Approfondimenti

Bookmark and Share
Foto

I Corsi di Perfezionamento

Percorsi formativi post laurea istituiti dagli atenei per l’aggiornamento e la riqualificazione

Tipologia e attivazione dei Corsi 

I Corsi di Perfezionamento post laurea hanno come obiettivo specifico l’approfondimento delle conoscenze in una determinata area di studi. Possono valere come strumento di aggiornamento o di riqualificazione professionale, e anche di educazione permanente.
Questa tipologia di corsi ha come riferimento normativo di base il decreto n. 509 del 3 novembre 1999.
I Corsi di Perfezionamento sono istituiti infatti direttamente dai singoli atenei, con decreto del Rettore, senza specifico riferimento a un ordinamento nazionale.
In alcuni casi consentono l’acquisizione di Crediti Formativi Universitari (CFU), eventualmente valutabili per l’accesso ai Master.

Torna su

L’Offerta Formativa 

I Corsi di Perfezionamento hanno durata massima di un anno e un numero totale di ore di frequenza non inferiore alle 32. La frequenza è obbligatoria, ma possono essere previste forme di apprendimento a distanza.

Torna su

Requisiti di accesso 

Ai Corsi di Perfezionamento è possibile accedere, se in possesso del titolo di Laurea Magistrale (ex Specialistica o di vecchio ordinamento) nelle discipline indicate negli specifici bandi di ammissione, ma talvolta anche senza titolo di laurea.
I corsi sono a numero chiuso, le modalità di ammissione sono fissate dalle singole università che li attivano.
Per visionare i bandi è necessario consultare i siti Internet degli atenei promotori, nella sezione dedicata alla formazione post laurea.

Torna su

Titolo rilasciato 

A differenza delle Scuole di Specializzazione, i Corsi di Perfezionamento non rilasciano un titolo con valore legale. La certificazione rilasciata al termine dei corsi è un Attestato di frequenza.

Torna su

Borse di studio 

Gli studenti italiani e stranieri iscritti ai Corsi di Perfezionamento possono ottenere una Borsa di studio del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca (MIUR) per la frequenza ai corsi. Le borse sono assegnate dalle università sulla base del contributo ministeriale stanziato e delle graduatorie di merito scaturite dalle prove di ammissione ai corsi.
Sono presenti talora convenzioni stipulate fra università ed enti pubblici o privati che consentono di assegnare ulteriori borse di studio.

Torna su

Ultimo aggiornamento 02/05/2022