Regione Lazio impresa sociale terzo settore coworking rigenerazione urbana agricoltura sociale cooperativa sociale ati ats innova tu welfare state economia civile social street

Ultimo aggiornamento 18/09/2014