News

Bookmark and Share
Foto

SVE: novità 2018

Con il nuovo anno il Servizio Volontario Europeo cambia nome e Paesi coinvolti nelle attività

La Guida al Programma Erasmus+ 2018 contiene importanti novità che riguardano il Servizio Volontario Europeo: la modifica dello scopo geografico e del nome. A partire dal 2018, infatti, i progetti di Servizio Volontario Europeo si chiameranno Progetti di volontariato e non riguarderanno più i Paesi Programma, ma i Paesi Partner vicini ed i Paesi non UE.

La ragione di questi cambiamenti risiede nel fatto che dal 2018 prenderà il via a pieno regime un nuovo Programma, il Corpo Europeo di Solidarietà, che promuoverà attività di volontariato, tirocinio e lavoro per i giovani e si rivolgerà ai Paesi membri dell'Unione Europea. Il nuovo Programma impiegherà gran parte del budget dello SVE relativo al periodo 2018-2020, motivo da cui nasce l'esigenza di variare lo scopo geografico del Servizio Volontario in Erasmus+.
Dunque, i progetti di volontariato con i Paesi membri UE saranno finanziati dal Corpo Europeo di Solidarietà, mentre quelli con i Paesi partner da Erasmus+.

A supporto delle organizzazioni accreditate, l'Agenzia Nazionale per i Giovani si propone di pubblicare a breve una lista di organizzazioni accreditate e attive che risiedono nei Paesi Partner e non UE, così da facilitare la creazione di nuovi partenariati, organizzerà a gennaio 2018 una giornata informativa sui progetti di volontariato e l'accreditamento di Corpo Europeo di Solidarietà ed Erasmus+, continuando nel frattempo ad offrire informazione e consulenza attraverso l'Ufficio preposto.

Ulteriori informazioni e aggiornamenti per i giovani e per le organizzazioni saranno successivamente pubblicate sul sito dell’Agenzia Nazionale per i Giovani, che è l’ente attuatore in Italia del capitolo Youth del Programma Erasmus+ per il periodo 2014-2020.

Parole chiave

volontariato volontariato all'estero Servizio Volontario Europeo SVE Agenzia Nazionale per i Giovani Programmi europei 2014-2020 Erasmus Plus corpo europeo di solidarietà

Ultimo aggiornamento 18/12/2017